ALLA SCOPERTA DEI BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA

CONTESSA ENTELLINA

Contessa_Entellina_01_ITALIA_MERAVIGLIOSA).jpg

Contessa Entellina è un rarefatto borgo medievale che mantiene ancora intatta la sua antica struttura urbanistica, situata al centro occidentale della Sicilia, nella verde valle del Belice, incontaminato luogo delle tradizioni etniche e della civiltà artigiana, pastorale e contadina, con il suo vasto territorio di oltre 13600 ettari che comprende i suoi 5 borghi rurali: Piano Cavaliere, Cozzo Finocchio, Roccella, Pizzillo e Castagnola.

Le origini per l’insediamento urbano risalgono al 1178 ai tempi di Guglielmo II distrutta poi nel 1246 dai Saraceni, successivamente è stata la prima prima colonia di fondazione Albanese d’Italia nel 1450, sorto prima da gruppi di militari stradioti e dopo nel 1480 da un’ondata migratoria dall’Albania a causata dall’avanzata dei turco ottomani.

Uno dei più particolari borghi medievali della Sicilia con più di 1300 abitanti, oltre 570 m sul livello del mare, è ubicato sulle falde del Monte Genuardo con le caratteristiche colline argillose dell’entroterra, tra i più ben conservati d’Italia.

Le Chiese esistenti furono fondate dal XVI° al XVIII° secolo, con varie opere orientali con icone,iconostasi,mosaici, affreschi, crocifissi lignei, tabernacoli e fonti battesimali dei piu’ rinomati artisti Siciliani che hanno lasciato la loro impronta.

cms_20540/1.jpg

cms_20540/2.jpg

cms_20540/3.jpg

cms_20540/4.jpg

La storia, l’arte, il folclore e l’ambiente fanno di Contessa Entellina un borgo medievale molto diverso da tutti gli altri siciliani, in cui ancora oggi convivono due comunità: quella latina e quella greco albanese.

Nel cuore del centro storico dominano le due Chiese: quella della SS. Maria Annunziata e S. Nicolò di rito bizantino e quella di Santa Maria Della Favara di rito latino cattolico.

cms_20540/5.jpg

cms_20540/6.jpg

Oltre alla lingua italiana e al dialetto locale, si parla l’antica lingua albanese.

Appartiene all’Eparchia di Piana degli Albanesi.

I campanili, i monumenti, vicoli, cortili, gradonate, archi, fontane, piazze, palazzi ed abitazioni nel centro storico hanno diverse strutture architettoniche, ma risaltano quelle dello stile bizantino e barocco.

I prodotti tipici sono legati alla zootecnia autoctona della zona; olio extravergine d’oliva, agrumi, formaggi pecorini, i dolci caratteristici, sono tra i prodotti principali a kilometro zero.

cms_20540/7.jpg

Contessa Entellina sarà menzionata nel mio prossimo Terzo Libro di " Viaggi tra i misteri e le meraviglie nascoste della Sicilia antica " che inizierò a scrivere quest’anno.

Tregor Russo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos