SOTTO L’OMBRELLONE LA CURIOSITA’ NON E’ REATO

1437536967GOSSIP_&_SPETTEGULESS.jpg

D’estate, per sapere i fatti degli altri, più che curiosare su f.b. torna più utile frequentare spiagge affollate e popolari. Prendete posto sotto un ombrellone e aspettate pazientemente. A volte sei “costretto” ad ascoltare quanto detto dai vicini di ombrellone. Accade che il volume della voce dei bagnanti è talmente alto che nemmeno i tappini per le orecchie potrebbero isolarti. Oltretutto, fingersi addormentati con gli occhiali da sole, i quotidiani sulla pancia e le braccia penzoloni aiutano a non farti sentire un intruso.

cms_2496/6375618459_bb50628b30.jpg

Parlare a voce alta è una prerogativa prettamente meridionale. Non vi è alcuna differenza tra gruppi di sole donne o di soli uomini. In spiaggia, essenzialmente alla “controra”, si raccontano fatti e storie senza alcun pudore o ritegno. Si parla, si parla, si parla e si raccontano situazioni che sono certo, i protagonisti, non direbbero nemmeno nel segreto del confessionale. Alcuni esempi?

cms_2496/Cosa-vedere-a-Atene.jpg

Ho sentito alcune signore interessarsi a quanto stia accadendo in Grecia. Parlavano di colpi di stato, di manifestazioni di protesta e di caos in generale per poi concludere con la frase: “... maledizione, proprio quest’anno che avevamo deciso di andare a vedere Atene questo casino proprio non ci voleva ...” Ed io che, da povero illuso, pensavo che anche il popolo italiano potesse interessarsi di Tsipras, di Syriza o delle brutture di una guerriglia urbana.

cms_2496/donne_al_mare.jpg

Tendendo meglio le orecchie e fingendomi addormentato, sono venuto a conoscenza dei vari desideri sessuali dei mariti delle bagnanti, della stitichezza di nonna Filomena e delle prime avventure galanti della figlia sedicenne, Assuntina, meglio conosciuta come Samantha, che, visti i guadagni, pare, avesse deciso di fare la hostess di terra.(n.d.r. Escort) Involontariamente ho dovuto imparare, dopo avere ascoltato le varie scuole di pensiero, se la ricetta ottimale per preparare “ patate riso e cozze” sia quella con o senza zucchina.

cms_2496/Bikini-XXL-in-Brasile.jpg

Ho visto signore (sic) brune, rosse e biondissime, di taglia conformata, indossare bikini osceni e incontenibile, comunque firmati e costosi. Over 50 che raccontavano di aver fatto domanda per partecipare alla trasmissione “uomini & donne” e al “grande fratello”. Pertanto, in seguito alla frequentazione assidua dei lidi balneari, conosco a menadito i nomi dei migliori fruttivendoli dei mercati rionali, dello storico macellaio gay che offre, chissà perchè, ai giovani palestrati del filetto a prezzi stracciati.

cms_2496/attico_vista_mare.jpg

Inoltre finalmente conosco nome cognome e nomignolo di un vecchio imprenditore edile locale, amante di una commessa di una profumeria del centro. Bontà sua, l’imprenditore ha regalato alla giovane amante un superattico vista mare, un suv nero con il benestare del futuro suocero. Se vi par poco! L’amore “disinteressato” non conosce ostacoli.

cms_2496/truffa_fontana_.jpg

Sempre grazie all’ascolto indiscreto, sono venuto a conoscenza delle tecniche truffaldine per non pagare le sigarette o il gratta e vinci e mettere in imbarazzo il tabaccaio di turno. Ho persino capito come truffare i supermercati nel reparto frutta. Raccontavano che basta pesare il tutto, ritirare lo scontrino dalla bilancia automatica e, prima di annodare la busta di plastica, aggiungerne altri pezzi. Uno vero stage di tecnica truffaldina. La spiaggia? Una vera scuola di vita!

cms_2496/corna-razziali.jpg

Altro “spetteguless “ in voga quest’anno è il capitolo “corna & c.” Quando la “fedele” signora X volesse segnalare l’assenza di suo marito al ragazzo di bottega, basta stendere al suo balcone uno straccio dal colore concordato con lo stesso boy friend, per segnalarne il via libera. Questa metodica permette di non lasciare traccia sul telefonino. Tutte cose da far invidia a Mata Hari. Che il maschio latino sia affetto da una forma di gallismo italico è cosa risaputa. I maschietti, sotto l’ombrellone, raccontano quotidianamente agli amici avventure d’amore casuali vere, verosimili o taroccate. Ho dovuto sentire persino i particolari di una notte d’amore travolgente, pregna di particolari, da parte di uno pseudo play boy, tatuatissimo, che avrebbe certamente fatto morire d’invidia Rocco Siffredi. Poverino, si capiva lontano un miglio che stesse bleffando, ma in fondo in fondo riusciva, con le sue descrizioni, ad affabulare gli amici e a concentrare l’attenzione su di se.

cms_2496/teen-agers_.jpg

Per le teen-agers il discorso è totalmente diverso. Parlando tra di loro, dopo aver fatto una descrizione puntuale e precisa sull’avventura sessuale vissuta la sera prima, concludevano che in ultima analisi la colpa era sempre dell’uomo, mascalzone infido e traditore. Quasi tutte raccontavano di aver ceduto alle tentazioni della carne inicamente per colpa dell’alcol e della luna piena. Contente loro...contenti tutti! La spiaggia ti aggiorna, ti insegna e ti...induce in tentazione. Mi torna in mente il gruppo musicale “ladri di biciclette”, che, qualche anno fa, lanciò il motivetto: ...sotto questo sole, sotto l’ombrellone...si ...è bello ascoltare...!

Buona estate e buon ascolto a tutti voi!

Ninni Di Lauro

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App