Dl Rilancio, dall’Ecobonus ai balneari:le novità(Altre News)

Aspi, Mit chiede nuovo piano economico entro 23 luglio - Fase 3, Prioritalia: "serve equità sociale per tornare a crescere" - Asi: "Metis, Swa e Stix, l’Italia a bordo di Solar Orbiter"

17_7_20_ECONOMIA.jpg

Dl Rilancio, dall’Ecobonus ai balneari: tutte le novità

cms_18314/coronavirus_lavoro_casa_smart_working_Fg.jpg

Il dl Rilancio è legge. Il terzo e più costoso provvedimento varato dal governo per risollevare l’economia dalla pandemia ha superato anche il voto di fiducia al Senato. Palazzo Madama ha dato così il via libera al corpus di norme voluto dall’esecutivo a metà maggio e che mette in campo interventi da 55 miliardi per contenere l’impatto della pandemia su imprese, partite iva, dipendenti, famiglie e terzo settore. Un testo che ha avuto un iter lungo e non privo di inciampi nel suo percorso a Montecitorio e che contiene misure come i contributi a fondo perduto per le aziende, lo stop ai pagamenti dell’Irap, il Reddito di emergenza, l’innalzamento da 600 euro a 1.200 del bonus baby sitter, ma anche l’allargamento alle seconde case del superbonus al 110%, gli incentivi per l’acquisto di auto Euro 6, lo slittamento di un mese dei congedi per i genitori, l’anticipo della cig prevista per l’autunno.

SUPERBONUS: la detrazione al 110% per gli interventi che rendano gli edifici più efficienti dal punto di vista energetico è stata estesa anche alle seconde case, ad esclusione delle abitazioni di lusso, delle ville e dei castelli. Potranno invece usufruirne i proprietari delle villette a schiera. Per l’efficientamento energetico sono stati diminuiti i tetti di spesa detraibile, che variano in base al tipo di abitazione. Resta la possibilità di eseguire gli interventi senza mettere mano al portafogli, cedendo il superbonus alle imprese che eseguono i lavori o ad un istituto finanziario.

CIG E CONTRATTI: Le 4 settimane di Cig Covid previste per l’autunno si potranno anticipare fin da subito. Mentre i contratti di apprendisti e lavoratori a termine saranno prorogati di tanti giorni quanti sono stati quelli di stop per il lockdown. Via libera anche all’adeguamento delle pensioni per gli invalidi totali, che passano da 285 ad almeno 516 euro

ECOBONUS AUTO: La normativa è stata cambiata a Montecitorio, dal primo agosto al 31 dicembre 2020, chi compra o prende in leasing un veicolo ibrido o elettrico nuovo con contestuale rottamazione di un auto immatricolata prima del 2010 o comunque con più di dieci anni, avrà un bonus di 2mila euro. Che passa a 1500 euro per l’acquisto di un Euro 6. Il bonus si riduce rispettivamente a 1000 euro e a 750 euro invece per chi acquista elettriche e ibride o Euro 6 senza rottamazione. A questo bonus si dovrà aggiungere uno sconto di almeno 2mila euro da parte del venditore.

BONUS MOTO: Il bonus sale fino a 4mila euro nel 2020 in caso di rottamazione di un vecchio motociclo. Incentivo anche senza rottamazione, ma fino a 3mila euro.

SCONTO IMU: I Comuni potranno premiare con uno sconto fino al 20% chi, per pagare l’Imu, scelga l’addebito sul conto corrente.

DOCUMENTI: Le carte d’identità e le patenti scadute durante il lockdown resteranno valide fino alla fine dell’anno.

CONGEDI: Per chi ha figli fino a 12 anni, fino al 31 agosto, sul piatto 30 giorni di congedo retribuito al 50%. In più, i Comuni dovranno usare i 150 milioni aggiuntivi stanziati con il decreto per pensare a centri estivi anche per i più piccoli, fino a 3 anni, e per i più grandi. La fascia di età è stata infatti modificata: da 3-14 anni a 0-16 anni.

SCUOLE PARITARIE: Raddoppiati i fondi per le scuole paritarie. Un emendamento approvato a Montecitorio stanzia altri 150 milioni. Inoltre le classi delle elementari potranno avere anche meno di 15 alunni.

SMART WORKING: per il 50% dei dipendenti della Pa con mansioni che possono essere svolte da casa lo smarti working è prorogato fino al 31 dicembre. La modifica al Dl Rilancio introduce poi il Piano organizzativo del lavoro agile, con il quale dal primo gennaio 2021 la percentuale salirà fino al 60%.

REGIONI: vengono destinati 12 miliardi di liquidità a Regioni ed enti locali per il pagamento dei debiti della Pa nei confronti dei fornitori.

ZONE ROSSE: stanziati 40 milioni per i Comuni delle zone rosse esclusi dai primi fondi ad hoc. Altri 20 milioni saranno destinati alle amministrazioni in dissesto (compresi i Comuni sciolti per mafia).

TOSAP & COSAP: per gli ambulanti arriva l’esenzione per due mesi di Tosap e Cosap.

REM: Arriva il reddito di emergenza per le famiglie più bisognose, con un valore mensile tra i 400 e gli 800 euro, erogabile per due mesi con domanda all’Inps entro giugno. Spetterà alle famiglie con patrimonio mobiliare sotto i 10mila euro, fino ad un massimo di 20mila euro in base al nucleo familiare e con Isee inferiore a 15mila euro.

BABY SITTER: Il bonus da 1200 euro (passa a 2mila euro per medici e infermieri). Può essere esteso ai servizi educativi territoriali, centri ricreativi e servizi per la prima infanzia.

RIMBORSO CONCERTI: Alla scadenza dei voucher, gli organizzatori di concerti dovranno provvedere al rimborso completo per gli eventi cancellati definitivamente.

CANCELLATA IRAP GIUGNO: Abolito il versamento del saldo e dell’acconto Irap dovuto a giugno per le imprese con ricavi fino a 250 milioni di euro.

PROROGA DELLE CONCESSIONI BALNEARI: La proroga fino al 2033 delle concessioni demaniali varrà solo per chi la esercita nelle spiagge, come previsto dalla legge di Bilancio 2019. La commissione Bilancio della Camera ha approvato infatti un emendamento dei relatori che stoppa la proroga al 2033 delle concessioni demaniali per chi svolge queste attività in prossimità di laghi o fiumi. Sostanzialmente, nella sua versione originale, il decreto intendeva estendere la proroga per 15 anni, già prevista dalla legge di Bilancio per chi ha concessioni demaniali marittime anche a chi, appunto, esercita tale attività in contesti ’lacuali e fluviali’. Dopo la lettera con la quale la Ragioneria dello Stato esprimeva ’’fortissima perplessità’’ in merito, il Parlamento ha stoppato l’estensione del rinnovo alle attività su fiumi e laghi; la sanatoria che prevedeva la sospensione per tutto il 2020 dei contenziosi riguardanti i beni demaniali marittimi e infine l’adeguamento dei canoni per le concessioni marittime, prevista in precedenza nel decreto legge.

Aspi, Mit chiede nuovo piano economico entro 23 luglio

cms_18314/tutor_autostrada_ftg41.jpg

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiesto ad Autostrade per l’Italia la presentazione entro il 23 luglio del piano economico finanziario nel quale siano riportati puntualmente tutti gli elementi anticipati dal concessionario nella proposta transattiva sottoposta alla valutazione del consiglio dei ministri del 14 luglio. Lo rende noto il Mit.

Nell’ambito della proposta transattiva presentata al Mit sulla quale il Cdm ha deciso, insieme alla proposta relativa all’assetto societario, di avviare l’iter per la definizione formale della transazione, il concessionario ha confermato la disponibilità a rivedere il testo di Convenzione e gli impegni economici recependo le indicazioni del governo su alcuni punti specifici e qualificanti.

In particolare, è stata ribadita la volontà di effettuare interventi compensativi senza effetto sulla tariffa per un importo di 3,4 miliardi e di aggiornare il Piano economico finanziario, assumendo un programma di investimenti sulla rete autostradale pari a 13,2 miliardi di euro, incrementabili fino a 14,5 miliardi, nonché una consistente riduzione della tariffa. Il Mit è in attesa di ricevere il Piano economico finanziario per valutarne la rispondenza alle condizioni definite e accettate da Aspi.

Fase 3, Prioritalia: "serve equità sociale per tornare a crescere"

cms_18314/greenjobs_manager_csr_ftlia.jpg

Progettualità a lungo termine, un ’pensiero sostenibile’ che animi le future scelte politiche, condivisione di idee, valori e responsabilità, riconoscimento pieno della ricchezza e versatilità del ’capitale umano’, in particolare donne e giovani. In poche parole: un’organizzazione manageriale della ripresa. Questo serve dopo la drammatica emergenza sanitaria da Covid-19 secondo i manager che continuano a far sentire la loro voce, intervenendo direttamente nel dibattito che si è aperto nel nostro Paese nella difficile e delicata fase della ripartenza, in cui ’non ci si può permettere di lasciare indietro nessuno’.

A dar loro voce, come si legge in una nota, è la Fondazione Prioritalia, piattaforma civica e culturale della comunità manageriale, che ha promosso una serie di incontri in diretta sui propri canali Youtube e Facebook. Dei veri ’Allenamenti di sostenibilità’ - così vengono definiti i webinar - palestra di confronto e dibattito sui temi più urgenti e sulle nuove sfide economiche e sociali. Un contributo di idee e visioni strategiche da parte dell’intera comunità manageriale.

"Prioritalia nasce proprio per portare il contributo dei manager -ha ricordato Marcella Mallen, presidente di Prioritalia- all’innovazione sociale, un vero e proprio give back che ha tanto a che fare con la sostenibilità. Infatti, da tanto i manager sollecitano un impegno diretto e attraverso le loro organizzazioni, Manageritalia e Cida che sono i fondatori di Prioritalia, per migliorare la conoscenza e le competenze, la distribuzione del reddito, la valorizzazione delle diversità etc Tutte condizioni indispensabili per competere con persone valide in azienda e con una società che grazie a redditi più elevati e bilanciati sia in grado di trainare con la domanda una crescita davvero sostenibile”.

"Sono 4 le priorità su cui costruire un piano di rilancio concreto dell’Italia -ha spiegato Fabrizio Barca, coordinatore Forum disuguaglianze diversità, intervenendo al primo webinar dal titolo ’La sostenibilità economica è sociale’- una strategia a lungo termine che preveda investimenti coraggiosi sul capitale sociale del nostro Paese, il riconoscimento del ruolo delle donne, l’accelerazione della trasformazione digitale, un welfare sempre più inclusivo".

"A queste priorità -ha aggiunto Barca- vanno aggiunti due principi-base che devono diventare valori di orientamento: accedere ai saperi e alle competenze, a partire dal territorio, e trasferire i poteri, investendo nei giovani e nelle donne”. Ma la questione dirimente rimane ancora la parità di genere.

"L’Italia è un Paese che non ha mai investito in politiche di condivisione, per superare le disuguaglianze di genere", ha affermato Linda Laura Sabbadini, direttora centrale Istat. "Nei Paesi nordici -ha continuato- questo è avvenuto molto presto, dagli anni 50 e 60. In Italia siamo ancora molto indietro. Sono investimenti non costi. Serve una nuova alleanza tra uomini e donne, occorre rifondare un patto di genere per andare davvero verso una rivoluzione culturale, economica e sociale”.

Come emerge dal webinar, il Covid-19 si "è rivelato un amplificatore dei difetti strutturali del nostro Paese. Tuttavia, ha fatto emergere anche il forte senso civico degli italiani, unico baluardo fino ad oggi di coesione sociale. È questo il momento di stringere nuove alleanze tra attori pubblici, sociali e privati, per arrivare a dare in tempi rapidi risposte plurali a questioni complesse. Il tema della sostenibilità sociale va inteso come questione chiave attorno a cui elaborare nuovi modelli di sviluppo, alla luce di una ridefinizione degli interessi e delle priorità delle persone e delle organizzazioni, e di una rigenerazione delle connessioni fra pubblico e privato, lavoro e welfare, diritti e doveri. Con l’obiettivo di poter in futuro contare su un tessuto sociale ed economico più integrato, riducendo anziché accentuare le gravi diseguaglianze presenti tra territori, generi e generazioni", spiegano da Prioritalia.

"La ripresa, dopo un’emergenza sanitaria di proporzioni cosi drammatiche, richiede una gestione responsabile e organica. In altre parole, c’è assolutamente bisogno di una organizzazione manageriale, fatta di visione strategica, di approccio integrato, di capacità esecutiva e di lavoro di squadra. È urgente mettere insieme capitale sociale e innovazione e per farlo servono capacità manageriali", aggiungono da Prioritalia.

E Giovanni Vetritto, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha proprio detto che "Tra i nemici della trasformazione non ci sono i manager. Il manager privato oggi è quello che deve garantire il massimo ritorno per l’azionista. Il dirigente pubblico è stato precarizzato, penalizzato dalla dirigenza a chiamata. Quindi se c’è qualcuno che vuole creare un mondo nuovo quel qualcuno è proprio il manager. E’ pronto alla sfida". All’incontro hanno partecipato anche: Anita Cadavid, direttrice Istituto studi superiori sulla donna; Sabrina Dubbini, education area coordinator Istao, Istituto Adriano Olivetti, influencer Prioritalia; Elisa Roldo, freelance ufficio stampa e comunicazione, influencer Prioritalia; Mirko Rubini, vicepresidente Manageritalia Emilia Romagna.

Asi: "Metis, Swa e Stix, l’Italia a bordo di Solar Orbiter"

cms_18314/Solar_Orbiter_reaches_first_perihelion_article_-_Copia.jpg

Metis, ma anche Swa e Stx: c’è molta Italia a bordo della missione Solar Orbiter di Esa e Nasa. L’Agenzia Spaziale Italiana riferisce che il team italiano, grazie al supporto dell’Esa, ha completato infatti con successo la campagna di test dello strumento Metis a bordo della missione Solar Orbiter di Esa e Nasa "acquisendo immagini della corona solare da una distanza mai raggiunta prima". "Dopo un periodo di calibrazione e test portati a termine dal gruppo di lavoro, nonostante la situazione di emergenza causata dalla pandemia, la sonda -sottolinea l’Asi- ci ha rivelato il Sole come non si è mai visto prima, scattando le prime immagini spettacolari ravvicinate".

L’Asi sottolinea che i team scientifici "hanno realizzato un grande lavoro che non si è mai fermato, e a metà giugno è stata completata la prima fase di messa in servizio della sonda che ha eseguito il suo primo avvicinamento al Sole". I team dei 10 strumenti della missione sono stati in grado di testare l’intero insieme di strumenti per la prima volta. "Primo tra tutti -sottolinea ancora l’Asi- è Metis, lo strumento coronografico italiano ottimizzato per l’osservazione dello strato più esterno dell’atmosfera solare: la corona solare". Metis che ha un design innovativo, occulta il disco solare per produrre un’eclissi artificiale, un po’ come fa la Luna quando si frappone tra noi e la nostra stella.

Dunque, oltre al cronografo Metis che osserva la corona solare come mai prima d’ora, alla missione Solar Orbiter di esplorazione del Sole di Esa e Nasa l’Italia contribuisce ad altri due strumenti: Swa il Solar Wind Analyzer, e Stix. Swa, spiega l’Agenzia Spaziale Italiana, "è una suite di 3 sensori di plasma per studiare le caratteristiche del vento solare. Eas, di responsabilità Ucl-Mssl di Londra (Uk), misura elettroni, Pas, di responsabilità del Cnrs-Irap di Tolosa (Fr), misura protoni e particelle alfa ed His, di responsabilità del Swri di San Antonio (Tx-Usa), misura ioni minori quali He, C, N, O, Ne, Mg, Si, S e Fe".

In particolare, il coronografo Metis, che prende il nome dalla mitologia greca, utilizza un occultatore esterno per studiare le regioni coronali dove si accelera il vento solare con osservazioni simultanee sia in luce visibile che ultravioletta. Lo strumento Metis, finanziato e gestito dall’Agenzia Spaziale Italiana, è stato ideato e realizzato da un team scientifico composto da Inaf, dalle Università di Firenze e di Padova e dal Cnr-Ifn, con la collaborazione del consorzio industriale italiano, formato da OHB Italia e Thales Alenia Space, dell’istituto Mps di Gottinga (Germania) e dell’Accademia delle Scienze di Praga. Il team italiano, grazie al supporto dell’Esa, ha completato con successo la campagna di test dello strumento, acquisendo immagini della corona solare da una distanza mai raggiunta prima.

Metis è il primo coronografo a misurare l’emissione ultravioletta dell’idrogeno nella corona solare simultaneamente l’emissione in banda visibile con una risoluzione spaziale e temporale mai raggiunta da un coronografo sia spaziale sia terrestre" dice Marco Romoli, dell’Università di Firenze e Principal Investigator di Metis. "Le osservazioni ottenute da Metis permetteranno di studiare le strutture e la dinamica del vento e dei fenomeni transienti come le eruzioni di massa coronale" aggiunge Romoli. Barbara Negri, responsabile dei programmi scientifici dell’Asi, evidenzia che "Metis, unico nel suo genere, utilizzerà un singolo telescopio, per produrre simultaneamente immagini in banda Uv e in banda visibile, e, pertanto, la sua realizzazione ha rappresentato una sfida tecnologica e innovativa per il nostro Paese. Metis permetterà di continuare la tradizione della coronografia spaziale italiana, iniziata più di vent’anni fa con il successo dello strumento Uvcs a bordo della missione Soho".

Nessuna altra immagine del Sole è stata ripresa da una distanza così ravvicinata così come quelle acquisite dalla suite di strumenti a bordo di Solar Orbiter. Durante il suo primo perielio, il punto in cui l’orbita ellittica della navetta spaziale è più vicino al Sole, Solar Orbiter, riferisce l’Agenzia Spaziale Italiana, "si è avvicinato fino a 77 milioni di chilometri dalla superficie della stella, circa la metà della distanza tra il Sole e la Terra. La navicella alla fine si avvicinerà anche di più al Sole. La sonda è ora nella sua fase di crociera, e aggiusta gradualmente la sua orbita intorno al Sole. Una volta entrata nella fase scientifica, che comincerà a fine 2021, il veicolo spaziale si avvicinerà a ben 42 milioni di chilometri dalla superficie del Sole, più vicino del pianeta Mercurio". A quel punto, gli operatori del veicolo spaziale inclineranno gradualmente l’orbita di Solar Orbiter per permettere alla sonda di ottenere la prima veduta corretta dei poli del Sole. "Il successo del contributo italiano alla missione Solar Orbiter dimostra l’eccellenza della comunità scientifica italiana, riconosciuta internazionalmente nel campo della fisica solare" scandisce Silvano Fineschi dell’Inaf di Torino e Responsabile Scientifico Inaf per Solar Orbiter. "Grazie al suo originale disegno, unico nel suo genere, il coronografo Metis -aggiunge lo scienziato italiano- potrà osservare la corona solare alle diverse distanze dal Sole a cui si troverà Solar Orbiter durante la sua missione".

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App