COVID,EMA AVVIA VALUTAZIONE MONOCLONAEE PREVENTIVO

In Italia ulteriori 72.568 contagi e altri 137 morti - I dati delle Regioni - Covid Italia, risale curva ricoveri pediatrici: report Fiaso

164748262817.jpg

cms_25226/EMA.jpg

Covid, Ema avvia valutazione monoclonale preventivo

Prevenzione del Covid negli adulti e monoclonali. L’Agenzia europea del farmaco Ema ha iniziato la valutazione di una richiesta di via libera al mix di monoclonali di AstraZeneca (tixagevimab-cilgavimab, Evusheld*). A darne notizia è stato l’ente regolatorio Ue, spiegando che la presentazione della domanda di autorizzazione all’immissione in commercio fa seguito alla revisione continua iniziata nell’ottobre 2021.

cms_25226/4.jpg

cms_25226/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 72.568 contagi e altri 137 morti

Sono 72.568 i nuovi contagi da covid in Italia, secondo i dati e i numeri Covid - regione per regione - del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute.

Si registrano inoltre 137 morti.

Sono 490.711 i tamponi processati in 24 ore che fanno rilevare un tasso di positività al 14,8%. Dall’inizio dell’emergenza sono stati contagiati dal covid-19 13.563.466 persone mentre le vittime salgono a 157.314. I guariti sono 12.351.985 in totale, 55.967 nelle ultime 24 ore. Ad oggi in Italia ci sono 1.054.167 (+18.043)positivi.

Calano intanto i pazienti in terapia intensiva 477 (-25) e i ricoverati con sintomi 8.410 (-63), secondo i dati del ministero.

cms_25226/italia.jpg

I dati delle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 16 Marzo 2022)

LAZIO - Sono 8.756 i nuovi contagi da covid nel Lazio secondo dati e numeri della regione nel bollettino di oggi, 16 marzo. Si registrano inoltre altri 11 morti. I nuovi casi a Roma sono 4.344. Nel Lazio "su 11.508 tamponi molecolari e 45.672 tamponi antigenici per un totale di 57.180 tamponi, si registrano 8.756. nuovi casi positivi (-1.806), sono 11 i decessi (-3), 1.030 i ricoverati (-24), 69 le terapie intensive (-5) e +8.523 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15,3%. I casi a Roma città sono a quota 4.344", sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano.

LOMBARDIA - Sono 8.183 i nuovi contagi da covid in Lombardia secondo dati e numeri del bollettino della regione di oggi, 16 marzo. Si registrano inoltre altri 11 morti. A Milano città i nuovi casi sono 1.400. 72.948 i tamponi effettuati. Il tasso di positività sale così all’11,2%. 38.977 il totale dei decessi nella regione da inizio pandemia. Cala il numero di ricoverati: in terapia intensiva ci sono 71 pazienti, 2 meno di ieri; nei reparti Covid ordinari 809, 20 meno di 24 ore fa

In particolare, sono 2.962 i nuovi casi di Covid nel territorio metropolitano di Milano, di cui 1.400 nella città capoluogo. Seguono la provincia di Brescia con 893 nuovi contagi, quella di Varese con 774 e Monza e Brianza con 709. La provincia di Bergamo registra oggi 472 nuovi casi, Como 465, Pavia 408, Mantova 320, Lecco 309, Cremona 240, Lodi 146 e Sondrio 101.

VENETO - Sono 5.795 i nuovi contagi da coronavirus in Veneto oggi, 16 marzo 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione diffuso da Azienda Zero. Si registrano altri 9 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia sale a 1.395.268, mentre gli attualmente positivi sono 57.002. Il totale dei decessi da inizio pandemia ha superato i 14 mila (14.008). Nella giornata di ieri sono state somministrate 2.834 dosi di vaccino.

