ASPETTANDO GLI ‘ALL BLACKS’

Novità dal raduno degli Azzurri: Michele Lamaro è il nuovo capitano

1635267061copertina_copia.jpg

È una pesante eredità quella che si è vista consegnare Michele Lamaro durante il raduno di Verona. A soli 23 anni è il nuovo capitano della nazionale italiana di Rugby. L’ufficialità è stata data da Kieran Crowly, commissario tecnico dell’Italia, dopo una riunione con lo staff e i giocatori. “Abbiamo un gruppo di giocatori giovani molto validi che ha esordito in Nazionale in un arco temporale non molto distante tra di loro. La scelta è ricaduta su uno degli atleti che ha mostrato una grande crescita dal punto di vista tecnico e della leadership con una maturazione costante che, dopo le selezioni giovanili FIR, da questa stagione guiderà anche una delle due franchigie federali”, dichiara Crowley.

cms_23616/foto_1.jpeg

Lamaro riceve il testimone dal tallonatore della Benetton Rugby, Luca Bigi, un grande combattente che ha avuto l’onere di guidare il XV azzurro in un periodo molto buio per l’Italrugby, fatto di pesanti sconfitte e cambi di allenatore. “Voglio ringraziare Luca Bigi per l’approccio avuto e per il lavoro svolto da capitano. Continuerà ad essere una parte importante del gruppo dei Leaders da qui in avanti”, aggiunge il ct dell’Italia. Non è la prima volta che un flanker si mette a capo della squadra azzurra. Guardando al passato, Michele Lamaro, già co-capitano con i Leoni della Benetton, ha l’onore di guidare il XV azzurro così come lo hanno fatto Bollesan, Giovannelli e il grande Sergio Parisse: “Ho avuto predecessori illustri in questo ruolo. Farò del mio meglio per poter aiutare l’Italia a raggiungere gli obiettivi prefissati”, dichiara il neo capitano azzurro.

cms_23616/foto_2.jpeg

Nato a Roma nel 1998, inizia a giocare a rugby nell’Unione Sportiva Primavera; nel 2016 passa alla Lazio, squadra con cui aveva militato nel Campionato Italiano Under 18, giocando 14 partite; poi è la volta del Petrarca dove vince lo Scudetto diventando il più giovane atleta a vincere il titolo di Miglior giocatore del torneo; nel 2019 passa alla franchigia biancoverde sotto la guida tecnica di Kieran Crowley; esordisce con la nazionale maggiore nel test match con la Francia giocato a novembre del 2020. “La figura del capitano nel tempo ha subito una evoluzione. Si è passato da una figura unica a un gruppo di giocatori di esperienza che supportano il capitano nella gestione del gruppo. Poter avere più punti di riferimento per tutti i membri del team credo sia un aspetto fondamentale negli sport di squadra”, aggiunge Lamaro. Di stoffa da campione e di qualità ne ha tanta, ma bisogna adesso vedere se sarà in grado, come Parisse, di trascinare da vero leader un gruppo che aspetta da troppo tempo di emergere dalle quelle paludi fatte di annose delusioni.

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos