SEGUITI CON TENACIA

SEGUITI_CON_TENACIA.jpg

C’è un momento in cui cominci a fregartene, la vita s’alleggerisce tutta d’un colpo e tu, semplicemente, guardi avanti con fiducia. I motivi che ti hanno condotto a questo modo d’agire sono tanti, in primis la voglia di rinascere e scrollarti di dosso i macigni che piegano la schiena. L’esistenza è un mix di sentimenti, puoi sopravvivere solo imparando a comprendere la necessità di alcuni ostacoli. Cresci con il dolore, esci dalla zona di comfort quando non ne puoi più. Ciò vuol dire che devi resistere al gelido inverno prima di veder fiorire la primavera. Ad un certo punto sei costretto a rialzarti e a farcela con le tue forze, quindi decidi di stringere i denti e resistere. Succede che le persone ti voltano improvvisamente le spalle e cadi giù fino al fondo del pozzo, mentre gli altri ignorano la tua situazione. Sanno che stai male ma non fanno nulla per alleggerire il male che t’affligge, piuttosto si impegnano a evitare d’incontrarti perché, si sa, il becero opportunismo va di moda. E’ una botta dietro l’altra altra, un cumulo di detriti taglienti. Probabilmente speravi fortemente nella presenza di qualcuno. Ci credevi come si fa con le cose belle, con il cuore. Invece la tua porta è rimasta sempre chiusa.

cms_9766/2.jpgSì, certo le persone hanno da fare, non possono stare dietro a te e ai tuoi problemi. Tu, tuttavia, non chiedi questo. Mai l’hai chiesto. Perciò ti guardi attorno e pensi di aver sbagliato qualcosa. No, il problema non riguarda la tua essenza, sei consapevole di esserci stato al momento del bisogno e non solo. Il punto è che, forse, hai scelto le persone sbagliate con cui condividere qualcosa della tua vita. Questo ti pesa parecchio, devi chiudere di nuovo e fare spazio ad altro. Una situazione già vissuta, stavolta pensavi di aver finalmente trovato quei famosi aghi nel pagliaio che, al contrario, si sono rivelati degli spilli dolorosi nell’anima. Ricomincia ancora. Stai tranquillo/a, il cambiamento è positivo da tanti punti di vista. Sappi che la solitudine porta consiglio e, nel frattempo, puoi ritrovare te stesso tante volte al punto da capire che la prima connessione fondamentale è quella con il proprio cuore. Il resto passa e, se prende una strada diversa, significa che ha fatto il suo corso e bisogna lasciare andare. Senza impazzire di sofferenza, sennò il meglio tarda ad arrivare. Seguiti con tenacia, questo è il consiglio.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su