“SI ASCOLTI LA GENTE!”

Il mondo intero invoca la pace, ennesimo appello di Papa Francesco

1650848524SI_ASCOLTI_LA_GENTE!.jpg

"Rinnovo l’appello a una tregua pasquale, segno minimo e tangibile di una volontà di pace". Non esistono frasi di circostanza, ma solamente la dura e cruda realtà. Nel giorno della Pasqua ortodossa, Francesco torna a invocare la fine del conflitto in Ucraina. Non basta solamente indicare un responsabile per pulirsi la coscienza, bensì occorre impegnarsi per ristabilire un equilibrio internazionale. Infatti, in un giorno così speciale la speranza del Risorto sprona a un nuovo cambiamento. Il Papa non si stanca mai di ripetere il suo appello, divenuto ormai una giaculatoria quotidiana: "Ci si fermi, obbedendo al Risorto, che il giorno di Pasqua ripete ai suoi discepoli, pace a voi".

cms_25777/Foto_1.jpg

L’uomo ha dimenticato di porre Dio al primo posto. La mancanza di umanità, mista alla scarsa umiltà, rischia di compromettere seriamente le sorti dell’Europa. Purtroppo, il disinteresse generale si percepisce già dalla terminologia usata per descrivere questo conflitto. Pertanto, Bergoglio continua a spronare i fedeli in modo fermo: "A tutti chiedo di accrescere il coraggio, di manifestare il più possibile, perché la pace è possibile".

Non di poco conto è anche la stoccata che il Pontefice ha riservato al mondo politico, facendosi portavoce dei cittadini, che chiedono a gran voce la fine delle ostilità. Nonostante gli svariati tentativi di cercare una giustificazione al massacro, Bergoglio replica per le rime: "I leader politici ascoltino la voce della gente, che vuole la pace e non un’escalation del conflitto".

cms_25777/Foto_2.jpg

Il desiderio di tutti è chiaro, ma le forze politiche non sembrano condividerlo, lasciando nell’oblio e nella paura la gente comune. Nessuno può fare previsioni in questo momento, anche perché vengono puntualmente smentite. Solamente la determinazione collettiva può far cessare il fuoco.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram