AD ALBEROBELLO DIEGO FUSARO, KATIA RICCIARELLI E GIOBBE COVATTA

III edizione di FestivArts nella Capitale dei Trulli da 25 anni patrimonio Unesco

1625630044AD_ALBEROBELLO_DIEGO_FUSARO,_KATIA_RICCIARELLI_E_GIOBBE_COVATTA.jpg

cms_22435/1.jpegUn format per conoscere l’essere umano al di là del grande artista attraverso un’atmosfera intima ed accogliente capace di innescare interazioni inedite ed irripetibili e un contatto diretto con il pubblico. E’ questo FestivArts, l’originale contenitore culturale ideato da Domi Ciliberti, con la direzione artistica di Pino Savino, promosso dal Comune di Alberobello e patrocinato Costa dei Trulli, che da tre anni anima la fiabesca piazza del Sacramento, incorniciata dall’affascinante Trullo Sovrano, ad Alberobello, in provincia di Bari.

Diversi gli artisti già accolti nelle scorse edizioni tra le antiche e caratteristiche costruzioni a forma conica, patrimonio UNESCOda 25 anni, tra cui Giancarlo Giannini, Michele Placido, Eugenio Finardi, Dino Abbrescia e alcuni dei membri della band Dire Straits Legacy di fama planetaria tra cui Phil Palmer. Ogni incontro, guidato da Domi Ciliberti, si rivela unico ed imprevedibile riuscendo, così, a restituire al pubblico un’ora e mezzo di puro flusso di emozioni.

cms_22435/2_Diego_Fusaro.jpegEd è con questi presupposti che prenderà il via, il prossimo 10 luglio, la III edizione di FestivArts, con il primo ospite Diego Fusaro, una delle voci più autorevoli e controcorrente del panorama culturale italiano. Filosofo e insegnante di filosofia presso l’Istituto Alti Studi Strategici e Politici di Milano (IASSP), di cui è anche direttore scientifico. E’ stato qualificato dal quotidiano “La Repubblica” come uno dei tre giovani filosofi europei più promettenti.

Oltre a dirigere alcune collane filosofiche per diversi editori (Il Prato, Mimesis, Bompiani), cura blog e riviste, ed è editorialista de “La Stampa” e de “Il Fatto Quotidiano”.

Autore di numerosissimi saggi, si definisce “allievo indipendente di Hegel e di Marx” e, coerente con il pensiero “L’essenziale è rimanere fedeli al proprio scopo” del filosofo e poeta tedesco, è spesso sotto i riflettori dei media per la sua visione fuori dal coro. Con lui un’ampia chiacchierata tra filosofia, cultura e attualità toccando anche le tematiche dei suoi innumerevoli saggi.

cms_22435/3v_Katia_Ricciarelli.jpegIl 23 luglio sarà la volta di Katia Ricciarelli, eccelsa soprano, celebre anche per le sue apparizioni sul grande e piccolo schermo in qualità di attrice televisiva, oltre che in alcuni musical e commedie teatrali.

Nella sua lunga carriera ha calcato i più grandi palcoscenici del mondo, dalla Scala di Milano al Lyric Opera di Chicago, passando per la Royal Opera House di Londra.

Direttrice artistica del Politeama Greco di Lecce e del Sferisterio di Macerata, ha iniziato negli anni duemila una fortunata carriera di attrice, dapprima per sceneggiati televisivi, poi con film d’autore.

Nella sua riservata vita privata si susseguono il tenore José Carreras ed il noto conduttore televisivo Pippo Baudo.

cms_22435/4v_Giobbe_Covatta.jpgInfine, il 2 agosto sempre alle ore 21.00, chiuderà la rassegna il tarantino Giobbe Covatta, comico, attore, scrittore, umorista, commediografo, attivista e politico italiano, amato non solo per le sue innate doti comiche ma anche per la straordinaria umanità e spontaneità che traspare dal suo modo di essere. La sua grande popolarità inizia sul piccolo schermo e nelle divertenti comparsate al "Maurizio Costanzo Show", consacrandosi ben presto come uno degli uomini d’oro dell’editoria; la sua prima pubblicazione "Parola di Giobbe" (Salani, 1991), infatti, vende oltre un milione di copie, una cifra impensabile per un qualsiasi altro libro. Centinaia le sue apparizioni in tv e teatro come attore e comico e, soprattutto, sempre in prima linea nel suo impegno umanitario che lo ha portato a diventare testimonial dell’AMREF (Fondazione Africana per la Medicina e la Ricerca), a collaborare per Greenpeace e ad impegnarsi in spettacoli sui diritti umani e per il sociale.

cms_22435/5.jpg

Una scelta solo apparentemente eterogenea perché ogni incontro ricade nello spirito di FestivArts di guardare al futuro con coraggio, resistenza e resilienza. «La pandemia che ha colpito il mondo ha cambiato la nostra percezione sia nell’agire che nel pensare - ha sottolineato Pino Savino in merito ai tre artisti individuati per l’edizione 2021 - La scelta artistica di Festivarts 2021 è figlia del momento che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo. Gli artisti sono stati scelti con l’auspicio che i loro pensieri, la loro storia, il loro essere, possa spingerci verso un modo migliore di vivere la quotidianità. Fusaro, maestro del pensiero, ci racconterà la sua versione personale che si discosta da quella che sentiamo ripetere ogni giorno dai mass media; la Ricciarelli, artista internazionale che si è esibita nei più grandi teatri del mondo, racconterà il suo inizio, la sua arte oggetto di grandi risultati ma anche vittima di grandi critiche. Una donna forte, oltre che un artista eccelsa, e, ascoltare la sua storia, sarà sicuramente un esempio di positività che ci trasmetterà la capacità di rialzarsi, la capacità di ricominciare raggiungendo grandi risultati. Ricordiamo, infatti, che con grande coraggio, ad un diminuirsi di critiche positive sulla sua voce, è riuscita a mettersi in gioco come attrice ricevendo un nastro d’argento per la sua interpretazione. Covatta, conosciuto soprattutto come comico, in realtà ha sempre portato avanti, collateralmente alla sua arte e, spesso, intrecciandola alla sua comicità, la solidarietà, il pensiero del rispetto dell’essere umano, tanto che, ad oggi, possiamo definirlo un testimonial dell’etica e del rispetto sociale.»

cms_22435/6.jpg

Intensa emozione anche per l’ideatore del festival, Domi Ciliberti. «Si prova una bella sensazione nel ricominciare laddove tutto ha avuto inizio. FestivArts, Alberobello e il Trullo Sovrano sono un connubio indissolubile. Ed è proprio da qui che si riparte. Con una terza imperdibile edizione che cade nel 25° anniversario del riconoscimento della città di Alberobello come sito UNESCO. Tre ospiti d’eccezione che avremo il privilegio di far conoscere al nostro affezionato pubblico e a tutti i turisti che questa estate decideranno di raggiungere l’affascinante capitale mondiale dei Trulli. Un grazie all’intera Amministrazione Comunale di Alberobello che, con perspicacia e lungimiranza, continua senza indugio ad investire in cultura, arte e turismo».

cms_22435/7.jpg

«A nome di tutta la Comunità alberobellese – dice Michele Longo, sindaco del Comune di Alberobello e delegato Anci Puglia per il Turismo – siamo felici di tornare a ospitare nel nostro paese FestivArts che è ormai un appuntamento consolidato dell’estate alberobellese. Un appuntamento che negli anni ha reso magica l’estate alberobellese incastonando nella meravigliosa cornice del Trullo Sovrano l’eccellenza di artisti unici nel panorama italiano e internazionale. Siamo pronti a dar loro il benvenuto con il generoso spirito di accoglienza che contraddistingue da sempre noi alberobellesi e siamo certi che questi artisti lasceranno una traccia indelebile nella nostra estate, contribuendo a renderla indimenticabile, come successo negli anni scorsi con Giancarlo Giannini, i Dire Straits Legacy, Michele Placido, Eugenio Finardi, Omar Pedrini, Dino Abbrescia, Rossana Casale. La formula di FestivArts consente agli artisti di calarsi nella quotidianità del nostro territorio, assaporandone gli odori, i sapori, la genuinità e, soprattutto, il nostro stile di vita. Ci piace che gli artisti vivano Alberobello nella sua essenza e scoprano la realtà del nostro paese. Quest’anno i tre appuntamenti proposti sono targati Costa dei Trulli che non si è mai fermato in questi anni, nemmeno nei mesi più difficili di pandemia. La programmazione condivisa tra i Comuni del progetto di cui siamo stati cofondatori tre anni fa insieme a Fasano e Monopoli, è andata avanti. In questi mesi Costa dei Trulli è cresciuto con l’inserimento di nuove realtà. Attualmente sono 9 i Comuni che ne fanno parte e altri potrebbero aggiungersi, a dimostrazione che solo facendo unendo le forze e le risorse migliori di ciascuna realtà, si possono realizzare importanti progetti di crescita e sviluppo del nostro territorio».

cms_22435/8.jpg

«In qualità di assessore al Turismo del Comune di Alberobello – dice Antonella Ivone - sono orgogliosa di ospitare nella nostra estate artisti di indiscusso valore. Gli eventi che li vedranno protagonisti in piazza Sacramento, nella splendida cornice del trullo Sovrano, saranno un’altra perla del cartellone di eventi che abbiamo programmato e che offrirà a visitatori e turisti manifestazioni adatte a ogni fascia d’età e a gusti diversi. Come dice il titolo stesso del cartellone, la nostra idea è di rendere i Trulli viventi ogni giorno d’estate e siamo certi che Diego Fusaro, Katia Ricciarelli e Giobbe Covatta esalteranno la bellezza della nostra Alberobello offrendo serate uniche che affascineranno i tanti visitatori e turisti, che in questi mesi ci onorano della loro presenza, e tutta la nostra Comunità che potrà vivere serate speciali in un contesto scenografico di una bellezza unica».

cms_22435/9.jpg

Crocevia delle varie espressioni della creatività umana, FestivArts è ideato per divenire evento attrattivo per esponenti di rilievo del panorama musicale, teatrale, cinematografico e culturale. L’obiettivo è quello di offrire preziosi momenti di contatto diretto con il pubblico, rilanciando la sfida di una cultura possibile e per tutti.

FestivArts Alberobello, la bellezza dell’arte in ogni sua forma.

Gli eventi in programma sono liberi. Non è richiesta prenotazione.

Disponibilità di posti a sedere limitata secondo le vigenti disposizioni anti-covid19.

Per informazioni, contattare il numero 3487649373

Terry Melani

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos