AL VIA IL CONSIGLIO NATO-RUSSIA

Borrell chiede unità all’Unione Europea. Cremlino: dichiarazioni aggressive

1642034094AL_VIA_IL_CONSIGLIO_NATO-RUSSIA.jpg

Prende il via uno degli incontri internazionali più importanti della storia recente mondiale. Nel quartier generale dell’Alleanza transatlantica, a Bruxelles, il tanto atteso Consiglio NATO-Russia. Questa riunione ha l’obbiettivo di muovere i primi passi sulla via del dialogo sulla crisi ucraina. Nella giornata scorsa, si è tenuta la conferenza stampa di Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO. “La riunione – scrive su Twitter il funzionario – è un’occasione opportuna di dialogo in un momento critico per la sicurezza europea, quando la tensione è alta è ancora più importante sederci attorno allo stesso tavolo e affrontare le nostre preoccupazioni”.

cms_24433/Foto_1.jpg

Josep Borrell, Alto Rappresentate per la Politica Estera dell’Unione Europea, nel frattempo ha preso parte al Consiglio informale dei ministri della Difesa europei a Brest: “la Russia sta minacciando l’Ucraina e sta ponendo sul tavolo la questione della struttura della sicurezza europea, di fronte alle minacce della Russia l’UE deve essere ferma, unita e soprattutto deve agire – asserisce, chiedendo appunto unità – due cose sono chiare: dobbiamo arrivare ad un’unica posizione dell’UE e dobbiamo dare sostanza al nostro ruolo con azioni concrete, non dobbiamo dire cosa pensiamo o cosa vogliamo ma cosa intendiamo fare”.“Nelle ultime 24 ore, negli ultimi giorni abbiamo visto che i colloqui in corso – sulle garanzie di sicurezza richieste dalla Russia, ospite d’onore del meeting – vengono accompagnati da dichiarazioni vivaci e aggressive da parte di Washington, e naturalmente tutto ciò desta il nostro interesse anche se ne capiamo il motivo”. A dirlo è il portavoce del Cremino Dmitry Peskov, citato dalla TASS.

cms_24433/Foto_2.jpeg

A differenza dei funzionari americani noi non vogliamo lanciare minacce, ultimatum e prevedere un prezzo elevato, che qualcuno potrebbe pagare – continua Peskov - Visto che parliamo di negoziati, li stiamo tenendo in modo civile, siamo aperti al dialogo e i nostri diplomatici hanno conservato le tradizioni diplomatiche nonostante la situazione difficile; preferiamo avere dei colloqui, in primo luogo, e solo dopo esprimere le nostre valutazioni e previsioni”. Affidandosi sempre a Twitter, la vice-segretario di stato USA Wendy Sherman, ha controbattuto: “Nel Consiglio Nato-Russia di oggi ho riaffermato i principi fondamentali del sistema internazionale e della sicurezza europea: ogni paese ha il diritto sovrano di scegliere la propria strada”. Una grande partita di palla avvelenata, giocata su scala mondiale, da cui presumibilmente dovrà emergere un solo vincitore.

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos