Trump: "Operazione turca è una cattiva idea"

Stoltenberg: "Non mettere a repentaglio la lotta all’Isis" - HALLE "Attacco a sinagoga, il killer è un neonazista" -Papa Francesco prega per vittime attentato sinagoga - Nobel, Goodenough più anziano mai premiato: ha 97 anni

10_10_2019_DAL_MONDO.jpg

Trump: "Operazione turca è una cattiva idea"

cms_14489/trump_18_Afp.jpg

"Questa mattina, la Turchia, membro della Nato, ha invaso la Siria. Gli Stati Uniti non sostengono questo attacco e hanno chiarito alla Turchia che questa operazione è una cattiva idea". E’ quanto ha ribadito il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in una nota, assicurando che "non ci sono soldati americani in questa area".

"Dal giorno in cui sono sceso in politica - ha sottolineato ancora Trump - ho chiarito che non volevo combattere queste guerre infinite, insensate, specialmente quelle che non sono a vantaggio degli Stati Uniti". Quindi il presidente ha ricordato che "adesso la Turchia è responsabile perché tutti i combattenti dell’Isis catturati restino in prigione e che l’Isis non risorga sotto alcuna forma. Ci aspettiamo che la Turchia rispetti tutti i suoi impegni e noi continuiamo a monitorare la situazione da vicino".

Stoltenberg: "Non mettere a repentaglio la lotta all’Isis"

cms_14489/stoltenberg_parla_afp.jpg

La Turchia "agisca con moderazione, qualsiasi azione intrapresa dalla Turchia nel nord della Siria sia proporzionata e misurata, non dobbiamo mettere a repentaglio la lotta contro il nemico comune, l’Isis, che pone ancora una grande minaccia al Medio Oriente, all’Africa del Nord ed a tutti i nostri Paesi". Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in una dichiarazione a Palazzo Chigi dopo l’incontro con il premier Giuseppe Conte. "Il nostro alleato, la Turchia, ha legittime preoccupazioni riguardo alla sicurezza, ha subito attacchi terroristici - ha sottolineato il numero uno dell’Alleanza - e ospita milioni di rifugiati siriani. La Nato è stata informata dalle autorità turche di un’operazione nel nord della Siria". "Venerdì sarò a Istanbul e parlerò con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan della questione" conclude.

HALLE "Attacco a sinagoga, il killer è un neonazista"

cms_14489/_tn_1.jpg

L’autore dell’attacco di Halle è un neonazista di 27 anni, Stephan Balliet, che ha diffuso tutto in diretta streaming su internet. Lo scrive il quotidiano popolare tedesco Bild. E’ stato"un attacco antisemita" ha detto il ministro tedesco dell’Interno, Horst Seehofer, parlando dell’assalto vicino alla sinagoga, dove ci sono stati due morti.

Nel filmato, scrive Bild, si vede l’estremista che si dirige verso la sinagoga a bordo di un’auto, con armi e munizioni sui sedili. Davanti al tempio ebraico, l’uomo posiziona degli ordigni esplosivi e poi cerca di entrare sparando. Fallito l’attacco alla sinagoga, il neonazista uccide una passante a sangue freddo e si dirige verso una rivendita di kebab, dove ammazza un altro uomo. Secondo il sito di Der spiegel, nel filmato si sente il neonazista gridare invettive contro gli "ebrei".

Papa Francesco prega per vittime attentato sinagoga

cms_14489/papa_francesco_afp.jpg

Papa Francesco oggi in apertura dei lavori per il Sinodo ha pregato per i "fratelli ebrei" nel giorno di Yom Kippur. Poi a fine Congregazione, riporta Vatican News, ha ricordato nella preghiera anche le vittime dell’attentato alla sinagoga di Halle in Germania. "All’inizio degli interventi liberi, - spiega una nota del Vaticano - anche il Papa ha voluto contribuire alla rilettura del cammino percorso fino ad ora, sottolineando cosa l’ha più colpito di quanto ascoltato. Francesco, che aveva aperto i lavori pregando per i "fratelli ebrei" nel giorno di Yom Kippur, a fine Congregazione ha ricordato nella preghiera anche le vittime dell’attentato alla sinagoga di Halle, in Germania".

Nobel, Goodenough più anziano mai premiato: ha 97 anni

cms_14489/John_Goodenough_nobel_afp.jpg

Nato a Jena, in Germania, nel 1922 John Goodenough, che vive negli Stati Uniti, è diventato, con i suoi 97 anni compiuti lo scorso luglio, il più anziano mai premiato con il Nobel. Lo ha reso noto l’Accademia Reale delle Scienze svedesi. Il segretario permanente dell’Accademia, Goran Hansson, ha spiegato che Goodenough è infatti "qualche mese più anziano" di Arthur Ashkin, al quale lo scorso anno è stato conferito il Nobel per la Fisica.

Hansson ha detto che l’Accademia non ha contattato il ricercatore prima dell’annuncio e che al momento non sa se Goodenough - che divide il premio per l’invenzione delle batterie agli ioni di litio con Stanley Whittingham e Akira Yoshino -sarà presente alla cerimonia di consegna dei premi il 10 dicembre prossimo a Stoccolma.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su