The Merchant of Venice presents its luxury cultural project to the city of Rome

From 23th September to 25th February 2018 at Chiostro del Bramante for "Enjoy" exhibition

The_Merchant_of_Venice_presents_its_luxury_cultural_project_to_the_city_of_Rome.jpg

The Merchant of Venice - an artistic perfume brand - presents itself to the city of Rome with an unusual olfactory event that will take place on the evening of October 25, 2017 at the Bramante Cloister.

cms_7545/3.jpg

The Brand, as a sponsor of the Contemporary Art "Enjoy" exhibition, held from September 2017 to February 2018 in the famous Chiostro del Bramante in Rome, has chosen this prestigious location to organize an evening to discover the “Venetian Perfumery Art”.

cms_7545/00.jpg

The exhibition brings together international artists who have traveled to the present century, representing the pleasure and the game with an invitation to welcome a new and more pervasive perception of aesthetic experience: this very dear subject at The Merchant of Venice and Mavive S.p.A. The Merchant of Venice has decided to venerate Venice, the city’s source of inspiration for the project, with the video A Story About Venice developed by Illumina Film srl. The videos are subdivided into 8 chapters, which recall and promulgate the symbols of Venetian Perfume by The Merchant of Venice.

cms_7545/0001.jpg

Andrea di Robilant, nephew of Lucia Mocenigo, writer and journalist, tells the journey to the discovery of Rosa Moceniga, a precious flower discovered in the garden of Alvisopoli’s villa where it grows indomitable, fragrant and from which the fragrance signed The Merchant of Venice is born. He will illustrate the project born of a lost and rediscovered flower that has created a successful historical novel, a botanical design and above all the fragrance made by the Venetian perfumery house.

cms_7545/001.jpg

The Prof. Alessandro Olmo of the Drom Essential House presents an essence, beauty and uniqueness of the city of Venice with an olfactory performance through the fragrant notes of the new fragrances "Venice Essenza" by The Merchant of Venice. A new project aimed at embracing Venice, a cultural foundation and a source of constant inspiration for the brand.

cms_7545/02.jpg

THE MERCHANT OF VENICE: History and culture are at the heart of the The Merchant of Venice project and are a fascinating combination with a product of excellence.
The strong link to the culture and commitment of the Vidal family to the innovation of museum languages ​​through multisensorship have been known since the creation of the first Perfume Museum of Perfume at Palazzo Mocenigo in Venice. From here, the brand of artistic perfume was born, although young is already present in different countries in the world and in the most prestigious perfumeries in the world such as Harrods, Bloomingdales, Le Bon Marché and many more. "The brand The Merchant of Venice, a luxury cultural brand that delivers art and culture in its products, is well connected to the dynamic qualities of Alexander Calder, the father of kinetic art, and the sensory artist Ernesto Neto, who sculpting its interactive installations through the experience of the smell "continues the entrepreneur" the exhibition wants to explore the perceptual experience in a multi-dimensional and multi-sensorial way, putting in dialogue the protagonists of contemporary art of recent years with the Renaissance environments of the Museum. This is the philosophy with which we thought The Merchant of Venice: contemporary tradition and dynamism, attention to iconography and the language of shapes and colors. " An exceptional location for a unique collaboration that sees the Bramante and Mavive Cloisters for the first time: an exhibition that speaks of contemporary culture (including that of the smell), in an extraordinary historical context, a coherent activity with the cultural strategy of the brand The Merchant of Venice, which is part of the wide and multifaceted artistic landscape of the company, now a leader in the museum sector, and recognized for its support for cultural heritage and cultural heritage.

cms_7545/4.jpg

Enjoy, the exhibition. After the great success of Love. Art meets Love, the unique art exhibition that had a turnout of 150thousand visitors in six months, mainly youngers, the Chiostro del Bramante continues to follow its original ideas proposing, once again, a remarkable exhibition of original artworks. The art exhibition will highlight the differences in individual perception of the artworks. The audience will have this experience guided by the poetical voice of some of the most important and provocative contemporary artists.

cms_7545/5.jpg

Sometimes breaking the rules doesn’t necessarily mean misbehaving, but expanding rules boundaries. A rule that the Chiostro del Bramante follows in its schedules is proposing “out of the box” exhibitions, in which originality is always the base idea of the project.

cms_7545/6.jpg

Art meets Amusement. The Chiostro del Bramante has turned out to be, nationally and internationally, a point of reference for contemporary art. On this basis, it has developed the exhibition that will take place from the 23rd of September 2017 to the 25th of the February 2018. The name chosen Enjoy: Art meets Amusement, not only indicates a different way of experiencing art but also aims to create space for the artworks of worldwide known artists. Therefore, many of the artworks are site specific, designed and built specifically for this venue. The Chiostro’s organization- led by DART- sums, to the creativity of the exhibition, a remarkable productive effort presenting inedited art works.

cms_7545/8.jpg

Among other great artists Alexander Calder, Mat Collishaw, Jean Tinguely, Leandro Erlich, Tony Oursler, Ernesto Neto, Piero Fogliati, Michael Lin, Gino De Dominicis, Erwin Wurm, Hans Op de Beeck, Studio 65, Martin Creed, Ryan Gander, teamLab, protagonists of the last century and the third millennium, are going to present their artworks. They are all linked by the pursuit of amusement, intended as its etymological meaning: “driven elsewhere”.

cms_7545/1.jpg

Elsewhere, meant also as “other from itself” and the desire of getting lost in art is the common basis of the artists who are going to exhibit at Enjoy and whose art pieces will lead the audience through an invisible path in which the spectator will be able to see the artworks from different perspectives and therefore sense different perceptions.

“Pleasure, game, fun, excess dimensions- says Danilo Eccher, the exhibition’s curator– have always been fundamental elements in art. Art drowns in sorrow but feeds on pleasures. Illusion is a transparency that misshapes reality, it’s a semblance in which everything is possible, suggesting either the doubt of a riddle or the smile of a surprise.”

cms_7545/9.jpg

When visiting Enjoy start from Alexander Calder’s sculptures, then lose yourself in Leandro Erlich’s mirror maze and then dive into Martin Creed’s art installations or even in TeamLab’s illusory light-games in which the audience becomes unavoidably part of the artwork. At last let Tony Oursler’s creepy and indiscreet eyes chase you, and then meet Erwin Wurm’s deformed bodies. From one artist to another, from one hall to another the Chiostro del Bramante is going to become the place where to discover a whole new reality, that exists in every artwork (some of which huge). But then again, this realty might not even really exist. As Paul Klee said, “Art does not reproduce the visible; rather, it makes visible what not always is.”

cms_7545/italfahne.jpgThe Merchant of Venice presenta il suo progetto di lusso culturale alla città di Roma.

Dal 23 settembre al 25 febbraio 2018 al Chiostro del Bramante in occasione della mostra "Enjoy".

The Merchant of Venice – brand di profumeria artistica –, si presenta alla città di Roma con un inedito evento olfattivo che si terrà la sera del 25 ottobre 2017 al Chiostro del Bramante.

Il Brand, in qualità di sponsor della mostra di arte contemporanea “Enjoy” che si tiene da settembre 2017 a febbraio 2018 nel celebre Chiostro del Bramante a Roma, ha scelto questa prestigiosa location per organizzare una serata volta alla scoperta dell’Arte Profumatoria Veneziana.

La mostra riunisce artisti internazionali che hanno percorso il secolo breve fino ai giorni nostri, rappresentando il piacere e il gioco con un invito ad accogliere una nuova e più rotonda percezione dell’esperienza estetica: tematica questa molto cara a The Merchant of Venice e a Mavive S.p.A. The Merchant of Venice ha deciso di omaggiare Venezia, la città fonte di ispirazione del progetto, con il video A Story About Venice sviluppato da Illumina Film srls. I video si suddividono in 8 capitoli, che ripercorrono e omaggiano i luoghi simbolo dell’Arte Profumatoria Veneziana di The Merchant of Venice.

Andrea di Robilant, nipote di Lucia Mocenigo, scrittore e giornalista, racconta il viaggio alla scoperta della Rosa Moceniga, un fiore prezioso scoperto nel giardino della villa di Alvisopoli in cui cresce indomita, profumatissima e da cui nasce la fragranza firmata The Merchant of Venice. Illustrerà il progetto nato da un fiore perduto e poi riscoperto che ha dato vita ad un romanzo storico di successo, ad un progetto botanico e soprattutto alla fragranza realizzata dalla casa di profumeria veneziana.

Il Maestro Profumiere Alessandro Olmo, della casa essenziera Drom, presenta con una performance olfattiva l’essenza, la bellezza e l’unicità della città di Venezia attraverso le note olfattive delle nuove fragranze “Venezia Essenza” di The Merchant of Venice

Un nuovo progetto teso ad omaggiare Venezia, fondamento culturale e fonte di costante ispirazione per il marchio.

THE MERCHANT OF VENICE: La storia e la cultura sono alla base del progetto The Merchant of Venice e costituiscono un connubio affascinante con un prodotto di eccellenza.

Il forte legame con la cultura e l’impegno della famiglia Vidal nell’innovazione dei linguaggi museali attraverso la multisensorialità, sono noti sin dalla creazione del primo Percorso museale del Profumo presso Palazzo Mocenigo a Venezia.

Da qui è nato il marchio di profumeria artistica che benché giovane è già presente in diversi paesi nel mondo e nelle più prestigiose profumerie del mondo come Harrods, Bloomingdales, Le Bon Marché e molti altri.

“Il brand The Merchant of Venice, brand di lusso culturale, che vira l’arte e la cultura nei suoi prodotti, ben si sposa alle qualità dinamiche di Alexander Calder, padre dell’arte cinetica, e all’artista sensoriale Ernesto Neto, che scolpisce le sue installazioni interattive attraverso l’esperienza dell’olfatto” continua l’imprenditore “la mostra vuole indagare l’esperienza percettiva in modo multi-dimensionale e multi-sensoriale, ponendo in dialogo i protagonisti dell’arte contemporanea degli ultimi anni con i rinascimentali ambienti del Museo. È questa la filosofia con cui abbiamo pensato The Merchant of Venice: tradizione e dinamismo contemporaneo, attenzione all’iconografia e al linguaggio delle forme e dei colori”.

