BIDEN CONTRO PUTIN, SCONTRO VERBALE

Le parole del Presidente statunitense intervistato dalla ABC e la risposta della Duma

1616019992Copertina.jpeg

Se le parole di Joe Biden fossero parte di una sceneggiatura per un film comico, sarebbe possibile riassumerle con il titolo di una famosa pellicola con Lino Banfi: Vieni avanti, Cremlino. Ovvero: come scatenare una crisi diplomatica tra le due maggiori potenze mondiali con sole tre parole. Che, per la precisione, sono “sì, lo penso” alla domanda “lei conosce Vladimir Putin, pensa sia un killer?”. Un Biden senza mezzi termini quello che si presta all’intervista di George Stephanopoulos di ABC News: una risposta diretta tanto quanto la domanda. Il Presidente degli Stati Uniti aggiunge che il leader russo “pagherà un prezzo per aver tentato di influenzare le elezioni presidenziali del 2020”. La risposta da Mosca non ha tardato ovviamente ad arrivare, con Viaceslav Volodin che si è preso l’onore di criticare l’inquilino della Casa Bianca. “Gli attacchi contro Putin sono attacchi contro il nostro Paese” asserisce il presidente della Duma, il Parlamento russo. Le parole di Biden non parrebbero completamente illogiche, ma sarebbero figlie della diffusione di un rapporto dell’intelligence statunitense secondo il quale il presidente russo avrebbe autorizzato delle operazioni per denigrare l’attuale POTUS alle ultime elezioni per favorire Donald Trump. Oltre questo, la conseguenza sottintesa sarebbe stata intralciare il processo elettorale, già messo a dura prova dalle accuse di brogli, ed esasperare le divisioni sociopolitiche già vive negli Stati Uniti.

cms_21297/Foto_1.jpg

Già a gennaio, in una telefonata, Biden aveva avvertito Putin riguardo una possibile risposta dell’America riguardo le interferenze nelle votazioni: “Abbiamo avuto una lunga conversazione, lui ed io – spiega nell’intervista – lo conosco relativamente bene, io conosco te e tu conosci me”. E poi dà un’idea abbastanza chiara di quello che è il suo modo di pensare: “Se stabilisco che è successo, sii preparato”. L’occupante dello Studio Ovale non ha precisato quale sarebbe il prezzo che la Russia dovrebbe pagare, e forse è questo ad aver gelato il mondo e ad aver messo tutti sull’attenti: la prossima mossa è da scoprire. Con una metafora l’ex-vicepresidente preannuncia il suo modus operandi con il capo sovietico: “Ritengo possibile camminare e masticare una gomma”. Parafrasando: è possibile fare due cose contemporaneamente. Contestualizzando: “Posso prendere i dovuti provvedimenti per l’accaduto da una parte e lavorare con la Russia su questioni che interessano gli Stati Uniti dall’altra”. Una di queste questioni, come l’attenzione pubblica sa, è quella che riguarda gli armamenti.

cms_21297/Foto_2.jpg

L’altra risposta arrivata dall’ex-Repubblica Socialista è quella del portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov: “Le accuse di Biden sono prive di fondamento e sono sbagliate, non siamo d’accordo con le conclusioni dell’intelligence americana perché la Russia non ha interferito nelle elezioni americane, né in quelle precedenti né in quelle del 2020”. Ogni riferimento al Russiagate (non) è puramente casuale.

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram