Quei diritti negati…

Quei_diritti_negati.jpg

“Oggi c’è il vento e a scuola non si va, lo ha detto il sindaco”. Detta così, questa frase pronunciata da uno dei bambini residenti nel quartiere Tamburi di Taranto sembrerebbe uno scherzo, eppure è tutto vero, tutto tristemente reale.

Per la decima volta, lo scorso lunedì un’ordinanza del sindaco Rinaldo Melucci ha disposto la chiusura delle scuole presenti nel quartiere a ridosso dell’ILVA, a causa del forte vento che rende volatili le dannosissime polveri dei “parchi minerari”.

cms_8258/3.jpg

La notizia è che le risorse ci sono - circa quaranta milioni di euro - per coprire efficacemente queste aree, allo scopo di arginare la diffusione delle micro particelle, il minerale appunto, che colora di un porpora irreale, gli edifici circostanti.

Le mamme dei “Tamburi” da tempo raccolgono la polvere rosa dai balconi e dai cortili, gli stessi in cui giocano i propri figli: si, perché la decisione di chiudere le scuole non è affatto risolutiva, in quanto i bambini col “minerale” ci giocano quotidianamente.

Ci giocano e si ammalano.

Certo, potrebbero blindarsi in casa…

Ed ecco che verrà negato, accanto al diritto all’istruzione e al diritto alla salute, anche il diritto al gioco.

cms_8258/4.jpg

Con la sua Fondazione “Le parole di Lulù”, la scorsa estate il noto cantautore Niccolò Fabi ha donato i fondi necessari alla realizzazione di un parco giochi a ridosso dell’ILVA, coordinato dall’ Arciragazzi, per ricordare Olivia, la sua figlioletta prematuramente scomparsa a causa di una meningite fulminante.

Ben venga questa iniziativa, peraltro non isolata (è nota la raccolta fondi della conduttrice del programma tv Le Iene, Nadia Toffa, finalizzata all’assunzione di due pediatre specializzate in oncologia e all’allestimento di un reparto di oncologia pediatrica presso l’ospedale cittadino); sarebbe tuttavia opportuno pensare a una soluzione radicale dell’annosa “Questione ILVA”.

cms_8258/5.jpg

Al di là di ogni trattativa orientata alla cessione dello stabilimento industriale, sulle cui specifiche tematiche riteniamo opportuno non addentrarci, bisognerebbe provvedere immediatamente alla bonifica dello stesso, per tutelare la salute dei tarantini. Il loro territorio registra infatti un triste primato: un’elevata percentuale di ammalati di cancro, notevolmente al di sopra della media nazionale.

Recentemente il sindaco Melucci ha affermato che, in caso di Wind Day, gli edifici scolastici non saranno completamente chiusi, ci saranno in alternativa meno ore di lezione…

Meno salute, meno gioco, meno scuola, in pratica.

(Foto di Roberto Pedron)

L. D.A.

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App