CRESCE L’INDICE DELLE COSTRUZIONI IN EUROPA

Il valore dell’indice delle costruzioni in Europa è cresciuto in media del 16,3% nel periodo tra agosto 2020 e maggio 2021

1622842005Copertina.jpg

Indice mensile delle costruzioni in Europa. L’Eurostat calcola il valore dell’indice dell’andamento del settore delle costruzioni calcolato mensile. Al primo posto della classifica vi è l’Austria con un ammontare pari a 41,8%, seguita dalla Repubblica Ceca con un valore pari a 38,4% e dall’Estonia con un valore pari a 37,2%. A metà classifica vi sono l’Italia con un valore pari a 3,6% seguita dalla Croazia con un valore pari a 3 e dalla Romania con un valore pari a 1,00%. Agli ultimi posti vi sono Cipro con un valore pari a -11,9%, seguiti dalla Grecia con un valore paria -16,7% e dal Montenegro con un valore pari a -42%.

Austria. Il valore dell’indice delle costruzioni in Austria è stato pari ad un valore pari a 12,8% ad agosto 2020. Nel passaggio tra l’agosto 2020 ed il novembre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni è cresciuto da un ammontare pari a 12,8% fino ad un valore pari a 12,4% ovvero pari ad una variazione di -0,40 unità pari ad un variazione del -3,13%. Nel passaggio tra settembre 2020 e l’ottobre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni mensile è passato da un valore pari a 12,4 unità fino ad un valore pari a -0,1 unità ovvero pari ad una variazione di -12,50 unità pari ad un valore di -100,81%. Nel passaggio tra l’ottobre 2020 ed il novembre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni mensile in Austria è passato da un valore pari a -0,1 unità fino ad un valore pari a 9,9 unità ovvero pari ad una variazione di 10,00 unità pari ad una variazione di 10 mila percento. Nel passaggio tra novembre 2020 ed il dicembre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni mensili in Austria è cresciuto da un valore pari a 9,9 unità fino ad un valore pari a 14,9 unità ovvero pari ad una variazione di 5 unità pari ad un ammontare di 50,51%. Nel passaggio tra il dicembre 2020 ed il gennaio 2021 il valore dell’indice delle costruzioni mensili è passato da un ammontare pari a 14,9 unità fino ad un valore pari a -10,1 unità ovvero pari ad una variazione di -25,00 unità ovvero pari ad una variazione di 167,79%. Nel passaggio tra il gennaio 2021 ed il febbraio 2021 il valore dell’indice delle costruzioni in Austria è cresciuto da un ammontare pari a -10,1 unità fino ad un valore pari a -18,7 unità ovvero pari ad un ammontare di -8,60 unità pari ad un valore di -85,15%. Nel passaggio tra febbraio 2021 e marzo 2021 il valore dell’indice delle costruzioni in Austria è cresciuto da un ammontare pari a -18,7 unità fino ad un valore pari a 7,6 unità ovvero una variazione pari ad un valore di 26,30 unità pari ad un valore di 140,64%. Nel passaggio tra il marzo 2021 e l’aprile 2021 il valore dell’indice della produzione industriale è cresciuto da un valore di 7,6 unità fino ad un valore di 30,6 unità ovvero pari ad una variazione di 23 unità pari ad una variazione di 302,63%. Nel passaggio tra l’aprile 2021 ed il maggio 2021 il valore dell’indice della produzione delle costruzioni è cresciuto da un ammontare pari a 30,6 unità fino ad un valore pari a 41,8 unità ovvero pari ad un valore di 11,20 unità pari ad un valore di 36,60%. Nel periodo complessivo analizzato da agosto 2020 a maggio 2021 il valore dell’indice delle costruzioni in Austria è cresciuto di un ammontare pari a 29 unità ovvero pari ad una variazione di 226,56%.

