BRASILE: AL VIA IL CARNEVALE PIÙ BELLO DEL MONDO

Tornano i festeggiamenti dopo lo stop pandemico

1650681349BRASILE_AL_VIA_IL_CARNEVALE_PIÙ_BELLO_DEL_MONDO.jpg

cms_25748/1228895-brazil-3d-bandiera-vettoriale.jpgNel clou della pandemia di Covid-19, il Carnevale di Rio de Janeiro e Sao Paolo era stato sospeso per non violare le misure di sicurezza imposte dalla crisi sanitaria in corso.

Oggi, finalmente, dopo più di due anni di stop, torna in tutta la sua grandezza e il suo fascino con variopinte parate e sfilate.

Pensando al Carnevale è quasi automatica l’associazione con il Brasile: il fermento delle città e delle persone che lo vivono, la musica, la samba, i sorrisi e la gioia che contagiano positivamente tutti coloro i quali, attratti dai balli e dalle scenografie, si spingono fino al paese sudamericano.

cms_25748/a.jpg

Le origini del Carnevale sono strettamente legate alle feste pasquali; infatti, esso segna la celebrazione della Quaresima, periodo di quaranta giorni antecedente la Pasqua in cui la dottrina religiosa dispone l’astensione dal consumo di carne e alcolici.

Grazie ai portoghesi, che colonizzarono il Brasile, tali tradizioni furono esportate in questa nuova terra, che assorbì tutta la cultura europea cristiana. Ma non è tutto: i brasiliani furono influenzati anche dalla cultura africana, importata dagli schiavi deportati dagli stessi europei in Sud America. Di qui il mix che ha dato vita all’odierno spettacolo fatto da maschere variopinte, costumi lussuosi realizzati con piume e pietre preziose, infrastrutture impeccabili e strade piene di allegria e buona musica.

cms_25748/Foto_1.jpg

Il Carnevale brasiliano è un evento spettacolare, trasmesso dalle reti televisive di tutto il mondo. È un evento che attrae milioni di visitatori ogni anno: solo a Rio e a Sao Paolo se ne contano più di 400mila.

cms_25748/b.jpg

Luogo strategico e centrale della festa carioca è il Sambodromo, con sede a Rio de Janeiro, progettato dall’architetto Oscar Niemeyer su richiesta del Governatore di Rio nel 1984 e costruito in soli 110 giorni in occasione del Carnevale dello stesso anno. Esso ha una capienza di circa 70mila spettatori che possono gustarsi lo spettacolo avente ad oggetto sfilate e gare delle più prestigiose scuole di samba della città, che concorrono per la vittoria. Orchestre costituite da tamburi e altri strumenti musicali intonano la melodia della samba mentre le diverse squadre sfilano davanti ad una giuria.

Anche a Sao Paolo, in occasione del Carnevale, gli amanti della celebrazione si riuniscono al Sambodromo di Anhembi. Progettato sempre dall’architetto Oscar Niemeyer e inaugurato nel 1991, esso può accogliere fino a 30mila spettatori.

cms_25748/Foto_2.jpg

Il Carnevale, quindi, non è solo una festa, ma anche una importante fonte di reddito in quanto catalizza l’attenzione di tutto il mondo, mette in luce la cultura brasiliana: è, insomma, un mezzo di sostentamento per tutti i residenti, suscitando un forte impatto sull’economia del Paese. Stime risalenti all’era pre-Covid hanno svelato che l’evento fruttava circa 790 milioni di euro, di cui ben 545 milioni nella sola economia della città di Sao Paolo.

cms_25748/6.jpg

Le sfilate con i carri e con le maschere raffiguranti i vari personaggi pittoreschi affollano le strade del Brasile. Le scuole di samba di tutto il territorio metteranno in scena spettacoli per tutto il Paese e la grande festa continuerà fino a sabato 30 aprile, quando sarà premiata nella sfilata finale la scuola vincitrice.

Antonio Conversano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos