Stop alla lista nera!

In atto la acificazione politica

obama-castro.jpg

La nuova era politica contraddistinta dalla pacificazione politica tra gli Stati Uniti d’America e Cuba continua a passo spedito. Raúl Castro, in un incontro con la stampa ha tenuto a precisare che Cuba e Stati Uniti passeranno a nominare i reciproci Ambasciatori subito dopo l’avvenuta rimozione dello Stato cubano dalla lista nera dei Paesi terroristi, cosa questa che dovrebbe avvenire il 29 maggio c.a.

cms_2209/USA-OBAMA.jpgQuesta data segue di 45 giorni l’annuncio del Presidente Obama sulla volontà di togliere il nome dell’isola cubana dalla lista nera, ma per l’ufficialità dovevano passare appunto 45 giorni in cui il Congresso poteva opporsi alla decisione. Il periodo di attesa scade appunto il 29 maggio. Gli Stati Uniti e Cuba non hanno rapporti diplomatici completi fin dal lontano 1961. Papa Francesco sarà a Cuba dal 19 al 22 settembre prossimi. Lo annuncia la Conferenza episcopale cubana sul suo sito.

cms_2209/raul_castro_papa_francesco.jpg

Oltre all’Avana dove atterrerà, il Santo Padre visiterà la città di Holguin, il Santuario del Cobre e Santiago di Cuba, per proseguire alla volta degli Stati Uniti. Sarà la terza visita di un Pontefice cattolico a Cuba, dopo quella di Giovanni Paolo II nel gennaio del lontano 1998 e quella di Benedetto XVI nel marzo del 2012. L’annuncio arriva dopo la visita di Raúl Castro in Vaticano. In questa visita il leader cubano si è intrattenuto con Papa Bergoglio per circa un’ora. Uscito dall’incontro il Presidente cubano ha detto: "Ho ringraziato il Santo Padre per il suo contributo al riavvicinamento tra Cuba e gli Stati Uniti". E più tardi ha lasciato tutti stupiti affermando: "Sono rimasto molto colpito dalla saggezza e modestia del Papa.

cms_2209/papa_e_bimbi_Aula_Nervi.jpg

Se continua così tornerò alla Chiesa cattolica. Io sono del partito comunista che non ha mai ammesso i credenti, anche se ora si sono fatti passi avanti". Ma quello che ha fatto veramente impressione sono state le parole di Papa Francesco pronunciate nell’incontro avuto con i bambini delle scuole primarie di Roma presenti in Aula Nervi all’udienza organizzata dalla Fondazione Fabbrica della pace. "Perché tanti potenti non vogliono la pace? Perché vivono delle guerre", ha detto ai circa settemila bambini presenti. Parole forti, parole che sono rintronate nelle orecchie dei potenti come un monito di grande importanza.

Francesco Mavelli

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su