DONALD TRUMP PRESIDENTE DI UN RINNOVATO SOGNO AMERICANO

UN UOMO “FORTE” NEL SOGNO DI UNA RIVOLUZIONE GLOBALE

DONALD_TRUMP_PRESIDENTE_DI_UN_RINNOVATO_SOGNO_AMERICANO.jpg
In questo nostro mondo che, attualmente, di sè non sembra saper dare segni diversi da un negativo impasse per lo sgomento della propria incapacità di darsi da fare, in positivo, riguardo al doversi arginare tutto il peggio dilagante sotto un presunto controllo che appare sempre più inadeguato ed effimero; di contro all’auspicio di un rivoluzionario cambiamento che viene additato solo come “volo pindarico” di quanti si cimentino inutilmente nel senso di una autentica libertà che contemperi i diritti di tutti nella effettiva tutela di un quieto vivere, in termini di giustizia sociale realizzata innanzitutto nei limiti dei propri territori; senza ombra di smentita, può dirsi che, per l’appena insediatosi 45° Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, prima ancora di dargli modo di potersi mostrare all’altezza della sua promessa di fare “l’America nuovamente grande”, è stata già scritta una eloquente pagina di Storia in futura memoria di un tale pugnace guerriero alle prese con la personale “rivoluzione” nel procedere a sovvertire lo status-quo, schivandone i colpi sempre più feroci che sembrano rafforzarlo mentre ne mette a nudo la paradossale contraddizione di un vero e proprio “esibizionismo” della peggiore “antidemocraticità” che, pure, tanto gli era stata rimproverata durante la campagna elettorale quando aveva “osato” esprimere una riserva, per altro di suo pieno diritto, circa l’accoglimento, sic et simpliciter, di un eventuale verdetto frutto di brogli.

cms_5393/2.jpg

Così, dopo tutta la miseria di tanti preconcetti riecheggiata nell’etere e a mezzo stampa dei troppo asserviti media mondiali nel tentativo di precludergli il passo al posto di comando degli United States; paradossalmente, ancora più nonostante nella Casa Bianca i piedi del neo-eletto Presidente ormai di diritto siano entrati, scalciando contro la muraglia di cecità preconcetta a conclusione di una lotta impari portata avanti con la forza morale di una esuberanza travolgente oltre ogni falso costrutto; appunto, contro questa Presidenza che inizia con così scarso indice di gradimento da parte di troppo ottuso conformismo, si è scatenato il mondo che più contraddistingue la nostra epoca confusa: quello apertamente violento quanto vile di chi, in difetto di senso etico, si sia votato allo “sfascio” materiale, magari dissimulando una bieca identità dietro “bardamenti” e vessilli neri da “black block”; quello di celebrità; quello di altri personaggi dello star –sistem; quello delle “pavide guide” della Europa Unita che, temono di perdere l’appiglio ad una tutela militare che è sempre intervenuta da Oltre Oceano, senza che l’esperienza di conflitti estremi e l’attuale inadeguatezza della NATO abbia saputo maturare la capacità di stare insieme organizzandosi autonomamente per la difesa della propria Comunità che, ormai, addirittura è lasciata in balìa della subdola pervicace invasione di un attuale Evo buio.

cms_5393/3.jpg

Tuttavia, proprio dall’ambiguità di questa contrapposizione, con effetto di un taglione ripiegato su se stesso e di un boomerang che svia dalla direzione del destinatario mentre fende solo l’aria prima di abbattersi là da dove era partito, all’insediamento di Donald Trump sembra derivare quasi il carisma di una predestinazione foriera della speranza di rinnovamento globale di un mondo in declino, rafforzandosi sempre più la figura di questo Presidente che si è proposto di fare egregie cose per il proprio Paese cui vuole dare stabilità economica con il massimo impegno della forza lavorativa americana e con rapporti commerciali fruttuosi con le altre grandi potenze in base ad una politica estera che, nel contempo di una strenua difesa dell’America da tutti coloro che pensino di continuare a travalicarne i confini per i propri traffici illeciti, per quanto possibile sia all’insegna della distensione anche con la Russia, non più vista l’antagonista di sempre, anche al fine di un comune adoperarsi per eliminare il pericolo mondiale dell’IS.

cms_5393/4.jpg
Chi è tanto stolto da temere un uomo che, sia pure simbolo di un vecchio “andazzo” di egoistici privilegi derivanti dall’acquisizione di una iperbolica ricchezza, proprio da una tale consolidata posizione di casta oggi si pone davanti al mondo donandoglisi con il gesto simbolico delle sua braccia sempre aperte ad ampio raggio ma anche con il coraggio di puntargli l’indice del “vade retro” all’arroganza di un conformismo sin qui ingannevole?
Questo Presidente ha compreso che, tanto più in quanto al vertice della più grande Potenza dell’Emisfero Occidentale, per poter essere un positivo riferimento preponderante anche nel destino globale, l’arte del suo “buon governo” presuppone conseguimento di benessere e sicurezza, innanzitutto, entro i propri confini; dove tornare a far sventolare quello che era diventato un negletto “Sogno Americano” che, riproposto in termini di realtà per se stesso, diventi vessillo di un reciproco scambio di “pace e bene” per tutti nel mondo intero.

Rosa Cavallo

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram