BOLT: LA LEGGENDA E L’ADDIO

IL RECORDMAN CAMPIONE GIAMAICANO DICHIARA: “NON TORNO INDIETRO”

atletica_generica1.jpg

Il 12 agosto 2017 resterà a lungo nella memoria degli sportivi e degli appassionati di atletica. Ai mondiali di Londra, infatti, Usain Bolt, la leggenda vivente dell’atletica leggera, crolla nella 4x100 per un infortunio tinto di giallo e annuncia l’addio all’attività agonistica.

cms_6956/2.jpg

“Non era certo questo il modo col quale avrei voluto dirvi addio - aveva dichiarato il campione giamaicano qualche ora dopo il ritiro - e l’ultima gara non cambia quanto ho fatto in carriera”.

In effetti, non sembra questo il giusto epilogo per un campione del suo calibro e certamente il ritiro, forzato e anticipato di Bolt, non può e non deve annullare quanto di buono è stato fatto nella sua lunga carriera.

Tralasciando, infatti, i tanti titoli ottenuti durante la sua importante storia agonistica, val la pena ricordare quelli conquistati, dal 2008 al 2016, tra campionati mondiali e giochi olimpici: ben diciannove medaglie di oro, due di argento ed una di bronzo.

Ma Bolt è stato anche l’unico corridore, nella storia dell’atletica, ad aver vinto l’oro, nei 100 e 200 metri, in tre edizioni consecutive dei Giochi olimpici (Pechino 2008, Londra 2012 e Rio De Janeiro 2016) e l’oro anche nella 4x100 delle ultime due edizioni, sempre dei giochi olimpici.

Con i 6 riconoscimenti ottenuti tra il 2008 e il 2016 dall’IAAF (Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica leggera), resta l’atleta maschile più premiato di tutta la storia.

cms_6956/3.jpg

Tanti anche i record conquistati dall’asso giamaicano nell’arco della sua carriera tra cui ricordiamo quelli ottenuti, dal 2009 al 2014, nei 100 m, 200 m, 300 m 4 x100.

Insomma, Bolt non meritava un ritiro anticipato dalla scena mondiale di questa natura, soprattutto se confermate le voci del suo precario stato di salute già prima della gara. “Ho gareggiato in finale per dovere” - avrebbe dichiarato Usain Bolt dopo la gara.

Ma è tempo di guardare avanti ed eventuali responsabilità accertate non darebbero al campione giamaicano la possibilità di tornare indietro. Lo stesso Bolt conclude come i veri campioni sanno fare: “Ho dato sempre tutto, ma ora non tornerò indietro come hanno fatto altri rischiando di fare brutte figure”.

(Foto da:lastampa.it, rivierasport.it e ventonuovo.eu -si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App