IL BARI DI AUTERI PRENDE SEMPRE PIÙ FORMA

Intanto continua la preparazione per l’atteso derby di Monopoli

17_10_2020_IL_BARI_DI_AUTERI_PRENDE_SEMPRE_PIÙ_FORMA.jpg

Salgono le quotazioni del Bari soprattutto dopo l’ultimo turno di campionato. Una vittoria netta (0-3) sul campo della Viterbese che la squadra biancorossa ha meritato per qualità, forza e determinazione. Non si può parlare certamente di test probante per il Bari, ma vincere in questo modo e con questa personalità in trasferta non è da tutti e non è mai facile.

Un risultato reso possibile, fino a questo momento, grazie all’ottimo lavoro della società e soprattutto del tecnico che in poco tempo ha dato alla squadra un’identità precisa di gioco. E i risultati si vedono.

In quattro gare, infatti, i biancorossi hanno conquistato 10 punti e consolidato il primo posto, anche se si tratta di una classifica ancora virtuale. Ma ha ottenuto anche il primato per quanto riguarda i gol all’attivo. In quattro gare ne ha realizzati ben 10 di cui 9 in trasferta (altro record) equamente distribuiti fra le prime tre partite giocate (e vinte) fuori casa. Un dato non trascurabile se pensiamo che la Ternana, con 6 reti ma con una partita in meno, detiene il secondo miglior attacco del campionato. Un primato che la dice lunga sul gioco offensivo proposto dal tecnico e sulla qualità della rosa del Bari.

Ma il dato forse più significativo di quest’ultima giornata è che per la prima volta in questo campionato il Bari non ha incassato gol. Pur tuttavia resta la terza peggior difesa del campionato con 5 reti al passivo.

cms_19538/2_Auteri_Ssc_bari_ok.jpg

Questo ulteriore dato dimostra che la squadra di Auteri gioca per vincere, segna tanto, ma allo stesso tempo concede qualcosa. Ovviamente c’è da considerare che alcuni automatismi sono ancora da perfezionare così come la condizione fisica della squadra. Il tempo, dunque, dovrebbe giocare a favore di Auteri e dei suoi ragazzi.

Tornando a questioni meramente statistiche, va precisato che si tratta di numeri ancora parziali in quanto ci sono diverse squadre che non hanno ancora giocato tutte le partite. Per quanto riguarda la parte alta della classifica, per esempio, ci sono squadre come la Turris e l’Avellino che, vincendo i rispettivi recuperi, potrebbero addirittura insidiare il primato in classifica del Bari, così come il Teramo che potrebbe agganciare i biancorossi a quota dieci. Nella parte bassa della classifica, invece, stupisce il Palermo che dopo tre gare è ancora fermo ad un punto.

Bisognerà, pertanto, attendere ancora un po’ prima di avere una classifica reale. Intanto continua la preparazione per il Bari di Auteri che mercoledì sera scenderà in campo al ‘Veneziani’ di Monopoli. Una gara attesa dalle rispettive tifoserie che arriva – almeno per i biancorossi – dopo una lunga ma provvidenziale sosta rigeneratrice. Il Bari, in effetti, è l’unica squadra del campionato ad aver giocato 6 gare in 18 giorni. Ma questo ciclo di partite ravvicinate è ora alle spalle e dunque è tempo di guardare avanti e pensare già al prossimo match contro il Monopoli.

(Foto di sscalciobari.it – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App