Repubblica Ceca. Il valore dell’indice delle costruzioni nella Repubblica Ceca è stato pari ad un valore pari a 43,3% ad agosto 2020. Nel passaggio tra l’agosto 2020 ed il novembre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni è diminuito da un ammontare pari a 43,3% fino ad un valore pari a 24,9% ovvero pari ad una variazione di -18,40 unità pari ad un variazione del -42,49%. Nel passaggio tra settembre 2020 e l’ottobre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni mensile è passato da un valore pari a 24,9 unità fino ad un valore pari a 30,1 unità ovvero pari ad una variazione di 5,20 unità pari ad un valore di 20,88%. Nel passaggio tra l’ottobre 2020 ed il novembre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni mensile nella Repubblica Ceca è passato da un valore pari a 30,1 unità fino ad un valore pari a 31,4 unità ovvero pari ad una variazione di 1,3 unità pari ad una variazione di 4,32%. Nel passaggio tra novembre 2020 ed il dicembre 2020 il valore dell’indice delle costruzioni calcolato su base mensile nella Repubblica Ceca è diminuito da un valore pari a 31,4 unità fino ad un valore pari a 18,3 unità ovvero pari ad una variazione di -13,10 unità pari ad un ammontare di -41,72%. Nel passaggio tra il dicembre 2020 ed il gennaio 2021 il valore dell’indice delle costruzioni mensili è passato da un ammontare pari a 18,3 unità fino ad un valore pari a 39,2 unità ovvero pari ad una variazione di 20,90 unità ovvero pari ad una variazione di 114,21%. Nel passaggio tra il gennaio 2021 ed il febbraio 2021 il valore dell’indice delle costruzioni nella Repubblica Ceca è diminuito da un ammontare pari a 39,2 unità fino ad un valore pari a 36,6 unità ovvero pari ad un ammontare di -2,60 unità pari ad un valore di -6,63%. Nel passaggio tra febbraio 2021 e marzo 2021 il valore dell’indice delle costruzioni nella Repubblica Ceca è cresciuto da un ammontare pari a 36,6 unità fino ad un valore pari a 39,1 unità ovvero una variazione pari ad un valore di 2,50 unità pari ad un valore di 6,83%. Nel passaggio tra il marzo 2021 e l’aprile 2021 il valore dell’indice della produzione industriale è diminuito da un valore di 39,1 unità fino ad un valore di 37,6 unità ovvero pari ad una variazione di -1,50 unità pari ad una variazione di -3,84%. Nel passaggio tra l’aprile 2021 ed il maggio 2021 il valore dell’indice della produzione delle costruzioni è cresciuto da un ammontare pari a 37,6 unità fino ad un valore pari a 38,4 unità ovvero pari ad un valore di 0,80 unità pari ad un valore di 2,13%. Nel periodo complessivo analizzato da agosto 2020 a maggio 2021 il valore dell’indice delle costruzioni in Repubblica Ceca è diminuito di un ammontare pari a -4,90 unità ovvero pari ad una variazione di -11,32%.

Conclusioni.Il valore dell’indice delle costruzioni calcolato su base mensile in Europa è significativamente cresciuto nel periodo tra l’agosto 2020 ed il maggio 2021. Tale crescita sta ad indicare che la crisi del Covid può essere considerata come superata per lo meno nel settore delle costruzioni. Tuttavia, anche se la maggior parte dei paesi ha visto crescere il valore dell’indice delle costruzioni, vi sono comunque dei paesi che mostrano degli elementi di criticità. Nello specifico vi sono alcuni paesi che hanno visto ridurre l’indice dell’andamento delle costruzioni come per esempio Lituania -2,8%, Romania -3,5%, Cipro -4,4%, Repubblica Ceca -4,9%, Lettonia -7,5%, Turchia -17,1%, Montenegro -28,7%.

cms_22101/Foto_1.jpg

cms_22101/Foto_2.jpg

cms_22101/Foto_3.jpg

cms_22101/Foto_4.jpg

cms_22101/Foto_5.jpg

Angelo Leogrande

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos