Parlamenti shqiptar aprovon Reformen e Drejtesise

Do te jete nje ndryshim i vertete historik apo do te mbetet vetem boje mbi leter?!

1469259234Il_Parlamento_Albanese_approva_la_Riforma_sulla_Giustizia.jpg

Dje rreth ore 23:50 Kryetari I Parlamentit Ilir Meta, prononcoi aprovimin e reformes se re te sistemit te drejtesise ne Shqiperi. Parlamenti votoi ne unanimitet me 140 vota ne favor mbi 140 votues , nje nga reformat me te rendesishme qe jane marre ne keto 25 vite demokraci.

Pas gjashte muajsh tratativa mes eksponenteve te se majtes, qe sot qendrojne ne pushtet, dhe eksponenteve te se djathtes qe qendruan ne pushtet per gati 23 vjet, u arrit me ne fund ne nje akord te perbashket. Promotori dhe fituesi me i madh i kesaj marreveshje eshte patjeter Ambasadori Amerikan ne Shqiperi Donald Lù, qe qe nga viti 2014 i mberritjes se tij ne Tirae, njohes edhe i mire i gjuhes shqipe, thekson gjothnje e me shume faktin se vetem nje pastrim total i sistemit te drejtesise shqiptare mund te shpetoje vendin nga korrupsioni ne te cilin esht zhytur thelle qe prej me shume se njezete vitesh. Procesi ka fillua qe me dekriminalizimin e parlamentit ku i ishte e ndaluar qe te hynin ne politike dhe aq me teper ne parlament personave me precedente penal.

Aprovimi i kesaj reforme eshte nje fitore e popullit shqiptar, thot entuziast Lù, mbas konfermimit te saj, dhe ne Amerikanet jemi shume te lumtur qe kemi qene nder mbeshtetesit dhe hartuesit e kesaj reforme. Presim qe bashkepunimi yne te vazhdoje te jete edhe me i forte ne te ardhmen

http://shenja.tv/ja-cfare-deklaroi-ambasadori-donald-lu-pas-miratimit-te-reformes-ne-drejtesi/

cms_4272/foto_2.jpg

Kjo reforme modifikon gati 50 per qind te kostitucionit te Shqiperise dhe hap keshtu rrugen per nje ndryshim radikal te te gjithe arkitetures se magjistratures, qe do te hidhet poshte per te ndertuar nje sistem komplet te ri. Vec Istittucioneve te reja , eshte parashikuar nje proces “pastrimi “ mes radheve te prokuratoreve, qe do te pezullohen dhe do ti nenshtrohen nje verifikimi shum te detajuar dhe nje kontrolli total te aktiviteteve te tyre personale dhe te pasurive te tyre.

Sebashku kemi arritur te paarritshmen ne 25 vite, shkruan Edi Rama ne profilin e tij facebook, keshtu qe administrata do ta kete pushim edhe te henen”. Fjale qe ngjallen debat nga disa komentues.

cms_4272/foto_3.jpg

Reforma e re ka edhe kundershtuesit e tij per menyren e hartimit te saj. Kehtu ne nje nga intervistat e fundit te tij, nje nga analistet me ne ze te politikes shqiptare dhe kosovare, shkrimtari Fatos Lubonja, nuk ndihet aspak entuziast per menyren se si do te perdoret kjo reforme. Ai akuzon drejteperdrejt Ramen, per perdorim vetjak te saj. Thot se Edi Rama , sonte i mbeshtetur nga Ue, Jo te pakta kane qene debatet mbi mbeshttjen e plote te Ambasadores UE Romana Vlahutin per Kryeministrin shqiptar, e perdor reformen per te qeruar nje here e mir te djathtet bashke me Berishen dhe mbi te gjitha per te larguar nga vetja Ilir Meten, me mbeshtetjen e te cilit ne koalicion fitoi zgjedhjet e qershorit 2013. Per me shume, thot Lubonja, ku qendron pavaresia e kushtetutes sone?

cms_4272/foto_4.jpg

Edhe ne Kosove kemi nderkombetaret e Eulex-it qe na kontrollojne, por parlamenti akuzohet gjithmone per deputet e politikan te korruptuar e te kriminalizuar. Pra te huajt jo shpesh ndihmojne por vene ne radhe dike qe ju vete mir atyre, edhe po te jete kriminel , dhe nuk perputhen keshtu me demokracine e vertete” Keshtu qe vendimi “historik” per te cilin flet Meta, apo “revolucioni sic e quan Rama, eshte vetem ai i turpit qe ne keto 25 vite “demokraci” nuk diten te ndertojne nje shtet legjitim dhe demokratik te pavarur.

http://opozita.com/2016/07/fatos-lubonja-ska-vend-demokratik-ne-bote-qe-gjyqtaret-ja-kontrollojne-te-huajt-te-na-qeshi-bota/

Reforma u aprovua por tani pret qe edhe te aplikohet nen pas neni. Do te jet aplikimi i saj ajo qe do te percaktoje perparimin e saj te vertete dhe nese ne shqiptaret nuk e ndryshum dot vendin tone ne keto 25 vite, le te vijne e ta ndryshojne amerikanet, tashme nuk kemi me shume se cka kemi humbur per te humbur serish

cms_4272/bandiera_Italiana_-_Copia.jpgIl Parlamento Albanese approva la Riforma sulla Giustizia

Sarà una vera svolta storica o rimarrà solo inchiostro sulla carta?!

Ieri alle 23:50, il Presidente della Camera dei Deputati Albanese Ilir Meta ha annunciato l’aprovazione unanime della nuova riforma del sistema giudiziario. Il parlamento albanese ha votato nella notte all’unanimita’, con 140 voti a favore su 140 seggi, una delle piu’ profonde ed importanti riforme mai intraprese in 25 anni di democrazia.

Dopo 6 mesi di trattative tra esponenti della coalizione di sinistra, oggi al governo, e esponenti di destra ex governanti per quasi 23 anni si è finalmente raggiunto a un’accordo comune. Il promotore nonchè il più grande vincitore di questa riforma giudiziaria è sicuramente Donald Lu, l’Ambasciatore Americano a Tirana che dal suo arrivo in Albania nel 2014, del quale paese conosce perfettamente anche la lingua, ribadisce che solo una pulizia totale del sistema giudiziario albanese potrà salvare il paese dalla corruzione in cui dilaga da più di vent’anni. Il processo era già iniziato con la decriminalizazione del parlamento dove si erano fermati e sospesi dai loro incarichi politici deputati con un passato di precedenti penali.

“L’approvazione di questa riforma è una vittoria del popolo albanese , si dice felice l’Ambasciatore Donald Lu, e noi siamo molto felici di aver potuto appoggiare il disegno e le nogoziazioni di questa riforma aspettando che la nostra collaborazione continui ad’essere ancora più forte e solida nel futuro”. http://shenja.tv/ja-cfare-deklaroi-ambasadori-donald-lu-pas-miratimit-te-reformes-ne-drejtesi/

Modificando quasi il 50 per cento della propria costituzione l’Albania apre cosi la strada ad un radicale cambiamento dell’intera architettura della magistratura, che verra’ abbattuta per costruire un nuovo sistema. Oltre alle nuove istituzioni, e’ previsto un processo di "pulizia" tra le file dei giudici e dei procuratori, che saranno sottoposti ad una minuziosa verifica e controllo dei patrimoni e dell’attivita’ professionale.

“Insieme abbiamo raggiunto l’irragiungibile in 25 anni, scrive il Premier Edi Rama sul suo profilo facebook, perciò anche lunedi l’amministrazione riposa”. Frase che ha suscitato anche parecchie discussioni tra i commentatori.

La riforma sulla giustizia però ha anche i suoi oppositori per il metodo in cui è stata imposta . Cosi in una recente intervista, uno dei più grandi analisti della politica albanese e kosovara, Fatos Lunbonja, si dice ammareggiato per il modo in cui questa riforma sarà usata. Lui accusa direttamente il premier Edi Rama per uso personale di essa. Dice che Edi Rama, oggi sostenuto dall’UE , non sono stati poche le discussioni sull’appoggio totale a Edi Rama da parte dell’Ambasciattrice UE a Tirana Romana Vlahutin, usa la riforma per scollarsi di dosso l’oramai non desiderato alleato di coalizione Ilir Meta, grazie al quale aveva vinto le elezioni del 2013 e per fare piazza pulita con la destra, Sali Berisha e i suoi seguaci. In più sostiene Lubonja, non possiamo essere controllati dagli stranieri, dove sta la nostra indipendenza, la nostra costituzione?

Anche noi in Kosovo, dice Lubonja, abbiamo Eulex che controlla l’andamento della nostra politice ma continuano a esserci sempre in parlamento politici accusati di corruzione. A volte gli straniere mettono nelle prime file della politica anche criminali perchè li fa comodo, quindi non è sempre detto che gli stranieri vadanno sempre in una linea con la democrazia. Quindi la decisione “storica” come la chiama Meta, o a “rivoluzione” come lo chiama Edi Rama è solo quella della vergogna che in questi 25 anni di “democrazia” non hanno saputo costruire uno stato leggittimo e democraticamente indipendente” http://opozita.com/2016/07/fatos-lubonja-ska-vend-demokratik-ne-bote-qe-gjyqtaret-ja-kontrollojne-te-huajt-te-na-qeshi-bota/

La Riforma è stata approvata ieri, ora spetta solo di essere applicata articolo per articolo. Sarà la sua applicazione che determinerà la sua vera svolta a mostrarlo. Se noi albanesi non abbiamo potuto cambiare il nostro paese in questi venticinque anni, che vengano gli stranieri a cambiarlo, oramai non abbiamo tanto da perdere, più di quello che abbiamo già perso in questi anni. Ma questa è un’altra storia da scrivere.

Marsela Koci

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App