CAMPANIA - Sono 7.595 i nuovi contagi da coronavirus oggi 16 marzo in Campania, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 4 morti. I nuovi casi sono emersi dall’analisi di 42.581 tamponi. Nel bollettino odierno diffuso dall’unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 4 nuovi decessi, uno avvenuto nelle ultime 48 ore e 3 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Sono 38 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 574 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degen

EMILIA ROMAGNA - Sono 3.682 i nuovi contagi da covid in Emilia Romagna secondo numeri e dati del bollettino della regione di oggi, 16 marzo. Si registrano inoltre altri 11 morti. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, nella regione si sono registrati 1.223.601 casi di positività. 20.783 il totale dei tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 10.263 molecolari e 10.520 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 17,7%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 10.231.479 dosi; sul totale sono 3.765.430 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 93,7%. Le terze dosi fatte sono 2.703.257.

TOSCANA - Sono 5.203 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 16 marzo 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione anticipato su Telegram dal governatore Eugenio Giani. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 5.203 su 30.993 test di cui 7.861 tamponi molecolari e 23.132 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 16,79% (59,4% sulle prime diagnosi)", scrive Giani, aggiungendo che i vaccini attualmente somministrati in Toscana sono 8.751.947 di cui 2.328.346 dosi booster.

SARDEGNA - Sono 2.589 i nuovi contagi da covid in Sardegna secondo dati e numeri del bollettino della regione di oggi, 16 marzo. Si registrano inoltre altri 4 morti. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 12.518 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 19 (+1). I pazienti ricoverati in area medica sono 334 (+6). 25.765 sono i casi di isolamento domiciliare (+450). Si registrano 4 decessi: 1 donna di 79 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari; 2 donne di 78 e 100 anni, residenti nella provincia di Sassari, e 1 donna di 93 anni, residente nella provincia di Oristano.

CALABRIA - Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffuso dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 3.405 i nuovi contagi registrati (su 13.756 tamponi effettuati), +1.445 guariti e 6 morti (per un totale di 2.197 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +1.954 attualmente positivi, +7 ricoveri (per un totale di 336) e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 16).

BASILICATA - Sono 834 i contagi da coronavirus in Basilicata oggi, 16 marzo 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi sono stati individuati su un totale di 3.597 tamponi (molecolari e antigenici). Sono state registrate 420 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 94 (+4) di cui 2 (-1) in terapia intensiva: 54 (di cui 2 in terapia intensiva) nell’ospedale di Potenza; 40 (di cui 1 in terapia intensiva) in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono circa 19mila.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 1.046 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 16 marzo 2022 in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 3 morti che porta il totale delle vittime a 4.844. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 5.793 tamponi molecolari e 5.565 i test rapidi antigenici.

ABRUZZO - Sono 1.832 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 16 marzo 2022 in Abruzzo, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 3 morti che porta il totale a 3.035. Da ieri sono guarite 874 persone. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 4.974 tamponi molecolari e 9.957 test antigenici con un tasso di positività al 12.26%. In Abruzzo al momento ci sono 33.427 positivi. I ricoverati in area medica sono 274, 10 in meno da ieri, mentre le terapie intensive occupate sono 12, una in meno da ieri. Tra le province con il maggior numero di nuovi contagi Teramo a 542, Chieti a 456 e Pescara a 340.

PUGLIA - Sono 6.999 i nuovi contagi da coronavirus oggi 16 marzo in Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 17 morti. I nuovi casi, individuati su 39.253 tamponi giornalieri, sono così suddivisi per provincia: Bari: 2.043; Bat: 540; Brindisi: 657; Foggia: 800; Lecce: 2.111; Taranto: 766, Residenti fuori regione: 62; Provincia in definizione: 20. Sono 87.416 le persone attualmente positive, 542 quelle ricoverate in area non critica e 22 in terapia intensiva. Dati complessivi: 805.869 casi totali, 9.171.755 tamponi eseguiti, 710.615 persone guarite e 7.838 decessi.

PIEMONTE - Sono 2.811 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 16 marzo 2022 in Piemonte, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 4 morti. Tasso di positività al 9,5% sui 29.442 tamponi eseguiti, di cui 24.502 antigenici. Da ieri i guariti sono stati 1.735.

I ricoverati in terapia intensiva sono 20, 3 in meno rispetto a ieri. I ricoverati non in terapia intensiva sono 594, 21 in meno rispetto a ieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 44.831.

SICILIA - Sono 6.002 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 16 marzo 2022 in Sicilia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 26 morti. Da ieri i guariti sono 13.388. Al momento i positivi nell’isola sono 227.578. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi Palermo a 2.012, Agrigento 1.063, Messina 972 e Ragusa 704.

cms_25226/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

Covid Italia, risale curva ricoveri pediatrici: report Fiaso

cms_25226/FIASO_logo.jpgCovid oggi in Italia, cambia segno la curva dei ricoveri di bambini e ragazzi. "Dopo oltre un mese di flessione, torna a salire il numero degli under 18 ricoverati nelle aree Covid: nella settimana 8-15 marzo i piccoli pazienti ricoverati nei 4 ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria sono cresciuti del 48%". Lo evidenzia l’ultimo report della Fiaso, la Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere, in base alla rilevazione negli ospedali sentinella del 15 marzo. Fiaso ha analizzato anche tra i piccoli pazienti in ospedale la presenza o meno di sintomi respiratori e polmonari tipici da Covid. Applicando la distinzione tra ricoverati ’per Covid’ e ricoverati ’con Covid’ "è possibile notare come i bambini ricoverati ’con Covid’, ovvero pazienti in cura per altre patologie trovati positivi al virus, siano più che raddoppiati in una settimana. I ricoverati ’per Covid’, invece, continuano lentamente a diminuire".

"L’incremento del 48% dunque si concentra esclusivamente sui pazienti incidentalmente positivi al tampone, e dunque isolati in reparti Covid, ma che necessitano di differenti cure e terapie in ospedale", precisa Fiaso.

cms_25226/Giovanni_Migliore,_presidente_di_Fiaso.jpg“Le scuole sono tutte aperte e i bambini rappresentano la categoria di popolazione meno vaccinata in assoluto – afferma il presidente di Fiaso, Giovanni Migliore - è chiaro che con questa circolazione ancora intensa e la presenza di Omicron 2 il virus colpisca proprio i soggetti meno vaccinati. Il 48% dei piccoli pazienti ricoverati, infatti, ha tra 0 e 4 anni e non può dunque essere vaccinato".

"Desta ancora preoccupazione il dato sulle vaccinazioni dei genitori dei neonati: il 46% dei piccolissimi pazienti tra 0 e 6 mesi finiti in ospedale ha entrambi i genitori no vax e un’altra percentuale dell’8% un genitore vaccinato e l’altro no. Più della metà dei neonati ricoverati - conclude - non ha alcuna protezione dal virus nemmeno da parte dei familiari che se ne prendono cura".

La curva dei ricoveri scende ancora invece, ma molto più lentamente, tra gli adulti. In una settimana il numero dei pazienti ricoverati in aree Covid si è ridotto del 5,2%. Nel dettaglio, nei reparti ordinari la diminuzione è stata del 5%, mentre nelle terapie intensive la quota è scesa del 7,5%. Questi i dati della rilevazione negli ospedali sentinella Fiaso (Federazione aziende sanitarie e ospedaliere) del 15 marzo. I ricoveri, in discesa dal primo febbraio, avevano registrato la scorsa settimana un calo del 16%.

Negli ultimi sette giorni, tuttavia - spiega Fiaso - si riflettono sulle ospedalizzazioni gli effetti della risalita della curva dei contagi. Tra i pazienti in ospedale, infatti, si registra un lieve aumento del 2% di ricoverati ’con Covid’ nei reparti ordinari, pazienti arrivati in ospedale per curare altre patologie e trovati incidentalmente positivi al virus grazie al tampone pre-ricovero.

In terapia intensiva tre pazienti su quattro sono ricoverati ’per Covid’ con gravi sintomi respiratori: l’83% non risulta vaccinato o non ha ancora fatto la terza dose, evidenzia Fiaso: "è necessario insistere sulla somministrazione della terza dose che ancora molti cittadini non hanno fatto e che serve a proteggere dalle conseguenze gravi del Covid".

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram