GUERRA DI SPIE

Il diplomatico morto a Berlino sarebbe un agente segreto russo

1636239020Copertina.jpeg

I servizi di sicurezza tedeschi ritengono che l’uomo trovato morto in una strada fuori dall’ambasciata russa a Berlino il mese scorso fosse un agente sotto copertura dei servizi segreti russi dell’FSB: a riferirlo, lo scorso venerdì, è stato il giornale tedesco Der Spiegel. Il FSB, Servizio federale per la sicurezza della Federazione russa, è una delle due agenzie nate dopo lo scioglimento ufficiale del KGB, e ne condivide gli antichi compiti insieme a SVR (Servizio di intelligence estero), seguendo cioè una sorta di divisione dei compiti come avviene negli Stati Uniti tra la CIA e l’FBI.

cms_23739/Foto_1.jpg

Il corpo del trentacinquenne è stato trovato lo scorso 19 ottobre dagli agenti di polizia di Berlino a guardia dell’edificio. Per affermarlo la stampa tedesca ha tirato in ballo fonti di sicurezza, le quali avrebbero aggiunto che l’uomo era caduto da un piano superiore dell’ambasciata.

Gli agenti hanno chiamato un’ambulanza, ma ogni tentativo di rianimarlo da parte dei medici è risultato vano.
L’ambasciata ha confermato in una dichiarazione all’agenzia di stampa Interfax che un diplomatico russo era morto, ma di non voler commentare la notizia "di questo tragico evento per motivi etici".

Anche la polizia tedesca ha rifiutato di commentare e ha rinviato le domande dei giornalisti di mezzo mondo ai pubblici ministeri che si occupano del caso, i quali a loro volta hanno affermato di non poter né confermare né smentire la ricostruzione fatta da Der Spiegel. La scoperta di un corpo al di fuori della missione diplomatica russa non era stata precedentemente segnalata.

Fonti di sicurezza hanno dichiarato che non era chiaro come fosse caduto il diplomatico e cosa ne avesse causato la morte. L’ambasciata russa non aveva acconsentito all’autopsia. "Tutte le formalità legate al rimpatrio del corpo del diplomatico sono state prontamente risolte con le forze competenti autorità della Germania in conformità con la legislazione vigente", ha spiegato l’ambasciata all’agenzia Interfax.

cms_23739/Foto_2.jpg

Il nome dell’uomo deceduto non è stato rivelato, ma la rivista collega la sua identità a quella del secondo segretario dell’ambasciata. Secondo quanto trapelato, si tratterebbe di un parente di un alto ufficiale con sede in Russia della seconda direzione dell’FSB, che si occupa di antiterrorismo.

Un portavoce del ministero degli Esteri tedesco ha detto venerdì in un regolare briefing che il governo tedesco era a conoscenza della morte di un diplomatico russo a Berlino, ma di non poter fornire altri dettagli.

Carlo Coppola

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos