FESTE E CIBO DA ASPORTO: LE REGOLE PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE

I consigli dei medici dell’Associazione italiana gastroenterologi ed endoscopisti digestivi ospedalieri

1609284341Copertina.jpg

Queste feste, più di ogni altro anno, sono state (e saranno) caratterizzate dal food delivery, che si riconferma una tendenza anche per il 2021. Con la chiusura dei ristoranti non è scomparsa la voglia di regalarsi e regalare un buon pasto, realizzato da professionisti del settore. Come è possibile, allora, evitare eccessi senza rinunce, salvaguardando soprattutto la nostra salute? A tal proposito, i medici dell’Associazione italiana gastroenterologi ed endoscopisti digestivi ospedalieri (Aigo) hanno stilato un decalogo con sette regole da rispettare per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata, anche usufruendo del servizio d’asporto.

cms_20476/Foto_1.jpg

La scelta migliore è senz’altro quella di variare, affidandosi di tanto in tanto a diverse cucine (vegetariana, di carne, di pesce, ecc) senza tralasciare alcun gradino della cosiddetta “piramide” che costituisce la base della dieta mediterranea. Un altro accorgimento importante consiste nell’evitare i cibi pronti, “più ricchi in sale e calorie e meno ricchi in nutrienti rispetto a cibi preparati a casa": via libera, quindi, a piatti poco elaborati, composti da pochi ingredienti freschi (magari a chilometro 0). Al contrario, affidandosi a cibi precotti, si corre il rischio di sovrappeso e obesità, considerando anche che il lockdown ci costringe a compiere minore attività fisica. Per soddisfare la "tentazione" da fast-food viene suggerito di rivolgersi a "catene che hanno implementato pratiche di promozione della salute".

Nel vademecum non mancano le raccomandazioni in merito all’apporto di fibre, da ricercarsi specialmente in frutta e verdura, oltre che in cereali e legumi. Come sempre, è consigliabile non abusare di alcol e sale, preferendo le spezie, che danno sapore pur senza un eccessivo apporto di sodio.

cms_20476/Foto_2.jpg

In ultimo, si chiarisce un dubbio sorto almeno una volta a ciascuno di noi: è possibile contagiarsi attraverso il cibo? Gli esperti sostengono che per il momento non si registrano segnalazioni di contagi avvenuti in simili circostanze, ma specificano che, d’altronde, “l’origine del Sars-Cov-2 dovrebbe essere animale”: pertanto meglio affidarsi alla prudenza e cuocere i cibi ad oltre 63° per almeno 4 minuti, che dovrebbe scongiurare ogni possibilità di contagio.

Alice My

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos