IL BARI PERDE A TERAMO E LA TERNANA SI PORTA A +11

Auteri: “Difficile trovare una spiegazione logica. Qualcuno ha accusato il contraccolpo psicologico”

news205949.jpg

Dopo nove risultati utili consecutivi (con 6 vittorie e 3 pareggi) il Bari si ferma ancora. Allo Stadio ‘Gaetano Bonolis’ di Teramo, infatti, la squadra biancorossa perde per 2-1 al termine di una partita strana e difficile da commentare. Resta il fatto che si tratta di una brutta sconfitta che allontana ulteriormente la squadra biancorossa dalla Ternana (ora a +11) vittoriosa anche in questo turno di campionato. Ma ancora una volta il Bari si complica la vita da solo.

Dopo il gol di Antenucci (24’) nel primo tempo, infatti, i biancorossi avevano iniziato bene la ripresa e avuto anche la possibilità di chiudere la partita con Marras, ma l’errore dal dischetto è stato fatale. Da quel momento, infatti, il Bari esce di scena e si vede solo il Teramo.

cms_20805/2_Auteri_Ssc_bari_ok.jpg

“Una partita difficile da commentare - ha dichiaratoil tecnico biancorosso, Auteri, intervistato ai microfoni di RadioBari - in quanto stavamo legittimando il risultato. Stavamo giocando, creando, eravamo ordinati in campo e non avevamo rischiato nulla fino al rigore sbagliato da Marras. Se si sbaglia un rigore ci sta calare mentalmente per qualche minuto. Qualcuno ha accusato il contraccolpo psicologico, ma la partita è cambiata anche per una serie di valutazioni arbitrali. Il rigore? Discutibile perché è Semenzato che subisce un fallo. Poi, in dieci siamo stati castigati.

Ora dobbiamo andare avanti e non pensare agli altri, ma ripeto, è difficile trovare una spiegazione logica in questa partita”.

La partita, in effetti, cambia dopo il rigore sbagliato, ma non per qualche minuto. Il Bari smette inspiegabilmente di giocare e così viene fuori la squadra di casa. Bombagi prima si vede negare il gol da un Frattali in giornata di grazia e poi realizza il gol del pareggio dopo due calci di rigori consecutivi causati sempre da Semenzato (espulso in occasione del secondo rigore) e respinti entrambi da Frattali (anche se nel secondo nulla ha potuto dopo la prima respinta). Poi, con il Bari in dieci, il Teramo chiude la gara ancora con Bombagi.

Una partita, dunque, indubbiamente strana, ma che evidenzia la fragilità della squadra nei momenti importanti. Una grande squadra avrebbe vinto una partita così. Invece il Bari perde non solo la partita, ma anche la speranza di una promozione diretta che oggettivamente, con un vantaggio di 11 punti, può solo perdere la Ternana.

(Foto di sscalciobari.it – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos