GLI SCARICATORI

Caramelline di ’storia dell’arte’

1656818707GLI_SDCARICATORI_R7_ITALIA_Bandiera.jpg

cms_26650/1.jpgGli scaricatori (1949 – 1950 ) olio su tela dipinto da Giulio Turcato (Mantova, 16 marzo 1912 – Roma, 22 gennaio 1995) fa parte della Collezione Verzocchi, Palazzo Romagnoli, Forlì.

Il titolo del dipinto indica che i personaggi sono scaricatori di merci, impegnati nel loro lavoro. La serialità della loro rappresentazione deriva probabilmente dallo stile dell’artista.

Si potrebbe però anche interpretare come una sottolineatura della condizione alienante della loro situazione occupazionale.

Gli scaricatori è composta da campiture bidimensionali di colori molto accesi primari che suggeriscono semplici figure umane. Si riconoscono infatti due sagome frontali che riproducono uomini chini sotto il peso dei sacchi che portano sulle spalle. L’ambiente circostante è tratteggiato da zone di colore geometrico.

cms_26650/c.jpgLa storia

Nel 1949 un industriale italiano del refrattario chiese a molti artisti due opere per mettere insieme una collezione dedicata al lavoro. Un dipinto dalle misure di 70 x 100 centimetri doveva rappresentare una attività lavorativa mentre il secondo era un autoritratto.

Alla richiesta di Giuseppe Verzocchi aderirono 72 artisti che ottennero 100.000 lire in compenso per ogni opera.

Inoltre la collezione fu documentata con la pubblicazione di un catalogo ed esposta in importanti mostre nazionali.

Gruppo arte e cultura di Orietta Paganotti

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos