COVID,SUPERATI 150MLN DI CONTAGI NEL MONDO. 3.162.166 I MORTI

In Italia ulteriori 13.446 contagi e altri 263 morti. I dati dalle Regioni. Covid Italia, Brusaferro: "Decrescita curva lenta". 1 maggio 2021, regole: zona gialla, arancione e rossa

1.jpg

cms_21743/johns-hopkins-university-1580683593.jpg

Covid, superati 150 milioni di contagi nel mondo.3.162.166 i morti

Sono stati superati i 150 milioni di casi di coronavirus nel mondo. Lo riporta la Johns Hopkins University, che parla di 150.133.654 contagi dall’inizio della pandemia. Sono invece 3.162.166 le persone che nel mondo hanno perso la vita per complicanze legate al Covid-19.

cms_21743/4.jpg

cms_21743/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 13.446 contagi e altri 263 morti

Sono 13.446 i contagi da coronavirus in Italia, secondo i dati, regione per regione, del bollettino della Protezione Civile.

La Sardegna passa in zona arancione -con Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia- e la Valle d’Aosta passa in zona rossa con regole più restrittive. Ieri, nelle regioni, registrati 263 morti che portano il totale a 120.807 dall’inizio dell’emergenza legata al covid-19. Eseguiti 338.771 tamponi nelle ultime 24 ore, l’indice di positività è al 3,9%. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.583 (-57), con 137 ingressi giornalieri.

cms_21743/italia.jpg

I dati dalle Regioni

LOMBARDIA - Sono 2.214 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registrano altri 41 morti, che portano il totale a 32.870 dall’inizio dell’emergenza.

LAZIO - Sono 1.151 i nuovi contagi da Coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri 26 morti.

EMILIA ROMAGNA - Sono 1.026 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registrano altri 17 morti.

SICILIA - Sono 861 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registrano altri 19 morti, che portano il totale dei decessi in Regione da inizio pandemia a 5.410.

VENETO - Sono 788 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registrano altri 14 morti.

BASILICATA - Sono 172 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registrano altri 3 morti.

TOSCANA - Sono 870 i nuovi contagi da Coronavirus.Il tasso dei nuovi positivi è 3,13%.

LIGURIA - Sono 276 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registranoaltri 11 morti che portano il totale a 4.183 dall’inizio dell’epidemia di covid-19.

MARCHE - Sono 330 i nuovi contagi da Coronavirus. Il rapporto positivi/testati è pari al 5%.

PIEMONTE - Sono 1.036 i nuovi contagi da Coronavirus. Si registrano0 altri 18 morti che portano il totale a 11.255 dall’inizio dell’epidemia di covid-19.

PUGLIA - Sono 1.344 i nuovi contagi da Coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri 37 morti.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 89 i nuovi contagi da Coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri 3 morti.

CAMPANIA - Sono 1.898 i nuovi contagi da Coronavirus.Nella tabella si fa riferimento ad altri 24 morti.

ABRUZZO - Sono 151 i nuovi contagi da Coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri 6 morti.

SARDEGNA - Sono 247 i nuovi contagi da Coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri tre morti.

VALLE D’AOSTA - Sono 48 i nuovi contagi da Coronavirus.Nella tabella si fa riferimento ad altri tre morti.

cms_21743/images_(4).jpg

cms_21743/nuovo_dpcm_gennaio_2021.jpgCovid Italia, Brusaferro: "Decrescita curva lenta"

"In Italia c’è una decrescita lenta della curva" dei contagi da Coronavirus, "in quasi tutte le Regioni". Lo ha affermato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, durante la conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale Covid-19 della Cabina di Regia. "L’incidenza calcolata a domenica scorsa vede una decrescita: 146 per 100mila abitanti mentre la settimana precedente era 157. Il flusso da venerdì a giovedì, quindi calcolato a ieri, indica un’incidenza a 148 per 100mila abitanti mentre la settimana scorsa era 159. Due flussi sono analoghi tra di loro con una decrescita lenta".

E ancora, "l’età media della prima diagnosi è scesa a 42 anni rispetto ai 43 delle settimane precedenti. E scende anche l’età del primo ricovero, 66 anni, rispetto ai 67. C’è una decrescita in tutte le fasce d’età" ha sottolineato Brusaferro. "Si vede l’effetto delle vaccinazioni in fasce d’età più alte", ha aggiunto. "Ora con l’inizio della campagna vaccinale vediamo un calo costante dei casi nelle fasce d’età over 80, tra gli operatori sanitari, tra i primi ad essere immunizzati, e nelle Rsa dove i focolai rimangono bassi. Un indicatore di come la vaccinazione sia preziosissima" ha affermato. "Il dato delle vaccinazioni è in crescita soprattutto per lo sforzo di questi giorni. Le vaccinazione per la fascia over 80 hanno superato l’80%, si avvicinano al 60% nella fascia 70-79 anni".

"I ricoveri nelle aree mediche sono scesi, da 23.250 a 20.312. E la saturazione è al 32%. Le terapie intensive sono in decrescita da 3.151 a 2.748. A livello nazionale tocchiamo la soglia del 30% di saturazione" ha evidenziato ancora il presidente dell’Istituto superiore di sanità. "Il quadro complessivo resta comunque a livello impegnativo. Siamo con un’incidenza tre volte superiore ai 50 casi ogni 100mila che è la soglia per il tracciamento automatico. Per questo occorre mantenere cautela e una gradualità nelle riaperture".

"Sta aumentando la capacità di tracciamento" ha sottolineato il presidente dell’Istituto superiore di sanità. "E’ molto importante continuare ad abbassare l’incidenza per poter intervenire dove dovessero insorgere varianti nelle comunità".

cms_21743/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_21743/ITALIA_SEMAFORO.jpg1 maggio 2021, regole: zona gialla, arancione e rossa

Primo maggio in zona rossa, arancione e gialla con regole per spostamenti, gite, scampagnate, pranzi e cene nei ristoranti, negozi. Cosa si può fare nelle diverse regioni, considerando che ovunque il coprifuoco è alle 22? La nuova ordinanza del ministro Roberto Speranza entrerà in vigore il 3 maggio. Oggi, quindi, la mappa a colori dell’Italia - caratterizzata da un lungo elenco di regioni in zona gialla da Lazio a Lombardia, da Piemonte a Veneto - comprende la Sardegna ancora in zona rossa. La Valle d’Aosta è zona arancione con Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. Nelle regioni gialle sono disponibili una serie di opzioni in più per la giornata festiva: dal pranzo alla cena nei ristoranti all’aperto alle visite ai musei, dal cinema al concerto, dallo shopping alle gite.

LE REGOLE:

- NEGOZI

Tutti i negozi possono aprire in zona gialla. Nel giorno festivo, chiusura dei centri commerciali: rimangono aperti farmacie, parafarmacie, lavanderie e tintorie, alimentari, fiorai, tabacchi, edicole e librerie.

- SPOSTAMENTI TRA REGIONI GIALLE

Gli spostamenti tra regioni gialle sono liberi e non richiedono nemmeno l’autocertificazione. Nuove regole per le visite ad amici e parenti. Potranno raggiungere un’altra abitazione privata quattro persone, che potranno portare con sé figli minori, di età anche superiore ai 14 anni.

Questi spostamenti possono avvenire anche tra regioni gialle differenti e non importa se il viaggio comporti l’attraversamento di una regione arancione o rossa. Le visite private, invece, potranno avvenire in zona arancione entro i limiti del comune. Sono infine vietate in zona rossa. Sì all’accesso alle seconde case, anche se si trovano in zona arancione o rossa. Lo spostamento, compreso tra quelli che rientrano nel ritorno alla propria residenza, non richiede certificati di vaccinazione o guarigione e tampone.

- BAR E RISTORANTI

In zona gialla bar e ristoranti potranno ospitare clienti a pranzo e a cena purché all’aperto. Si potrà stare soltanto seduti al tavolo, massimo quattro persone, a meno che non si tratti di conviventi. La distanza è fissata a un metro. Dal primo giugno, soltanto in zona gialla, i ristoranti potranno restare aperti anche al chiuso dalle 5 alle 18. Si potrà stare soltanto seduti al tavolo, massimo quattro persone, a meno che non si tratti di conviventi. La circolare del ministero ai prefetti ha chiarito alcune regole per i bar. E’ consentito il servizio ai tavoli all’aperto e anche al banco solo "in presenza di strutture che consentano la consumazione all’aperto". Altrimenti, solo servizio ai tavoli e asporto, ammesso fino alle 18.

In zona arancione e rossa, invece, bar e ristoranti sono chiusi. Rimane consentito l’asporto di cibo e bevande fino alle 18 dai bar e fino alle 22 da enoteche, vinerie e ristoranti. È sempre consentita la consegna a domicilio di cibo e bevande. E’ possibile andare nei ristoranti delle strutture alberghiere e recettive in cui si alloggia.

- SPORT

Nelle regioni gialle, via libera alle partite di calcio tra amici all’aperto. In zona arancione è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva, salvo che sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. E’ consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio comune o, in assenza di tali strutture, in comuni limitrofi, per svolgere esclusivamente all’aperto attività sportiva di base. E’ interdetto l’uso di spogliatoi interni nei circoli. In zona rossa sono sospese l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sia all’aperto che al chiuso. Vietato lo svolgimento degli sport di contatto.

- CINEMA, TEATRI, CONCERTI

In zona gialla riapertura al pubblico cinema, teatri, sale concerto, live club. È necessario che ci siano posti a sedere preassegnati e una distanza di un metro l’uno dall’altro. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos