Coronavirus,Conte:"7,5 miliardi per famiglie e imprese"(Altre News)

Gualtieri: "Nessuno deve perdere lavoro per coronavirus" - Coronavirus, Bonetti: "Allo studio voucher baby sitter" - Alitalia, al via la procedura di vendita

ECONOMIA_6_3_20.jpg

Coronavirus,Conte:"Stanziati 7,5 miliardi per famiglie e imprese"

cms_16421/Sozialdemokraten-und-Fuenf-Sterne-einig-ueber-Conte-als-Premier-Italiens_big_teaser_article.jpg

"Abbiamo stanziato 7,5 miliardi a sostegno delle famiglie e delle imprese che stanno affrontando questa emergenza non solo sanitaria, anche economica". Sono le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

"Si tratta di un’iniziativa che richiede un passaggio parlamentare perché c’è uno scostamento rispetto agli obiettivi di finanza pubblica. Riteniamo di dover assumere misure straordinarie, urgenti in un contesto così emergenziale. Siamo consapevoli della responsabilità che incombe su di noi. Nel consiglio dei ministri, mi sono premurato di distribuire una cartellina con le proposte che ci sono pervenute in questi giorni dalle forze di opposizione. Ho invitato tutti i ministri a leggere queste proposte come le ho lette io. Questo non significa che non ci sia una distinzione di ruoli", aggiunge il premier.

"L’interlocuzione con la Commissione Ue c’è senz’altro. E’ costantemente aggiornata, l’Italia non fa un salto nel buio, da parte della Commissione c’è piena sensibilità a venirci incontro e comprendere quel che il sistema Italia sta attraversando, è che è sotto occhi di tutti. Non ci aspettiamo nessuna distonia rispetto a quello, noi stiamo dando un segnale forte, con misure per 7,5 miliardi. Ringrazio Gualtieri, avevamo lavorato su uno scenario molto più contenuto nei giorni scorsi, ma anche lui ha mostrato piena sensibilità e in pieno accordo, insieme, si è deciso" per misure a "più alto impatto".

"L’obiettivo è: nessuno deve perdere il lavoro per il coronavirus", dice il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri. Lo scostamento dall’indebitamento sarà di ’’7,5 miliardi di euro, in termini di saldo netto da finanziare; tecnicamente sono 6,35 miliardi in termini di indebitamento’’.

’’E’ già partite la lettera (per Bruxelles ndr) che precede la presentazione della relazione in parlamento che informa dello scostamento ma, naturalmente, siamo stati in costante contatto. Da questo punto di vista non esiste nessun problema’’, aggiunge. Le risorse per il prossimo decreto legge ’’sono significative e ci consentono di far fronte alle conseguenze immediate dal punto di vista economico del coronavirus. Naturalmente sappiamo che come abbiamo sempre detto, che anche questo secondo decreto non esaurisce gli interventi necessari per sostenere e rilanciare l’economia’’.

Gualtieri: "Nessuno deve perdere lavoro per coronavirus"

cms_16421/gualtieri_ftg.jpg

’’L’obiettivo è: nessuno deve perdere il lavoro per il coronavirus’’. Lo afferma il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, nel corso della conferenza stampa che si tiene a palazzo Chigi, al termine del Cdm nel corso del quale sono state fissate le risorse -7,5 miliardi- per il prossimo decreto legge necessario per contrastare l’emergenza coronavirus.

’’E’ già partite la lettera (per Bruxelles ndr) che precede la presentazione della relazione in parlamento che informa dello scostamento ma, naturalmente, siamo stati in costante contatto. Da questo punto di vista non esiste nessun problema", aggiunge. ’’Dal punto di vista tecnico dell’indebitamento siamo nell’ambito dello 0,3% rispetto allo 0,2%’’ di cui in precedenza si è parlato di sforamento del deficit.

Lo scostamento dall’indebitamento sarà di ’’7,5 miliardi di euro, in termini di saldo netto da finanziare; tecnicamente sono 6,35 miliardi in termini di indebitamento’’.

Coronavirus, Bonetti: "Allo studio voucher baby sitter"

cms_16421/Bonetti_Elena_Fb.jpg

Voucher per baby sitter e congedo parentale? "Stiamo studiando alcune di queste misure. Siamo a lavoro per adottare le migliori misure per il Paese. Le mie proposte le ho portate e le riporterò. C’è la volontà di accompagnare le famiglie in questa emergenza. Si deve arrivare a una dimensione di fiducia tra il Paese e le istituzioni", un rapporto fiduciario basato sulla "concretezza del nostro lavoro". Così la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, arrivata a Palazzo Chigi per il Consiglio dei ministri.

"Ora è il momento delle risposte - ha detto - non si tratta di fare annunci, ma di adottare le misure più efficaci. Ci sono già delle famiglie", quelle che vivono nelle zone rosse, che stanno "facendo i conti da tempo con misure restrittive, abbiamo provato ad accompagnarle con lo smart working, ad esempio".

Intervenendo alla trasmissione ’Circo Massimo’ su Radio Capital, Bonetti ha sottolineato che "non corrisponde al vero che sulla sospensione delle lezioni il Comitato scientifico avesse dato parere contrario e non ci è stato riportato. E’ chiaro che dobbiamo evitare le modalità di contatto e prossimità delle persone e riorganizzare il vivere sociale, non annullarlo o bloccarlo".

"Sto pensando - ha aggiunto - a possibilità di sostegno per i costi delle baby sitter, con i voucher, si tratta di proposte per le quali ci sono in corso valutazioni economiche. Anche i nonni che sono così preziosi nel welfare della nostra società e oggi vanno tutelati, quindi dare anche la possibilità di evitare troppo contagio tra i bambini e i nonni, con congedi straordinari per i genitori. Sono misure che si dovranno attivare fin da ora".

"All’Europa - ha concluso Bonetti - sono stati chiesti fondi e la spesa che serve deve essere messa in campo per sostenere le famiglie. Avevamo già un voucher baby-sitter, che non era stato reintrodotto nella legge di Bilancio".

Alitalia, al via la procedura di vendita

cms_16421/Alitalia_FTG.jpg

Al via la procedura di vendita di Alitalia. E’ stato pubblicato sul sito della compagnia in amministrazione straordinaria il bando, firmato dal commissario straordinario Giuseppe Leogrande, con l’invito a manifestare interesse per l’acquisizione delle attività aziendali che fanno capo ad Alitalia-Sai e Alitalia Cityliner. La scadenza fissata è quella della ore 24 del 18 marzo prossimo. La manifestazione di interesse dell’operazione dovrà essere inviata all’advisor Rothschild.

I soggetti interessati all’acquisizione di Alitalia dovranno manifestare il proprio interesse relativamente alle attività aziendali unitariamente considerate (Lotto Unico); ovvero, alternativamente alle attività di aviation (“Lotto Aviation”); e/o alle attività di handling (“Lotto Handling”); e/o alle attività di manutenzione (il “Lotto Manutenzione”). Lo prevede il bando con l’invito a manifestare interesse pubblicato dalla compagnia.

Il Lotto Aviation comprende beni e rapporti giuridici destinati alle attività di trasporto aereo delle società in As, come risultanti dagli interventi di riorganizzazione ed efficientamento di cui al precedente paragrafo. Il Lotto Handling comprende beni e rapporti giuridici delle Società in AS destinati allo svolgimento dei servizi in aeroporto per l’assistenza a terra a terzi. Il Lotto Manutenzione comprende i beni e i rapporti giuridici destinati alle attività di manutenzione degli aeromobili. Il Lotto Unico comprende tutti i beni e i rapporti giuridici ricompresi nel Lotto Aviation, nel Lotto Handling e nel Lotto Manutenzioni. Nell’ambito della Procedura – in caso di sostanziale equivalenza delle offerte all’esito della valutazione – saranno considerate preferibili, in conformità ai principi di sistema che regolano la procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza, prima le offerte che avranno ad oggetto il Lotto Unico e successivamente quelle che avranno ad oggetto più di un Lotto tra quelli indicati. Le offerte aventi ad oggetto il Lotto Unico dovranno in ogni caso assicurare la discontinuità, anche economica, della gestione da parte dell’offerente. Parimenti, più offerte, interdipendenti, presentate contestualmente da più soggetti ma volte alla realizzazione di un progetto industriale sinergico, ovvero tra di loro indipendenti, ma risultanti comunque potenzialmente utili alla realizzazione di un progetto industriale sinergico, aventi ad oggetto nel loro complesso il Lotto Unico, saranno considerate preferibili, in caso di sostanziale equivalenza, alle offerte aventi ad oggetto singolarmente più di un lotto tra quelli indicati.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos