“FERMIAMO LA GUERRA”

Nuovo appello di Francesco per la pace

FERMIAMO_LA_GUERRA.jpg

Di fronte a tutti gli scenari di guerra del nostro tempo, chiedo a ciascuno di essere costruttore di pace e di pregare perché nel mondo si diffondano pensieri e progetti di concordia e di riconciliazione. Oggi stiamo vivendo una guerra mondiale, fermiamoci per favore”.

Le udienze del mercoledì procedono sulla falsariga delle precedenti, imperniate principalmente attorno al tema della pace. Il mondo sta cambiando rapidamente (e non in meglio), con il prevalere degli interessi geopolitici sulla vita umana. Questo processo di disumanizzazione deve destare preoccupazione e allarme, perché dinanzi a tante catastrofi l’uomo sta mostrando il suo lato più oscuro, caratterizzato da una profonda indifferenza verso l’altro. Vero, troppi conflitti sono difficili da seguire e da analizzare, ma la logica cristiana prevede altro. Bergoglio può risultare talvolta ripetitivo, tuttavia è ben cosciente dei pericoli che corre l’intera umanità. Purtroppo, nessuno sembra prendere sul serio le sue parole.

cms_27434/Foto_1.jpg

Nonostante gli ostacoli il Santo Padre non si stanca di predicare, alzando un muro contro ogni forma di violenza. Dinanzi a migliaia di fedeli accorsi per l’udienza, Francesco ci tiene a ricordare il dramma quotidiano del popolo ucraino: “Non dimentico la martoriata ucraina. Ci sono delle bandiere lì”. Indubbiamente le bandiere non bastano: ciò che occorre è un grande sforzo improntato al dialogo. Purtroppo, la speranza di dialogo tra le parti sembra sempre più lontana e a farne le spese sono i comuni cittadini, incolpevoli della voglia di potere.

cms_27434/Foto_2.jpg

L’appello a Maria regina della Pace, non è qualcosa di smielato o bigotto, bensì una importante determinazione sulla via della fede: “Alla Vergine Maria affidiamo le vittime di ogni guerra, di ogni guerra, in modo speciale la cara popolazione ucraina”. Per compiere questo balzo in avanti, Francesco all’interno dell’udienza fa cenno al discernimento quale nuova strada da percorrere: “Per conoscere cosa succede, quale decisione prendere, fare un giudizio su una situazione, ascoltare il proprio cuore. Noi ascoltiamo la televisione, la radio, il telefonino, siamo maestri dell’ascolto, ma ti domando: tu sai ascoltare il cuore? Tu ti fermi per dire: “Ma il mio cuore come sta? È soddisfatto, è triste, cerca qualcosa? Per prendere delle decisioni belle ci vuole ascoltare il proprio cuore”.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram