DECISA E DURA REPLICA DELLA FIGC A MALAGÒ (CONI)

GRAVINA: “CHI INVOCA LO STOP DEI CAMPIONATI NON VUOLE BENE AL CALCIO E AGLI ITALIANI”

DECISA_E_DURA_REPLICA_DELLA_FIGC_A_MALAGÒ_.jpg

Le ultime pungenti dichiarazioni del numero uno dello sport, Giovanni Malagò, non potevano passare inosservate e non solo per la forma, quanto per i contenuti.

In effetti, le continue ingerenze – almeno così sono sembrate – nella politica della Figc e della Lega Serie A sulle questioni riguardanti il futuro del pallone hanno, di fatto, indispettito i vertici del calcio italiano.

In particolare, non è andata giù la dichiarazione rilasciata da Malagò a “il Tempo” sulla ripresa del campionato: “Tutti quanti alla spicciolata - aveva dichiarato - hanno preso delle decisioni: chi di annullare il campionato, chi di sospenderlo sine die. Voi parlate della ripartenza del calcio…”.

Evidentemente questa richiesta – nemmeno tanto velata – di Malagò di sospendere i campionati ha, probabilmente, ulteriormente irritato i massimi dirigenti del calcio italiano provocando la loro reazione. Così, dopo la risposta piccata del Presidente di Lega, Paolo Dal Pino, arriva puntualmente – ai microfoni di Rai Radio 1 - anche la replica, altrettanto decisa, del Presidente della Figc, Gabriele Gravina.

cms_17111/2_Gravina_Figc_Fotogramma_ok.jpg

Chi invoca oggi lo stop dei campionati non vuole bene né al calcio né agli italiani perché non vuole dare una speranza di rinascita per il futuro".

E sulla mancanza di un progetto chiaro, Gravina smentisce: "In questi giorni sarà consegnato ai Ministri per lo Sport Vincenzo Spadafora e, della Salute, Roberto Speranza, il nostro protocollo sanitario di garanzia. Confidiamo di ripartire, come previsto, il 4 maggio con gli allenamenti e con tutte le dovute attenzioni in modo da poter tornare a giocare a fine maggio o, al massimo, nella prima settimana di giugno. Ovviamente ci sarà questo protocollo – rigido ma facile da applicare - redatto dalla nostra commissione medico-scientifica che dovrà essere rispettato in maniera puntigliosa per garantire la negatività di tutti i protagonisti”.

Ma il Presidente Gravina si sofferma anche sulle aspre critiche di Malagò nei confronti del calcio e dei suoi vertici: “Abbiamo chiarito. Forse Malagò non aveva contezza dell’attività che stiamo portando avanti e soprattutto dei problemi a cui andremmo incontro nel caso dovessi staccare la spina al campionato”.

Insomma, non si arrestano le polemiche tra Malagò e il mondo del calcio e viceversa.

Quanto tali polemiche, poi, possano fare bene al calcio questo è poco chiaro. Soprattutto perché alcune critiche sembrano prive di fondamento. Sia la Figc che la Lega Serie A, infatti, hanno ormai deciso di giocare – ovviamente garantendo la massima sicurezza sanitaria - per evitare il tracollo economico e sociale del calcio italiano.

Ma dopo il chiarimento tra Malagò e Gravina, ci sarà una reale tregua tra Coni, Figc e Lega serie A?

(foto da Fotogramma adnkronos.com – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos