GIORDANO PETRI E IL PARADISO DELLE SIGNORE

Intervista esclusiva per La Pagina della Cultura dell’International Web Post

1615590279GIORDANO_PETRI_E_IL_PARADISO_DELLE_SIGNORE_04_ARTISTA_IN_PRESA_DIRETTA.jpg

cms_21251/1.jpg

Giordano Petri spazia tra Teatro, Cinema e Televisione. Debutta in Televisione con “Don Matteo” al quale fanno seguito tante altre Fiction come “Il Commissario Manara”, “Carabinieri” “Distretto di Polizia” e molte altre.

Nella Soap “Il Paradiso delle Signore” il suo personaggio Franco Pascucci è sparito dalle scene ma il suo ruolo è ancora aperto e ciò fa ben sperare in un gradito ritorno.
Dall’8 marzo con il Film “Credo in un solo padre” è sulla Piattaforma CHILI.

Lo abbiamo intervistato International web post.

cms_21251/L_INTERVISTA.jpg

Ti cimenti su più generi e in TV interpreti Franco Pascucci, il marito di Paola, una delle Veneri della soap “Il paradiso delle Signore”!

cms_21251/2.jpgCi sono stato fino alla quarta stagione (2019/20) poi sono uscito di scena per un viaggio e non sono più tornato quindi il mio personaggio è ancora aperto. Il Paradiso delle Signore mi ha regalato notorietà perché è una serie molto seguita e soprattutto ben contestualizzata che tratta di temi molto importanti quali il boom economico a cavallo degli anni ’50 e ’60. Temi sociali, l’evoluzione delle donne che con il lavoro conquistano l’indipendenza economica, si emancipano! Già nel 1946 avevano conquistato il diritto al voto.

In qualche modo è una serie concepita come soap opera che racconta un fatto storico importante, la nostra società e l’Italia.

Il mio personaggio, all’inizio è entrato come un balordo, l’eroe negativo della serie e incontrando una Venere, tira fuori la sua personalità, la sua emotività, si redime e condivide la sua vita con Paola Galletti interpretata da Elisa Chieli.

Con dei colleghi siamo stati ospiti sul Set e siamo rimasti meravigliati per la cura e l’accortezza nei dettagli, nelle scene, nell’abbigliamento. E’ tutto costruito alla perfezione.

Nel Teatro di posa all’aperto hanno ricostruito la piazza, la farmacia, la caffetteria, sembra tutto vero.
L’ Aurora Produzioni con Giannandrea Pecorelli hanno fatto un lavoro magistrale, è una Produzione che costa molto alla RAI però siamo contenti perché in tutti gli anni siamo riusciti sia nel serale che nel Daily a portare l’audience nei parametri più alti e abbiamo avuto un riscontro del pubblico molto diretto perché ci ha seguito, sostenuti e ha continuato a volerci bene. Spero di poterci tornare.

cms_21251/3.jpg

Il Paradiso delle Signore- Il Cast

Si fregia di grandi attori come Antonella Attili, Pietro Genuardi, Giorgio Lupano e tanti altri!


Attori che vengono dalla vecchia scuola ma anche gli attori giovani sono molto bravi, molti sono già diplomati alla “Silvio D’Amico” o al “Centro Sperimentale di Cinematografia”. Vengono comunque da un’impostazione professionale importante.

cms_21251/5.jpgC’è stato un grande lavoro di ricerca perché hanno consultato delle persone che avevano vissuto in quel periodo e hanno riportato la loro testimonianza. E’ stato ricostruito tutto fedelmente, non solo dal punto di vista scenografico ma anche l’attenzione alla parola, al gesto, all’atteggiamento e quant’altro era di quel periodo. Si vede nella pettinatura, nel taglio e nella lunghezza dei vestiti e anche nel linguaggio. Mentre prima era tutto una riverenza dopo un tot di puntate si arriva alla confidenza. Più che un ambiente lavorativo, è un ambiente familiare in cui si costruisce una certa intimità.
Prima per la moda si guardava Parigi che era una città all’avanguardia in quel settore e le donne erano molto emancipate. In Italia c’erano le Sorelle Kessler in Tv, c’era Raffaella Carrà che con il “Tuca Tuca” aveva dato scandalo. In un episodio del Paradiso si riportava la prima puntata dello spettacolo delle gemelle Kessler in cui dovettero indossare le calze a rete nere come se avessero un collant pesante perché avevano solo un Costume con le gambe nude e vedere il color carne della pelle quindi il nudo della gamba, era uno scandalo che in TV non era ammesso.

C’era anche Minnie Minoprio e abbiamo ricordato anche lei in una puntata in cui io e Paola vedevamo la prima televisione che eravamo riusciti a comprare con i miei risparmi e tutti i vicini venivano a vederla. Era un po’ come vedere per la prima volta il Cinema perché i televisori allora erano enormi.
Minnie Minoprio presentava con Walter Chiari e Alberto Lupo un programma televisivo.

Ultimamente sono spariti molti personaggi…

Ciò avviene quando non c’è più nulla da raccontare su di loro e ci sono storie di nuovi personaggi.

Elisabetta Ruffolo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos