AUSTRIA: 15 ANNI DI CARCERE PER L’EX VICECANCELLIERE STRACHE

La prima sentenza dello scandalo Ibizagate

1630104314Copertina.jpg

Stando a quanto riportato dall’agenzia Apa, l’ex vicecancelliere (dimessosi al termine del primo governo Kurz) nonché capo del partito di estrema destra Fpoe (Partito della Libertà austriaco) Heinz-Christian Strache sarebbe stato condannato con l’accusa di corruzione. Il reato è riconducibile allo scandalo che nel 2019 popolò le cronache europee con il nome di Ibizagate: il politico 52enne avrebbe favorito la variazione di una norma a vantaggio del compagno di partito Walter Grubmueller, il quale si sarebbe accaparrato così dei finanziamenti pubblici per la sua clinica privata.

cms_22966/Foto_1.jpg

Quella che vede protagonista Strache è la prima sentenza nell’ambito dell’Ibizagate. Le indagini sarebbero partite da alcune riprese video, della durata di ben 7 ore, che ritraevano Strache intento a trattare con la (finta) nipote di un oligarca russo: il leader del Fpoe le prometteva appalti pubblici chiedendole sostegno nella campagna elettorale del 2017. Alla proposta della donna di acquistare il giornale più letto di tutta l’Austria, Strache replicava compiaciuto: “Vogliamo creare un sistema mediatico come quello di Orban”. Il tutto avveniva nella sua villa a Ibiza, da cui l’appellativo con cui è stata ribattezzata l’intera vicenda.

cms_22966/Foto_2.jpg

La condanna in primo grado del Tribunale di Vienna è di 15 anni di detenzione, con la condizionale. Una pena tutto sommato clemente, che la giudice Claudia Moravec-Loidolt ha giustificato asserendo che gli importi sottratti alle casse dello stato fossero piuttosto bassi: si parla di circa 12mila euro, secondo quanto accertato fino ad adesso.

Alice My

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos