Premio Nobel per la pace 2019 al premier etiope Abiy Ahmed Ali

Premio_Nobel_per_la_pace_2019_al_premier_etiope_Abiy_Ahmed_Ali.jpg

Un brusio sommesso accompagna l’atteso annuncio: Abiy Ahmed Ali riceve il premio Nobel per la pace 2019. Riconosciuto per i suoi immensi sforzi, volti alla tolleranza e all’armonia internazionale, il premier etiope ottiene il Nobel per la pace, dopo aver ricoperto un ruolo cruciale nel decisivo accordo con l’Eritrea, che ha posto fine ad un ventennale ed estenuante conflitto tra i due Stati. Il suo governo ha rinunciato, saggiamente, alle rivendicazioni territoriali nella zona di Badme e ha concordato con il dittatore eritreo Isaias Afwerki la riapertura delle rispettive ambasciate e la ripresa dei commerci.

cms_14516/2.jpg

Abiy Ahmed Ali è stato in grado di fornire un nuovo volto alla sua Etiopia: entusiasta promotore della riconciliazione, della solidarietà e della giustizia sociale, il premier sembra motivato, ora più che mai, a garantire un futuro luminoso al suo paese. “È un premio per l’Africa!” ha detto Abiy Ahmed, descrivendosi come estremamente onorato della scelta. Amnesty International commenta: “Riconosciuto il notevole impegno di Abiy Ahmed Ali per le riforme concernenti i diritti umani, ma il suo lavoro è ben lontano dall’essere concluso”, e aggiunge: “Il premier deve con urgenza assicurare che il suo governo affronti le tensioni etniche che rischiano di provocare instabilità e ulteriori abusi”. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, non perde l’occasione per complimentarsi con il collega: “Le mie più calorose congratulazioni al mio grande amico e coraggioso statista Abiy Ahmed Ali. Il Nobel per la pace è il riconoscimento della sua forte leadership nel trasformare in atti concreti il desiderio di pace della popolazione di un’intera regione. Abiy, l’Italia è e sarà al tuo fianco”.

cms_14516/3.jpg

Il premier etiope è conosciuto, inoltre, per l’incredibile record raggiunto a luglio, quando 23 milioni di persone hanno piantato 353 milioni 633 mila e 660 alberi in 12 ore. “Un’azione che aiuterà a migliorare ogni aspetto della nostra vita”. E le azioni di Abiy Ahmed Ali si distinguono proprio per la loro genuina concretezza: nessun discorso vuoto, nessuna menzogna, nessuna necessità di raggirare il suo popolo. Tanto spirito di iniziativa, volontà, coerenza ed efficacia: un esempio per il mondo intero.

Elena Indraccolo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su