Parità di rappresentanza uomo-donna in Commissione UE

I progetti della presidente Ursula von der Leyen

Parità_di_rappresentanza_uomo-donna_in_Commissione_UE.jpg

La Presidente dell’Unione Europea, Ursula von der Leyen, pone all’attenzione delle trattative, fra i maggiori rappresentanti europei, la proposta di stabilire un criterio di parità fra i commissari maschili e femminili europei. E’ propensa dunque a comporre una commissione fra il 50% di uomini ed il 50% di donne. Ricordiamo che la Commissione europea è l’organo esecutivo dell’Unione europea che promuove l’interesse generale dei cittadini europei.

cms_13995/2.jpg

Il 16 luglio scorso, Ursula von der Leyen è stata insignita del titolo di presidente UE. I problemi ambientali sono nella sua agenda una priorità, così come quelli che si riferiscono all’Economia sociale di mercato.

Nel suo discorso di insediamento al Parlamento europeo ha mostrato chiaramente la sua visione dell’Europa, presentandosi come fervida sostenitrice di Simone Veil (prima donna Presidente del Parlamento Europeo nel 1979); una maniera, questa, per infrangere barriere e convenzioni. Il suo progetto prevede pertanto un’Europa unita grazie ad un processo di pace, in virtù di ciò che i padri fondatori dell’Europa hanno consegnato alle successive generazioni. “Noi sosteniamo il multilateralismo, il commercio equo, difendiamo l’ordine basato sulle regole, perché sappiamo che ciò è nell’interesse di tutti noi. Se siamo uniti all’interno, nessuno ci dividerà dall’esterno. Se sapremo superare le differenze, riusciremo a trasformare le sfide di oggi nelle opportunità di domani” ha dichiarato.

cms_13995/3.jpg

Ursula van der Leyen ha evidenziato altri punti critici su cui à necessario che l’esecutivo operi: il cambiamento demografico, la globalizzazione dell’economia mondiale, la corsa alla digitalizzazione del mondo del lavoro ed i cambiamenti climatici.

I Paesi coinvolti, a rappresentare la Commissione europea, sarebbero 27 anche se, a causa della situazione di crisi interna al governo, l’Italia non ha reso nota la scelta dei suoi candidati. La Francia, invece, a breve proporrà entrambi i sessi come suoi rappresentanti. I dati sui componenti della nuova squadra dovranno essere noti entro la metà di settembre.

Ester Lucchese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su