GABRIELE SALVATORES A HOLLYWOOD

Presiederà la 15° edizione del Los Angeles, Italia – Film, Fashion and Art Fest

GABRIELE_SALVATORES_A_HOLLYWOOD.jpg

È notizia dell’ultim’ora che Gabriele Salvatores, regista premio Oscar per il miglior film straniero nel 1992 con “Mediterraneo”, già vincitore del Nastro d’Argento come miglior regia e del Davide di Donatello, nel 1991, come miglior film, sarà il Presidente della 15a edizione di Los Angeles, Italia - Film, Fashion and Art Fest, appuntamento cult che, da ben quindici anni, porta l’Italia cinematografica nel cuore di Hollywood, nella settimana che precede la cerimonia degli Oscar; quest’anno si terrà dal 2 all’8 febbraio presso il Chinese Theatre di Hollywood. Il regista è stato selezionato dall’Istituto Capri nel mondo, l’associazione - con sede legale a Capri- che ha lo scopo di promuovere e favorire la crescita e lo sviluppo dell’immagine e della cultura italiana, in Italia e nel Mondo, in tutte le sue forme ed espressioni creative ed artistiche. LA-Italia precede la più celebre notte degli Oscar, con la partecipazione di famosi artisti italiani e italo americani e un interessante programma che porrà in evidenza il cinema e la cultura del nostro Paese, cosa di cui esser fieri. Sono previste anteprime, mostre e retrospettive e per l’80° compleanno di uno dei più celebri e versatili attori italo-americani, il grande Al Pacino, interprete di film indimenticabili, la kermesse del 2020 sarà a lui dedicata.

cms_15564/2.jpg

La retrospettiva offrirà la visione dei suoi maggiori successi internazionali: "Il Padrino"(1972), "Serpico"(1973), "Quel pomeriggio di un giorno da cani"(1975), "Scarface"(1983), "Profumo di donna"(1992), "Carlito’s Way" (1993), "Donnie Brasco"(1997), "Once Upon a Time… In Hollywood" e "The Irishman” (2019). Di lui vogliamo ricordare la doppia nomination ai Golden Globe e l’Oscar come miglior attore non protagonista, nei panni di Michael Corleone, per il film Il padrino (1972) di Francis Ford Coppola e l’Oscarcome migliore protagonista in “Profumo di donna” (1992), remake di Martin Brest dell’omonimo film di Dino Risi con Vittorio Gassman. Lo hanno annunciato Franco Nero, premiato lo scorso anno dal Los Angeles-Italia film festival come personaggio tra i più carismatici del cinema italiano nel mondo, amatissimo da registi come Huston, Petri, Bellocchio e Chabrol, fino a Tarantino, che a lui ha dedicato ’Django Unchained’, e Pascal Vicedomini, fondatore e produttore del festival. Presidente onorario torna il produttore Mark Canton. La 15a edizione di Los Angeles ha il sostegno del Ministero delle attività e dei beni culturali (DG Cinema), ANICA, la Camera di Commercio, la SIAE, la National Italian American Foundation, AMBI Media Group, Rai Cinema, Mediaset Italia e ISAIA, la Hollywood Chamber of Commerce e il Consolato italiano a Los Angeles.

Nicòl De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos