Tunisia, conservatore Saied nuovo presidente con il 72,5%

Polonia, exit poll: partito destra Pis ha maggioranza assoluta - Ungheria, Orban perde Budapest - Hong Kong, protesta e maschere: decine di arresti

14_10_2019_DAL_MONDO_(1).jpg

Tunisia, conservatore Saied nuovo presidente con il 72,5%

cms_14542/saied_bandiera_afp.jpg

Il giurista conservatore indipendente Kais Saied ha vinto in modo schiacciante le elezioni presidenziali in Tunisia ottenendo secondo gli exit poll il 72,53% dei voti contro il 27,47% del magnate dei media Nabil Karoui.

Polonia, exit poll: partito destra Pis ha maggioranza assoluta

cms_14542/kaczynski_polonia_afp.jpg

Stando ai primissimi exit poll, nelle elezioni parlamentari in Polonia il partito di destra Pis ("Diritto e Giustizia") non solo ribadisce il suo precedente risultato ma aumenta ancora la maggioranza assoluta alla Camera: l’exit-pool è stato reso noto sia dalla Tv pubblica Tvp che dalla Tvn (emittente privata) e conferisce al partito del leader Jaroslaw Kaczynski il 43 per cento dei suffragi, pari a 239 seggi

Ungheria, Orban perde Budapest

cms_14542/karacsony_ungheria_afp.jpg

Le opposizioni unite hanno vinto le elezioni per il nuovo sindaco di Budapest e di quelle di alcune grandi città secondo i risultati dell’Ufficio elettorale nazionale. L’affluenza alle urne è stata intorno al 50 per cento. Quando sono stati contati l’81,59 per cento dei voti, la carica di sindaco di Budapest è andata a Gergely Karacsony, il candidato dei partiti uniti dell’opposizione, con il 50,62 percento dei voti. Istvan Tarlos, attuale sindaco ed esponente di Fidesz, il partito del premier Orban, ha ottenuto il 44,29 percento.

Hong Kong, protesta e maschere: decine di arresti

cms_14542/mascherine_Kong_FTG1.jpg

Ancora arresti in tre diversi distretti di Hong Kong. La polizia antisommossa è intervenuta mentre centinaia di manifestanti si sono riuniti per contestare il recente divieto di indossare maschere alle dimostrazioni e hanno ignorato la richiesta della polizia di non aderire ad eventi non autorizzati.

Nel distretto di Mong Kok, i manifestanti hanno bloccato il traffico costruendo grate di lunghe canne di bambù lungo le strade principali. Nei centri commerciali di tutto il territorio, centinaia di persone si sono riunite per manifestare intonando il canto di protesta ’Glory to Hong Kong’ e scandendo lo slogan ’Gli abitanti di Hong Kong resistono’. Una manciata di manifestanti ha vandalizzato i negozi ’vicini’ a Pechino nel centro commerciale Taikoo, mentre centinaia di persone manifestavano pacificamente in altre zone del centro.

Tra i manifestanti finiti in manette giovani vestiti in abiti neri, scesi in piazza per partecipare ai raduni di "lutto" e contestazione contro il divieto di indossare maschere durante le manifestazioni di protesta.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su