FARI PUNTATI SUL ‘SAN NICOLA’ PER IL POSTICIPO BARI-CATANIA

Intanto su eleven si pronuncia Ghirelli:"sarà possibile vedere le partite in chiaro..."

Stadio-San-Nicola.jpg

Il posticipo di domani tra Bari e Catania segna il ritorno dei tifosi al “San Nicola” (in realtà solo 1000 per le norme anticovid) dopo circa otto mesi di assenza. Un primo passo verso la normalità - in attesa di rivedere il pubblico delle grandi occasioni -anche se i segnali che arrivano da tutto il mondo vanno in tutt’altra direzione e dimostrano che, purtroppo, l’emergenza sanitaria non è ancora finita.

Intanto, sfuggita la quarta vittoria consecutiva in trasferta, il Bari cercherà ora di rifarsi nel difficile match casalingo contro il Catania. Ma non sarà facile. La squadra siciliana, infatti, ha mostrato equilibrio e una buona organizzazione di gioco in entrambe le fasi ed è concreta soprattutto fuori casa dove ha vinto entrambe le gare giocate. Inoltre, prima di perdere con la Ternana capolista (unica sconfitta), veniva da tre vittorie consecutive. Segna poco (5), ma subisce anche poco. A parte le 3 reti subite dalla Ternana nell’ultima giornata, infatti, nelle precedenti quattro gare il Catania aveva subito appena un gol. E la classifica, almeno quella virtuale, mostra un Catania in grado di lottare per le prime posizioni. Senza i quattro punti di penalizzazione, infatti, i siciliani si troverebbero a quota 10, ad appena un punto dal Bari (11).

cms_19659/2_Auteri_Ssc_bari_ok.jpg

La squadra di Auteri, quindi, dovrà fare molta attenzione soprattutto alla fase difensiva, proprio come ha fatto contro il Monopoli dove ha concesso poco o nulla ad eccezione del palo colpito da Lombardo direttamente su punizione.

Ma restando sulla trasferta di Monopoli, va detto che il Bari migliore è stato quello del secondo tempo quando ha costruito diverse occasioni pericolose e ha rischiato addirittura di vincere con l’uomo in meno (a causa dell’espulsione di Sabbione nel finale di gara) se non fosse stato per quel miracolo compiuto al novantesimo minuto dal portiere monopolitano. Con la squadra in dieci si poteva rischiare di soffrire o anche di perdere la partita. E invece il Bari ha affrontato quei minuti finali con piglio e grande personalità senza risentire dell’espulsione e cercando ugualmente la vittoria. È piaciuto un po’ meno, invece, il primo tempo dei biancorossi che hanno faticato ad imporre il proprio gioco, complice, probabilmente, l’assenza di Marras (entrato solo nel finale) e la giornata poco brillante di Citro. Il Bari, insomma, dovrebbe ripartire dal secondo tempo di Monopoli per avere ragione di un temibile Catania.

cms_19659/3_ghirelli_lega_pro_sito_ok_bis.jpg

Eleven Sports – Intanto, dopo infinite polemiche, sembra si stia per giungere ad una soluzione per quanto riguarda il problema della visibilità delle partite trasmesse da Eleven Sports.

“La situazione è molto complessa - ha dichiarato Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro - e Eleven Sports sta lavorando intensamente a una soluzione; nel frattempo, è fondamentale garantire che le partite siano regolarmente trasmesse, per questo, fino a quando la questione non sarà risolta, sarà possibile vedere le partite in chiaro. “Lo dobbiamo ai tifosi che amano il calcio della Serie C, agli sponsor ai quali dobbiamo assicurare adeguata visibilità, ai presidenti dei club per lenire le enormi difficoltà derivanti dalla pandemia”.

In effetti sembra essere un giusto compromesso perché in questo modo tutti i tifosi, impossibilitati ad andare allo stadio per le norme anticovid, potranno seguire almeno da casa la propria squadra del cuore.

In tal senso un ruolo importante lo ha avuto anche il Presidente del Bari, Luigi De Laurentiis, che proprio nei giorni scorsi aveva ribadito in Lega la necessità di trovare una soluzione circa le partite trasmesse da Eleven Sports “la cui gestione è stata fino ad ora fallimentare”.

(Foto di sscalciobari.it e legapro.com – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos