Padre e figlia annegati nel Rio Grande

Respinta richiesta scarcerazione Lula - Barista sputa contro figlio di Trump

27_6_2019_daL_Mondo.jpg

Padre e figlia annegati nel Rio Grande

cms_13293/messico_confine_soldati_afp_rit.jpg

Un padre con la sua bambina che giacciono a faccia in giù nelle acque torbide del Rio Grande mentre tentavano di raggiungere il Texas. La foto (Guarda), che ricorda molto da vicino quella del piccolo Aylan, il bimbo siriano rinvenuto senza vita su una spiaggia turca nel 2015, mostra il dramma dei migranti che cercano di attraversare il confine tra Messico e Stati Uniti evitando il muro tanto voluto dal presidente Donald Trump.

L’uomo, riferiscono i media americani, si chiamava Oscar Alberto Martínez. Era un cittadino salvadoregno e aveva provato a chiedere asilo alle autorità Usa. Domenica, stanco di attendere una risposta che non arrivava da oltre due mesi, ha cercato di attraversare il fiume ed entrare a Brownsville, in Texas, accompagnato dalla moglie Tania Vanessa Ávalos e dalla piccola Valeria, di 23 mesi.

L’immagine è stata vista "con immensa tristezza", anche dal Papa. "Il Santo Padre- fa sapere il direttore ’ad interim’ della Sala stampa del Vaticano, Alessandro Gisotti - è profondamente addolorato per la loro morte, prega per loro e per tutti i migranti che hanno perso la vita cercando di sfuggire alla guerra e alla miseria".

Secondo la ricostruzione della giornalista Julia Le Duc, che ha scattato la foto poi pubblicata sul quotidiano messicano La Jornada, padre e figlia erano riusciti ad attraversare il fiume a differenza della donna. L’uomo, dopo aver lasciato Valeria sulla riva, è così tornato indietro a prendere la moglie, ma la piccola, vedendolo allontanarsi, si è gettata in acqua. Oscar si è quindi tuffato ed è riuscito ad afferrare la bimba, ma la corrente li ha investiti e trascinati via.

I loro corpi sono stati trovati sul lato messicano del Rio Grande. La piccola, con i pantaloni rossi e le scarpe nere, aveva ancora la testa infilata sotto la maglietta del padre e il braccio intorno al collo del genitore, che ha lottato per salvare le loro vite fino alla fine.

Domenica nella stessa zona, hanno riferito le autorità statunitensi, sono stati trovati i corpi di una donna e tre bambini, morti, a quanto pare, a causa del caldo e della disidratazione. Le vittime sono cittadini del Guatemala, ha confermato il ministero degli Esteri.

Respinta richiesta scarcerazione Lula

cms_13293/lula_sostenitori_brasile_afp.jpg

Il Tribunale supremo federale ha respinto la richiesta di scarcerazione dell’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, avanzata dopo le notizie di un presunto accordo ai suoi danni tra procura e giudici nel processo per corruzione a suo carico. I legali di Lula avevano chiesto l’uscita dal carcere e la cancellazione della condanna. Il Tribunale supremo federale non ha ancora avviato la discussione sulla vicenda, ma uno dei giudici aveva proposto la temporanea scarcerazione dell’ex presidente, in attesa del pronunciamento del tribunale, che martedì ha però respinto la proposta con 3 voti contro 2.

Barista sputa contro figlio di Trump

cms_13293/Clipboard.jpg

Nuova clamorosa protesta contro la famiglia Trump in un locale pubblico. Una dipendente di un bar alla moda di Chicago, The Aviary, ha sputato ad Eric Trump, il figlio del presidente che si trovava nella città dell’Illinois per una permanenza nel locale Trump Hotel. "E’ stato un atto semplicemente disgustoso compiuto da qualcuno che chiaramente ha dei problemi", ha detto Trump jr parlando con Breitbart, il sito ultra conservatore.

La donna sarebbe stata fermata, con la polizia di Chicago che si è coordinata con gli agenti del Secret Service preposti alla tutela di Eric Trump, come di tutti gli altri membri della sua famiglia, anche quando sono in viaggio per affari. Ma secondo Breitbart, il figlio del presidente avrebbe deciso di non presentare una denuncia contro la dipendente del locale che di proprietà di Alinea, che gestisce ristoranti famosi in tutto il mondo.

Uno dei proprietari, Nick Kokonas, aveva conquistato i titoli dei giornali per aver invitato a cena nel suo ristorante la squadra di football Clemson Tigers per compensarli del fatto che Trump li aveva invitati alla Casa Bianca per offrire loro fast food.

Sempre intervistato da Breitbart, Eric Trump ha usato l’incidente per attaccare i democratici: "per un partito che predica la tolleranza, ancora una volta hanno dimostrato di avere poca civiltà: quando qualcuno è così malato da sputare contro una persona, questo mostra la loro disperazione ed il fatto che stiamo vincendo".

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su