Vivere senza problemi di coppia

Il dott. Maurizio Bossi e la sua nuova pubblicazione

Maurizio_Bossi__a_Taranto.jpg

La realtà di coppia, bersagliata sempre più da una subdola dimensione virtuale perché temiamo il confronto ed anche il contatto fisico come un abbraccio, una carezza, una parola pronunciata e qualcosa di più , è in crisi.

cms_6667/M.jpgIl dott. Maurizio Bossi ha pensato bene, nella pubblicazione intitolata “ Vivere senza problemi di coppia”, (presentata nei giorni scorsi presso il Relais Histò San Pietro sul Mar Piccolo di Taranto in Puglia, evento organizzato da Publisport), di occuparsi dell’aspetto del problema che si riferisce alla coppia intesa come organismo vitale, lungi dall’atarassia, dalla pace dei sensi, dall’anoressia sessuale. L’autore del libro collabora con network televisivi nazionali, quotidiani e riviste specializzate; è autore inoltre di diverse pubblicazioni. “Il tutto con uno stile sobrio, accattivante, mai fuori le righe, eppure estremamente rigoroso nella divulgazione dei vari aspetti della sessualità”.

Nel presentare la prima parte del libro il dott. Bossi si è soffermato ad evidenziare il potere del web che ci fa disabituare ai rapporti veri fatti di gesti, parole, insomma di tutto ciò che caratterizza la comunicazione. Bisogna pertanto coltivare le relazioni sociali perché non si dica che la relazione, anche fra due persone, è solo on line e che il loro è un amore touchscreen. Egli fa notare inoltre ai presenti che non si può non accorgerci di come sia diventato difficile stabilire ponti fra noi ed il partner, fatti di dialogo,” requisito indispensabile per creare un clima sereno, armonioso ed aperto al confronto” e, riconosce il fatto che, siamo sempre più imbranati nell’ interpretare” la semiotica dei gesti d’amore”, incapaci inoltre di scegliere, di prendere decisioni, di affrontare le cose così come stanno. “Condannati a vivere l’amore liquido, a tale proposito egli cita Zygmunt ,stabiliamo relazioni prive di sostanza che mancano di contenuto e compromesso. Oggigiorno, più che le relazioni, stabiliamo connessioni, con la frase sui telefoni, la tecnologia che ci permette di tenerci in contatto. Tuttavia, non la utilizziamo per approfondire, ma per connettere. Viviamo nell’effimero mondo dell’istante come collezionisti di eventi liquidi”. Ogni giorno ci è sempre più difficile creare una realtà solida formata dall’amor proprio e da relazioni vere che durino nel tempo con la consistenza richiesta. Dimentichi che esiste la persona accanto a noi che in quel momento sta condividendo un’esperienza usuale come mangiare, dormire, divertirsi, meccanicamente siamo costantemente muniti ed accompagnati dai nostri cellulari spesso vittime del loro uso. Una riflessione è doveroso fare che ci riguarda collettivamente: Quante volte abbiamo interrotto conversazioni, momenti conviviali perché succubi della invadente presenza dei telefonini? Un tempo l’attesa abituava la coppia alla pazienza e stimolava la fantasia, oggigiorno invece siamo costantemente rintracciabili e visibili, tutto si sa di noi. Dietro questa apparente onnipresenza si cela in realtà l’incomunicabilità fra due persone che sanno cronologicamente tutto l’una dell’altro, ma che sempre meno conoscono come realmente è fatto l’altro e quali siano i suoi bisogni. Per questo occorre che ognuno di noi coltivi il proprio giardino segretoperché è all’interno del giardino, che si alimentano i pensieri, le elaborazioni personali e si può indulgere nell’illusione. Dal momento della nostra nascita, le illusioni e le delusioni si succedono per permetterci di cogliere la realtà in maniera autentica, ma anche per darci una speranza di cambiamento. L’illusione ci porta a trasformare il mondo e creare, per questo è necessaria ad una coppia che voglia mantenersi dinamica e in continua evoluzione .“ La presentazione del libro faceva parte dell’evento denominato” Diritto e rovescio della sessualità” dove sono intervenuti inoltre specialisti noti a livello nazionale come il Magistrato Jole Milanesi, il Magistrato Giuseppe Tommasino,l’Avv. Maria Carmela Macchiarola ed il Dott. Francesco Maggi che hanno trattato successivamente nello specifico i problemi legati alla sessualità della coppia, alle violenze sessuali,alle malattie sessualmente trasmesse ed altri temi di stretta attualità.

Il pubblico convenuto è stato numeroso, eterogeneo per estrazione sociale ed età e coinvolto nella fruizione dell’evento.

Ester Lucchese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su