BLOOMBERG: AYMAN AL-ZAWAHIRI UCCISO DA FORZE STATUNITENSI

Il leader di Al Quaida era tra i terroristi più ricercati dalle autorità Usa

1659392776BLOOMBER_AYMAN_AL-ZAWAHIRI_UCCISO_DA_FORZE_STATUNITENSI.jpg

L’agenzia Bloomberg, citando l’Associated Press, ha lanciato la notizia dell’uccisione di Ayman al-Zawahri, successore di Osama bin Laden alla guida dell’organizzazione terroristica islamica Al Qaida. Fonti della Casa Bianca avrebbero fatto sapere che le forze statunitensi “hanno condotto un’operazione antiterrorismo contro un significativo target di Al Qaida in Afghanistan”. “L’operazione è stata un successo e non ci sono state vittime civili” hanno aggiunto, soddisfatti. Ricordiamo che poco tempo fa proprio il dipartimento di stato americano aveva “offerto una ricompensa fino a 25 milioni di dollari per informazioni che portassero direttamente alla cattura di Zawahiri”. Per il momento non sono noti i dettagli dell’uccisione; si sa solo che, nel giugno dello scorso anno, un rapporto delle Nazioni Unite localizzava il covo del leader nella regione di confine tra Afghanistan e Pakistan.

cms_27000/Foto_1.jpg

Zawahri, nato da una facoltosa famiglia borghese egiziana, si unì ben presto, a soli 14 anni, al movimento dei Fratelli musulmani, per poi aderire al gruppo islamico radicale al-Jihād, assumendone le redini. Intanto studiava medicina all’università e si dedicava all’apprendimento delle lingue. Fu l’incontro con Osama Bin Laden a cambiare letteralmente la sua vita, negli anni ’80, nel corso delle rivolte anti-sovietiche.

Tornato in patria, orienta Jihad verso posizioni sempre più integraliste, rafforza i legami con Al Qaida, e svolge un ruolo di primo piano negli attentati dell’11 settembre. Non a caso, finisce nella lista dei terroristi più ricercati dagli Stati Uniti dopo l’inizio della guerra in Afghanistan.

Leonardo Bianchi

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos