ASTRAZENECA - PFIZER, MIX VACCINI FUNZIONA: STUDIO SU NATURE

In Italia ulteriori 3.995 contagi e altri 72 morti - I dati dalle Regioni - Immunità di gregge, Pregliasco: "Non la raggiungeremo mai"

24_5_2021.jpg

cms_21985/MIX_VACCINI.jpg

cms_21985/vaccini.jpgAstraZeneca-Pfizer, mix vaccini funziona: studio su Nature

Combinare, nella campagna vaccinale, Pfizer-BioNTech e AstraZeneca produce "una potente risposta immunitaria contro il virus Sars-CoV-2". E’ quanto hanno evidenziato i risultati preliminari di uno studio spagnolo, condotto dal Carlos III Health Institute di Madrid, su 663 volontari e pubblicato su Nature. Una sperimentazione condotta nel Regno Unito, per verificare la strategia di mixare i due vaccini, aveva già dato rassicurazioni sulla sicurezza e presto fornirà ulteriori dati sulle risposte immunitarie. La speranza dei ricercatori è che la strategia di ’mix & match’ dei vaccini, "possa semplificare gli sforzi di immunizzazione per i paesi che affrontano forniture fluttuanti dei vari vaccini", sottolinea lo studio.

Ad aprile lo studio ’Combivacs’ ha arruolato 663 persone che avevano già ricevuto una prima dose del vaccino AstraZeneca. Due terzi dei partecipanti allo studio, in modo casuale, hanno ricevuto dopo 8 settimane il richiamo con il vaccino mRNA prodotto da Pfizer. Un gruppo di controllo di 232 persone non ha ancora ricevuto la seconda dose. Dopo la seconda dose, i partecipanti hanno iniziato "a produrre livelli di anticorpi molto più elevati rispetto a prima e questi anticorpi nei test di laboratorio sono stati in grado di riconoscere e inattivare Sars-CoV-2 - rileva lo studio - I partecipanti che non hanno ricevuto il richiamo non hanno registrato alcun cambiamento nei livelli di anticorpi".

cms_21985/4.jpg

cms_21985/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 3.995 contagi e altri 72 morti

Sono 3.995 i contagi da coronavirus in Italia, secondo i dati, regione per regione, nel bollettino della Protezione Civile.

Ieri, nelle regioni, registrati 72 morti, che portano il totale a 125.225 dall’inizio dell’emergenza legata al covid-19. Sempre nella giornata di ieri, sono stati eseguiti 179.391 tamponi: il tasso di positività è al 2,2%.

cms_21985/italia.jpg

I dati dalle Regioni

LAZIO - Sono 413 i nuovi contagi da coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri 8 morti.

LOMBARDIA - Sono 711 i contagi da coronavirus. Si registrati altri 9 morti, che portano il totale a 33.471 dall’inizio dell’emergenza legata al covid-19.

CAMPANIA - Sono 628 i contagi da coronavirus. Registrati altri 5 morti: 3 nelle ultime 48 ore, altri 2 in precedenza.

ABRUZZO - Sono 68 i contagi da coronavirus. Si registrano altri 2 morti.

BASILICATA - Sono 38 i contagi da coronavirus. Non è stato registrato alcun decesso.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 31 i contagi da coronavirus. Si registra 1 morto.

PIEMONTE - Sono 271 i contagi da coronavirus. Si registrano altri 2 morti.

PUGLIA - Sono 274 i contagi da coronavirus. Si registrano altri 20 morti.

VENETO - Sono 133 i contagi da coronavirus. Si registrano altri 3 morti, che portano il totale a 11.528 dall’inizio dell’epidemia di covid-19.

VALLE D’AOSTA - Sono 15 i contagi da coronavirus. Nelle ultime 24 ore non si registrano ulteriori decessi.

EMILIA ROMAGNA - Sono 299 i contagi da coronavirus. Si registrano altri 6 morti.

SARDEGNA - Sono 20 i contagi da coronavirus. Non si registrano nuovi decessi (1.446 in tutto).

TOSCANA - Sono 382 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 8 morti.

MARCHE - Sono 107 i contagi da coronavirus. Il rapporto positivi/testati è pari al 3%.

CALABRIA - Sono 165 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 2 morti.

LIGURIA - Sono 58 i nuovi contagi da coronavirus. Nella tabella si fa riferimento a un altro morto.

SICILIA - Sono 238 i nuovi contagi da coronavirus. Nella tabella si fa riferimento ad altri 2 morti.

cms_21985/Immunità_di_Gregge.jpg

cms_21985/Pregliasco.jpgImmunità di gregge, Pregliasco: "Non la raggiungeremo mai"

L’immunità di gregge per il Coronavirus? Per il virologo Fabrizio Pregliasco, "non la raggiungeremo mai. Si tratta infatti della condizione in cui, secondo modelli matematici, risulta azzerata la diffusione della malattia, e noi non ce la facciamo, nel senso che la malattia diventerà endemica, riusciremo ad abbassare molto l’incidenza e quindi a convivere con il virus. E questo riusciremo a farlo nell’arco di 2-3 mesi". Ne è convinto il virologo dell’Università di Milano che, all’Adnkronos Salute, spiega come "anche raggiungendo l’80% di popolazione vaccinata", obiettivo raccomandato come target di copertura vaccinale dell’Oms Europa, "la malattia risulta quasi spenta ma non si arriva mai all’azzeramento della circolazione del virus".

"Quando arriveremo al 50% di vaccinati, ai quali aggiungiamo circa 4 milioni di quelli guariti che - sottolinea Pregliasco - sono in realtà almeno il doppio, perché sono tanti quelli non censiti come malati nella prima ondata, arriveremo ad avere gli anziani fragili protetti, ma rimarrà una quota di giovani che manterranno ’attiva’ la catena di contagio. Quindi, grazie ai vaccini, possiamo parlare di una convivenza con il virus per alcuni anni, che si spera - conclude - sia una convivenza molto ’civile’.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos