SE VOLETE ESSER FORTUNATI, DATEVI DA FARE

SE_VOLETE_ESSER_FORTUNATI.jpg

Che in pochi raggiungano l’ultimo gradino della scala per il successo, è un dato di fatto incontestabile. Insomma i grandi sacrifici non sono cosa da tutti, anche se la maggior parte delle persone pensa di dare sempre il massimo. Non è così. Anzitutto bisogna partire dall’assioma fondamentale per cui la stanchezza non assurge a sinonimo di duro lavoro e, soprattutto, è lontana dalla definizione di un risultato. Esser stanchi vuol dire che abbiamo fatto qualcosa, ma non necessariamente tanto e, magari, nemmeno il giusto. Occorre ben altro per arrivare in alto: sicuramente una forza di volontà d’acciaio e, poi, un muro di costanza impenetrabile dagli ostacoli della vita. Bisogna rimboccarsi le maniche e darci dentro, anche con i venti contrari.

cms_10897/2.jpg

Elon Musk lavora circa cento ore a settimana e non s’oppone alla necessità d’un duro lavoro. L’allenamento di Ronnie Coleman - ai tempi - richiede sei giorni su sette in palestra con pesi intoccabili dai più e sforzi enormi, eppure mai un lamento. Il creatore di Zara inizia da una piccola bottega, fino a diventare uno dei marchi più famosi al mondo. Gente che s’è creata la sua fortuna partendo da zero e con una caparbietà impeccabile. Certo, è facile attribuire il merito alla fortuna, una scusa inaccettabile per chi ce l’ha fatta a muso duro, senza mai staccare la spina. Si tratta di una giustificazione che fa comodo in quanto permette di fare pace con la propria coscienza e di eliminare qualsiasi responsabilità personale.

cms_10897/3.jpg

In fondo, sapere di riuscire grazie ad un qualcosa di esterno alla nostra volontà consente di scaricare il peso del fallimento su quello che esiste indipendentemente da noi. Un modo di pensare tipicamente da codardi e svogliati. Bisogna, invece, aprire gli occhi e svegliarsi, cercando di capire che il successo personale dipende da ciò che facciamo quotidianamente. Chi semina con cura, raccoglie i frutti piantati con immensa passione e immane fatica. Punto. Il resto son solo chiacchiere fallimentari. In conclusione, se volete esser fortunati, datevi da fare con sacrificio e dedizione. Da subito.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su