ALLO ‘JUVENTUS STADIUM’ LA VERA SIGNORA È LA FRAPPART!

Serata positiva per le italiane: vince in casa la Juventus (3-0) e pareggia in trasferta la Lazio (1-1) trascinata dal solito Immobile

ALLO_JUVENTUS_STADIUM_LA_VERA_SIGNORA_E__LA_FRAPPART__3_12_2020_CHAMPIONS.jpg

Dopo la serata comunque positiva delle due squadre milanesi, non deludono le aspettative neppure Juventus e Lazio che chiudono rispettivamente la quinta giornata della fase a gironi della Champions League con una vittoria ed un pareggio. Vince, infatti, la Juventus (già qualificata) contro la Dinamo Kiev per 3-0, mentre la Lazio conquista sul campo del Borussia Dortmund un punto prezioso (1-1) che la avvicina agli ottavi di finale.

cms_20193/2_frappart_afp__arbitro_donna_ok.jpg

Ma i riflettori dell’Allianz Stadium di Torino non potevano che essere puntati sulla francese Stephanie Frappart, la prima donna ad arbitrare una gara di Champions League maschile, il massimo torneo europeo per club. La 36enne direttrice di gara, che aveva già diretto alcune partite del campionato francese, esordito in Europa League e diretto con ottimi risultati anche la finale dello scorso anno di Supercoppa europea, oggi diventa il simbolo della parità di genere. Cosa potrà realmente cambiare e in quanto tempo, questo lo dirà la storia. Quello che è certo è che si tratta di un altro importante passo in avanti - in questo senso - da parte di tutto il mondo del calcio.

JUVENTUS-Dinamo Kiev: 3-0

LA PARTITA - Con il 4-4-2 l’allenatore della Juve, Pirlo manda in campo: Szczesny; Demiral, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Chiesa, Bentancur, McKennie, Ramsey; Morata, Ronaldo.

Con il 4-2-3-1, invece, il tecnico della Dinamo Kiev, Lucescu, opta per: Bushchan; Kedziora, Popov, Zabarnyi, Mykolenko; Sydorchuk, Shaparenko; Tsygankov, Shepelev, Rodrigues; Verbic.

cms_20193/3_Pirlo_AFP_Fg_buona_ok.jpg

Inizia col piglio giusto la squadra di Pirlo che, dopo aver creato qualche pericolo alla difesa avversaria, passa in vantaggio con un colpo di testa di Chiesa (20’). Insistono i bianconeri alla ricerca del raddoppio, ma la traversa nega il gol a Ronaldo. Sul finire di tempo si fa vedere anche la Dinamo Kiev, ma Tsygankov, tutto solo davanti a Szczesny, si fa incredibilmente respingere il pallone che avrebbe potuto regalare un insperato pareggio. Nella ripresa dopo un paio di pericoli – uno per parte – la Juve chiude la partita in nove minuti. Ci pensano Ronaldo (57’) - bravo a farsi trovare solo e ad appoggiare in rete la palla con il portiere ormai superato – e Morata (66’), abile a liberarsi in area di un paio di avversari e a realizzare con un preciso rasoterra.

La situazione del Gruppo G è ora la seguente: Barcellona (15), Juventus (12), Dinamo Kiev (1), Ferencvaros (1).

B. DORTMUND-LAZIO: 1-1

LA PARTITA - Con il 4-2-3-1 l’allenatore del B. Dortmund, Favre, schiera: Bürki; Piszczek, Akanji, Hummels, Morey; Delaney, Guerreiro; Bellingham, Reyna, Hazard; Reus. Con il 3-5-2, invece, il tecnico della Lazio, Inzaghi, risponde con: Reina; Patric, Hoedt, Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Fares; Correa, Immobile.

cms_20193/4_Inzaghi_Simone_Afp_ok.jpg

Parte in sordina la Lazio che subisce il predominio del Borussia Dortmund. Ma è proprio la squadra di Simone Inzaghi a rendersi maggiormente pericolosa grazie a veloci ripartenze con Correa e Acerbi. Reagisce immediatamente il Dortmund che dopo qualche minuto sfiora il vantaggio con Reus, ma la palla sfiora il palo alla sinistra di Reina. La gara sembra incanalarsi sullo 0-0 quando, sul finire di tempo, il Dortmund trova il gol del vantaggio grazie ad un preciso rasoterra di Guerreiro (44’) da posizione ravvicinata. Nella ripresa, però, si vede una Lazio più determinata e più propositiva. Trascinata da un ottimo Immobile prova a fare costantemente la partita. Così, dopo l’occasione mancata da Reyna, la squadra biancoceleste non solo raggiunge il meritato pareggio con Ciro Immobile (67’) dal dischetto, ma sfiora addirittura il raddoppio nel finale di gara con Immobile (ancora lui) e Pereira. Bravo Bürki ad opporsi con due ottimi interventi.

Alla luce dei risultati ottenuti dalle squadre del Gruppo F, la classifica è ora la seguente: Borussia Dortmund (10), Lazio (9), Bruges (7) e Zenit (1).

(Foto da adnkronos.com Afp e Fotogramma - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos