TUTTO E’ POLITICA

TUTTO_E__POLITICA.jpg

La politica sembra, ormai, un campo di combattimento. L’importante è abbattere il proprio avversario con qualsiasi mezzo e, così, la sinistra gioca questa carta con scarsi risultati. In fondo la critica fa parte dell’italiano medio nel caos abituale, in cui nessuno ammette mai i propri sbagli. E’ sempre colpa dell’altro, anche quando non v’è alcuna certezza. Anzi, soprattutto dove la sicurezza vacilla. Resta, comunque, il fatto che l’ammissione delle proprie responsabilità pare l’utopia del secolo, quasi a giustificare l’arroganza con cui si entra in scena in ambito politico. Una lotta fatta di una prevaricazione travestita di belle parole.

cms_10390/2.jpg

Assurdo che in nome della giustezza di una situazione vengano utilizzati mezzi brutali quali offese, insulti e scherni. Da ridere c’è poco, a dir la verità. In realtà conviene guardarsi allo specchio e buttar giù le maschere della menzogna, quelle del buonismo compulsivo, del razzismo a ruota libera e degli slogan di parte. Basta, per carità! Qui bisogna cercare altrove, risalire alle cause dei problemi. La politica, nei fatti, rispecchia il modo tipico degli italiani e, senza scuse, urge una riflessione coscienziosa su ciò che blocca la crescita dell’Italia da anni. Quel “magna magna” collettivo che induce a riempirsi le tasche tralasciando professionalità e buon costume, addirittura dimenticandosi dell’orgoglio d’appartenenza a un popolo. Non importa se crolla a picco il Paese intero, basta intascare il possibile nel frattempo. La politica diventa il capro espiatorio da accusare con trionfo di tutti, ovviamente attraverso i social, il mezzo prediletto dalla critica italiana. Noiosamente ferma su se stessa e incapace di guardare oltre il proprio naso, punta il dito ovunque tanto che fatica a capire quali siano gli innocenti, sempre che ci siano. I media impazziscono e, d’un tratto, inizia il Totocalcio che decide vincitori e vinti. Nessuno si salva.

cms_10390/3.jpg

Diciamocelo, nelle situazioni quotidiane fin troppo spesso succede di rispondere sgarbatamente, evadere le tasse, evitare le fatture… Non è un comportamento che riguarda solo la sfera politica. Ecco perché, forse, è il caso di addossarsi qualche responsabilità e cominciare a riflettere sul modus operandi comune. Sappiate che tutto è politica. A partire dalla risposta sgarbata al vicino di casa, dall’insulto all’immigrato, dallo schiaffo dato alla moglie…

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su