Una location d’eccezione per una collaborazione dal carattere unico, che vede per la prima volta riuniti il Chiostro del Bramante e Mavive: una mostra che parla di cultura contemporanea (anche quella dell’olfatto), in un contesto storico straordinario, attività coerente con la strategia culturale varata dal marchio The Merchant of Venice, che si colloca nell’ampio e sfaccettato panorama artistico dell’azienda, ormai opinion leader anche nel settore museale, e riconosciuta per il sostegno che conferisce alla cultura e al patrimonio culturale.

Enjoy, la mostra. Dopo il successo della originale mostra LOVE. L’Arte incontra l’amore, che ha registrato in sei mesi l’afflusso di 150mila spettatori, soprattutto giovani, il Chiostro del Bramante presenta ENJOY. L’arte incontra il divertimento, mostra di arte contemporanea a cura di Danilo Eccher.

Continua l’ innovativo percorso programmatico a cura di DART Chiostro del Bramante proponendo ancora una volta una esposizione unica per la singolarità delle opere, che pone sotto la lente di ingrandimento le diverse possibilità percettive ad esse connesse. Una esperienza che lo spettatore può fare attraverso i linguaggi e le poetiche di alcuni tra i più importanti e provocatori protagonisti dell’ arte contemporanea.

Talvolta infrangere le regole non significa trasgredire, ma ampliarne i confini. Una regola che il Chiostro del Bramante persegue da tempo nelle sue linee programmatiche, proponendo mostre fuori dagli schemi delle convenzioni espositive, dove l’originalità del percorso sta alla base del progetto ideativo.

L’Arte incontra il Divertimento. Diventato Museo di riferimento in ambito nazionale ed internazionale anche dell’arte contemporanea, il Chiostro parte da questi presupposti per la mostra che proporrà dal 23 settembre 2017 al 25 febbraio 2018. Si chiama Enjoy e ha per sottotitolo l’Arte incontra il divertimento: locuzione emblematica che vuole indicare non solo una diversa modalità di vivere l’arte, ma soprattutto dare “spazio e spazialità” alle opere di artisti di acclarata fama. Infatti molti lavori sono site specific, pensati e costruiti dagli artisti ospiti proprio per gli ambienti del Chiostro del Bramante la cui organizzazione – che fa capo a DART – aggiunge alla creatività dell’esposizione un notevole sforzo produttivo proponendo opere inedite.

Alexander Calder, Mat Collishaw, Jean Tinguely, Leandro Erlich, Tony Oursler, Ernesto Neto, Piero Fogliati, Michael Lin, Gino De Dominicis, Erwin Wurm, Hans Op de Beeck, Studio 65, Martin Creed, Ryan Gander, teamLab, sono iprotagonisti del ‘900 storico e del terzo millennio, accomunati da un filo sotteso, il divertimento, assunto nell’accezione etimologica della parola: portare altrove.

L’altrove, l’altro da sé, il perdersi nei meandri dell’arte e dell’inconscio è ciò che accomuna il gesto di tutti gli artisti presenti in Enjoy, le cui opere guideranno il visitatore in un percorso invisibile ma fortemente tracciato, che prenderanno vita in un incessante rapporto interattivo e giocoso, dove le diverse percezioni del “fuori da sé” avranno un ruolo fondamentale.

“La dimensione del piacere, del gioco, del divertimento, dell’eccesso – afferma Danilo Eccher, curatore della mostra – sono sempre state componenti centrali dell’Arte; l’Arte sprofonda nel dolore ma si nutre di piaceri ed è sempre una danza di contrasti. L’illusione è una trasparenza che deforma la realtà, un’apparenza sottile dove tutto è possibile, suggerendo ora il dubbio dell’enigma, ora il sorriso della sorpresa”.

Ecco allora che in Enjoy, dalle sculture leggere di Alexander Calder, lo spettatore può perdersi nel labirinto infinito di specchi di Leandro Erlich per poi immergersi e riemergere dalle installazioni ludico-concettuali di Martin Creed o nei raffinati giochi di luci illusorie di TeamLab che prendono forma e mutano solo a contatto con il pubblico, o essere inseguiti dagli occhi indiscreti e inquietanti di Tony Oursler e trovarsi a contatto con i corpi deformati di Erwin Wurm e così via, di artista in artista, di sala in sala: il Chiostro del Bramante diventerà luogo elettivo di una realtà tutta da scoprire, che esiste in ogni istallazione (alcune di grandissime dimensioni), a una realtà che, tuttavia, può anche non esserci. D’altra parte è proprio Paul Klee che ci dice: “L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”.

Domenico Moramarco

Tags: The Merchant of Venice Chiostro del Bramante Enjoy Danilo Eccher

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App