ESTATE 2021: UN TURISMO ANNASPATO

Anche il settore religioso registra una crisi senza precedenti

1629992940copertina.jpg

"Siamo lontani dal lasciarci la crisi alle spalle, soprattutto sul fronte delle attività benefiche che vivono proprio con questi introiti". Il periodo non è dei migliori (si era capito da tempo), ma le parole di Fabio Rocchi, presidente dell’Associazione ospitalità Religiosa Italiana, risuonano come una tempesta in arrivo. Certamente, se paragoniamo il 2020 le statistiche delineano una ripresa consistente, ma la realtà è totalmente diversa dal nostro immaginario. Le strutture turistiche soffrono come non mai, vedendo vanificati tutti i sacrifici fatti nelle precedenti stagioni. L’inno a debellare la pandemia è lecito e nessuno osa metterlo in dubbio, ma qualcuno non ha considerato che dietro quelle strutture ci sono persone. L’errore è proprio questo, scaricare la colpa di tutto sui gestori, come se l’aumento dei contagi dipendesse da loro.

cms_22952/foto_1.jpg

Non solo le limitazioni sulle presenze o il tanto dibattuto green pass, ai tanti piccoli imprenditori del mondo del turismo manca assistenza e supporto. Le enormi contraddizioni del governo e del Cts hanno fatto impazzire l’Italia intera, gettando nell’incognita chi questo lavoro lo fa da decenni. Per questo, la tanto invocata ripresa tarda ad arrivare e anche il Green pass non è sicuro (se parliamo con senno scientifico). I media si affannano per giustificare tutto questo, ma la priorità al lavoro passa in secondo luogo con la complicità dei sindacati. Proprio loro non riescano a schierarsi mantenendo una posizione ambigua, perché negli anni della pandemia si preferisce nettamente mantenere il consenso. Pertanto, le statistiche e i confronti con l’anno scorso non hanno senso, risuonano come una presa in giro. Il Covid avrebbe dovuto renderci migliori cit, ad oggi la realtà è nuda e cruda evidenziando uno scenario di indifferenza ai massimi storici.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram