CRISI GOVERNO

Le news

CRISI_GOVERNO_Le_news.jpg

Benassi nominato sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega ai servizi

cms_20716/pietro_benassi.jpgIl Consiglio dei ministri "ha chiuso" sul nome dell’ambasciatore Pietro Benassi, attuale consigliere diplomatico di Giuseppe Conte. Su proposta del premier, il Cdm ha nominato Benassi sottosegretario alla presidenza del Consiglio affidandogli la delega ai servizi.

Con la delega ai servizi segreti ad un uomo vicino al premier si sblocca anche l’impasse per altre nomine, legate ai "vice direttori" dell’intelligence interna, esterna e del Dis

Caso Cesa tegola su trattative

cms_20716/Lorenzo-Cesa-625x350.jpgE’ una tegola che cade sulla strada dei ’costruttori’, fermando i negoziati. E manda in fibrillazione il M5S, "perché va bene tutto, ma a tutto c’è anche un limite", uno degli sms che gira nelle chat dei parlamentari grillini. Il blitz in Calabria contro la ’ndrangheta, che ha portato alla perquisizione della casa romana del segretario dell’Udc Lorenzo Cesa, dimessosi immediatamente dai vertici del partito, rende ancor più complessa la partita dei ’volenterosi’, da raccogliere in Senato sotto il simbolo dell’Udc, di fatto costruendo una quarta gamba al governo Conte.

Di Maio: "Mai dialogo M5S con indagati per mafia"

cms_20716/dimaio.jpgIl "consolidamento del Governo non potrà avvenire a scapito della questione morale, dei valori che abbiamo sempre difeso e che sono fondanti del progetto 5 Stelle". Lo scrive Luigi Di Maio in un post su Facebook confermando "sostegno al presidente Giuseppe Conte" ma chiarendo che "con la stessa forza con cui abbiamo preso decisioni forti in passato, ora mi sento di dire che mai il M5S potrà aprire un dialogo con soggetti condannati o indagati per mafia o reati gravi".

Di Battista: "Con chi sotto indagine per reati gravi non si parla"

cms_20716/dibattista_fg66.jpg"Con chi è sotto indagine per associazione a delinquere nell’ambito di un’inchiesta di ’ndrangheta non si parla. Punto. Tutti sono innocenti fino a sentenza definitiva ma non tutti possono essere interlocutori in questa fase. Si cerchino legittimamente i numeri in Parlamento tra chi non ha gravi indagini o condanne sulle spalle". Lo dice Alessandro Di Battista, dopo il blitz in Calabria contro la ’ndrangheta, che ha portato alla perquisizione della casa romana del segretario dell’Udc Lorenzo Cesa, dimessosi immediatamente dai vertici del partito.

Orlando: "Elezioni più vicine? Purtroppo sì"

cms_20716/orlando.jpg"Oggi elezioni più vicine? Purtroppo sì", risponde Andrea Orlando, vicesegretario del Pd, a ’Piazzapulita’ su La7. Quanto tempo ha il governo per risolvere la crisi? "Qualche giorno", sottolinea e aggiunge: "Noi crediamo che se si toglie Conte questa maggioranza implode".

"Sta succedendo quello che purtroppo noi temevamo. Pensavamo che oltre questo governo tutte le altre ipotesi fossero di molto difficile percorribilità. Purtroppo - ha proseguito Orlando - le cose ci stanno dando ragione. Noi non vogliamo mischiare i nostri voti con quelli di Salvini e Meloni, quindi un’ipotesi di unità nazionale non esiste. Mi pare che il M5S non rinunci ad avere Conte come riferimento. In politica se si escludono le vie che non sono percorribili restano quelle percorribili. Se c’è una crescita dei numeri attorno questo governo è evidente che si può andare avanti, ma non è che noi vogliamo andare avanti a dispetto dell’aritmetica".

Renzi: "Sì al confronto, ma non siamo dei Ciampolillo"

cms_20716/matteorenzi.jpg"Siamo ancora in tempo, il mio appello è: anziché fare il compro, baratto e vendo di singoli parlamentari, tornate alla politica". Così Matteo Renzi dai microfoni di Piazzapulita si rivolge al governo. "Quale crisi di governo? Il presidente del Consiglio - ricorda Renzi - non è andato a dimettersi e non lo farà mai. La crisi che c’è è quella economica. Noi dopo la pandemia abbiamo lo stesso Pil del ’99". E, rilancia, "di fronte a questa situazione, il mio personale suggerimento al presidente del Consiglio e tutti gli altri è: smettiamola di fare le polemiche che stanno facendo in queste ore. Se volete confrontarvi nelle sedi istituzionali noi vi abbiamo scritto, vi abbiamo fatto le proposte, ci siamo".

Ma avverte: "Non ci prenderete mai come dei Ciampolillo qualsiasi, insaponando gli ulivi e dicendo che non servono i vaccini".

Centrodestra vede Mattarella

cms_20716/salvini_tajani_meloni_quirinale.jpg"Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani hanno manifestato al Presidente della Repubblica - a nome dell’intero centrodestra - la grande preoccupazione per la condizione dell’Italia: mentre emergenza sanitaria ed economica si abbattono su famiglie e imprese, il voto di martedì ha certificato l’inconsistenza della maggioranza. È convinzione del centrodestra che con questo Parlamento sia impossibile lavorare", spiegano i leader. "Il centrodestra ha ribadito al presidente della Repubblica la fiducia nella sua saggezza", si legge ancora.

Durante il colloquio al Quirinale, durato circa un’ora, il capo dello Stato Sergio Mattarella, raccontano, avrebbe ascoltato i leader dell’opposizione e preso atto delle loro richieste senza fare commenti o dare indicazioni sulla crisi in atto.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos