BISOGNI FORMATIVI DELLA SCUOLA INCLUSIVA

Buone pratiche per favorire una formazione su richiesta e non “a pioggia”

1669962395BISOGNI_FORMATIVI_DELLA_SCUOLA_INCLUSIVA.jpg

Uno dei compiti fondamentali della scuola è quello di formare i propri docenti perché dalle loro competenze maturate derivano i raggiungimenti formativi e/o educativi dei propri studenti.

La pandemia ha diffuso a macchia d’olio corsi di formazione asettici e percorsi finalizzati al conseguimento di certificazioni - anche permanenti - di competenze che non hanno dato la possibilità di un confronto sul campo o di una interazione costruttiva durante le attività di formazione proprio perché la distanza, seppur abbia permesso di mantenere il servizio pubblico di formazione, non ha e non potrà mai permettere dialoghi, interazioni o domande specifiche al formatore in quanto la platea dei discenti è spesso eccessivamente numerosa. Aggiungendo, poi, eventuali problemi di connessione, si ottiene come risultato un corso svolto raggiungendo una piccola percentuale di obiettivi formativi.

La formazione specifica deve essere svolta in presenza, perché il formatore ha bisogno di guardare i volti dei partecipanti per coglierne immediatamente dubbi, perplessità o anche mancanza di coraggio nel porre domande che potrebbero rispondere a diversi interlocutori.

cms_28467/Foto_1.jpg

Tra i disparati percorsi formativi, ovviamente, alcuni possono essere svolti tranquillamente in modalità webinar, ma quando si vogliono maturare e approfondire competenze quali quelle dell’inclusione, della formazione digitale, della gestione della classe, ecc. la formazione in presenza è fondamentale. A questo si deve aggiungere che i docenti di ruolo vengono elargiti di un bonus docenti di 500€ da destinare proprio alla formazione: terminata la corsa all’acquisto di dispositivi elettronici, responsabilità di un formatore è quella di acquisire competenze per poi “rivenderle” nella propria pratica quotidiana, nelle classi, con le famiglie. La scuola dovrebbe farsi portavoce di questa buone pratiche formative per favorire una didattica più performante e maggiormente incisiva.

Ivano De Luca

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram