“VIAGGI LETTERARI”: OGGI SI PUO’

Itinerari sulle orme dei più celebri autori

VIAGGI_LETTERARI.jpg

Perdendosi tra le pagine di un libro, i lettori vengono spesso rapiti dai luoghi descritti, in cui sono ambientate quelle storie che tanto li hanno appassionati. Accade così che, terminato il viaggio tra le parole, numerosi lettori intraprendono oggi dei veri e propri viaggi per visitare i luoghi dove sono stati ambientati celebri romanzi della letteratura mondiale, curiosi di esplorare antiche abitazioni dei più grandi autori o storiche biblioteche. Famoso è il caso di Sadie Trombetta, una ragazza americana che ha raccontato a Bustle del viaggio intrapreso in bus negli Stati Uniti, da Boston a San Francisco, visitando, tra una sosta e l’altra in diversi ostelli, i luoghi che hanno ispirato le storie di grandi autori della Beat Generation, come Kerouac. Alcuni luoghi rappresentano tante tappe significative nella vita di autori che, in un certo senso, sono riusciti a trasmettere il loro messaggio, il loro senso del viaggio anche alle future generazioni.

cms_9733/2.jpg

Il turismo culturale ormai è sempre più diffuso, in quanto cresce il desiderio dei lettori di poter camminare nei luoghi resi popolari dalla letteratura mondiale. Proliferano iniziative che, per stimolare le persone alla lettura, uniscono viaggio e letteratura, attraverso vacanze in cui è possibile rivivere in prima persona le emozioni di quei luoghi, le cui storie hanno sempre solleticato l’immaginario collettivo. A questo proposito, l’agenzia di viaggi Boscolo collabora con la casa editrice Feltrinelli per organizzare viaggi ispirati ai più grandi capolavori della letteratura di tutti i tempi. Per ora sono 20 le vacanze organizzate per ripercorrere le orme di grandi autori. Una volta selezionata una meta, il servizio online della Boscolo offre una serie di opzioni, adattandole alle esigenze del cliente. L’iniziativa comprende mete come l’Islanda alla ricerca dei miti del nord, il Brasile di Jorge Amado, il Messico di Frida Khalo e Pino Cacucci, l’Uzbekistan di Erika Fatland, i Paesi Baltici (Estonia, Lettonia e Lituania) di Jan Brokken, la Lisbona di Pereira.

cms_9733/3.jpg

“Gli itinerari portano il pubblico alla scoperta dei luoghi dove le storie hanno inizio: romanzi, racconti e reportage diventano il punto di partenza per vivere in prima persona le avventure incontrate sulle pagine degli scrittori più amati”:questo l’incipit con cui il tour operator della Boscolo presenta il suo progetto.

Un’altra iniziativa da riportare è quella del Corriere della Sera, che propone dei viaggi nelle più grandi città del mondo, in cui i lettori vengono accompagnati da un giornalista. Ma nell’esperienza proposta manca la magia letteraria offerta dai romanzi che hanno fatto storia.

Francesco Ambrosio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos