BEST VALUE TRAVEL DESTINATION IN THE WORLD PRIZE

Prestigioso riconoscimento assegnato alla Puglia come "regione più bella al mondo"

1630706898Copertina.jpg

L’ Italia “fa il pieno” nel 2021, per citare un’espressione tipica del nostro linguaggio allorquando si raggiungono molteplici risultati, traguardi, vittorie e premi in settori o discipline specifiche. Al di là della poco florida situazione politica, sociale, economica e sanitaria, la Penisola nel corrente anno assurge alle luci della ribalta e... assume un look più brillante, riconquistando alcune posizioni e riacquistando, in parte, le sembianze dell’(ex) “Bel Paese". Il 2021 ci ha portati sul tetto Continentale nel calcio, con la fragorosa galoppata e la correlativa conquista della Coppa Europea; successivamente sono arrivati i grandi risultati e il record di medaglie alle Olimpiadi, nonché analoghi traguardi alle Paralimpiadi. Tutto ciò ha riempito di gioia i nostri cuori e ha sollecitato e rinvigorito il nostro orgoglio (sopito da fin troppo tempo) di italiani nel mondo, riavvicinandoci all’identità del "Bel Paese” cui si accennava poc’anzi. Ma - per dirla con un’altra espressione tipica nostrana - non è finita qua! È arrivato un altro prestigioso risultato, che non ha avuto il risalto adeguato e la stessa risonanza, per un’assurda e limitata informazione, ma che, di fatto, non è da meno degli altri, anzi... Il Best Value Travel Destination in the World Prize (in italiano “premio alla migliore destinazione turistica nella classifica mondiale”) è stato assegnato alla Puglia, incoronata ufficialmente “regione più bella al mondo”. A stabilirlo è la National Geographic Society (NGS), istituzione scientifica ed educativa statunitense senza scopo di lucro fondata nel 1888 che con la sua operatività favorisce benefici nello sviluppo, con un input di espressione e di idee di grande valenza per relazionarsi efficacemente con gli altri. In stretta correlazione la "National Geographic Magazine", una rivista mensile dell’NGS, pubblicata in molti Paesi del mondo e tradotta in 31 lingue diverse dal 1995, raggiungendo i 50 milioni di lettori nel mondo; l’edizione italiana è in auge dal ’98.

cms_23049/Foto_1.jpg

L’attribuzione del "Best Value Travel Destination in the World Prize" alla "Puglia Regione" è un riconoscimento straordinario, soprattutto perché riguarda una classifica mondiale e non continentale, ribadendo l’enorme ricchezza turistica dell’Italia. Il premio alla Puglia dal "National Geographic" è stato assegnato perché la regione “vanta il meglio dell’Italia meridionale, con i suoi ritmi di vita, le sue tradizioni, la bellezza dei luoghi”, come riportato dalla prestigiosa guida "Lonely Planet" del New York Times, che ha tra l’altro intitolato un recente articolo "Italy’s Magical Puglia Region". Un autentico trionfo conseguito da una regione che spesso e purtroppo, come altre realtà italiane, è al centro delle cronache per problematiche che scalfiscono la sua immagine. “Le sue maggiori città come Bari, Lecce, Trani sono più piccole e con minore presenza di turisti rispetto a Milano e Venezia - scrive Lonely Planet - ma si possono degustare vini di qualità, per niente costosi, in un’area che è la terza produttrice di vini e conta ben 30 diverse qualità di uva autoctona”. Altrettanto dicasi per la bellezza suggestiva e la straordinaria tranquillità dei suoi borghi come Ostuni, Locorotondo, Cisternino, Martina, Alberobello e tutta la valle d’Itria; l’esclusività della tradizione enogastronomica del Barese, del Gargano, del Salento, con i propri prodotti di terra e di mare; le località molto suggestive e le spiagge celestiali del Salento come, sull’Adriatico, Torre dell’Orso, con l’unicità di una grande spiaggia con sabbia finissima dotata di pineta (macchia mediterranea), nonché zone con scogliera da mozzafiato quali Alimini, Otranto, Castro. Spiccano inoltre Punta Prosciutto (agro di Porto Cesareo, riserva marina), Baia dei Turchi, la bellissima e famosissima Gallipoli, Santa Maria al Bagno, Santa Caterina in agro di Nardo, Marina di Ugento e, per finire, l’estrema punta di Santa Maria di Leuca. Altrettanto si può dire del Gargano, che vanta località splendide e famosissime come Peschici, Vieste, Rodi Garganico, Baia di Manaccora, Baia delle Zagare, Pugnochiuso e altre di grande valenza e notorietà.

Come non citare poi, nell’ambito del patrimonio storico-culturale, anche la secolare tradizione religiosa (Bari con il santo, S. Nicola, più venerato al mondo, e la sua caratteristica Basilica), l’artigianato con i lavori di cartapesta e di vimini, le sculture in legno, in pietra leccese dei famosi maestri scalpellini, nonché le recinzioni di ville e case di campagna con i muretti a secco, eseguiti da maestri muratori. “Che la Puglia fosse la Regione più bella al mondo - sostiene Giovanni D’Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti" - forse noi italiani lo sapevamo già, e i milioni di turisti che ogni anno la scelgono lo dimostrano ma, il National Geographic ha voluto dare a questa terra straordinaria, in riconoscimento che, peraltro, era stato ottenuto dalla Puglia, già nel 2014”.

cms_23049/Foto_2.jpg

Per concludere, un’ultima considerazione di un pugliese-barese (come me), se mi è consentito, con una punta di orgoglio campanilistico: conoscendo benissimo e interamente la Puglia - per aver svolto, per molti anni, la professione di agente immobiliare anche per le case vacanze - posso confermare e ribadire la bellezza mozzafiato e l’unicità di diverse località della regione, per cui... da italiano auspico che questo riconoscimento straordinario ci restituisca l’identità del "Bel Paese" e, da pugliese, che grazie alla spinta della Puglia si possa diventare la Florida dell’Europa.

Antonio Iasillo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos