PIANTE DISINQUINANTI IN CASA

Combatti l’inquinamento con il potere della natura

PIANTE_DISINQUINANTI_IN_CASA.jpg

Benzene, formaldeide, tricloroetilene, cloruro di ammonio, pentaclorofenolo, monossido di carbonio, fumo, radiazioni di computer, cellulari, Tv ed elettrodomestici. Queste sono solo alcune delle sostanze inquinanti presenti nelle nostre case o nei luoghi di lavoro, responsabili di patologie, anche gravi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, qualche anno fa, stimava in 1,6 milioni le morti imputabili all’inquinamento da interni. Oltre all’esposizione a fenomeni asmatici e a nausea, non passa inosservato il rischio di sviluppare malattie più serie a carico dei sistemi neurologico, riproduttivo e respiratorio. Considerando che in Occidente la popolazione trascorre il 90 per cento della propria vita in ambienti chiusi, e che la qualità dell’aria, degli uffici, delle abitazioni, delle palestre, dei centri commerciali, può essere 12 volte più “sporca” di quella esterna, l’inquinamento degli interni, sta diventando un grande problema per la salute pubblica.

Esistono piante da appartamento, facilmente reperibili in commercio, che costituiscono dei veri e propri anti-inquinanti naturali, proteggono la nostra salute e rendono accoglienti le nostre abitazioni. Ne sono convinti gli allergologi che consigliano di tenere in casa piante, almeno ogni 9 mq. Ricordatevi solo di verificare, in presenza di animali domestici, che non siano tossiche per loro.Ma vediamo nel dettaglio, quali sono le piante maggiormente indicate per purificare l’aria delle nostre case.

cms_6622/2.jpgAloe vera: pianta succulenta, famosa per le sue proprietà curative. E’ molto semplice da coltivare, predilige zone ben illuminate. Le sue capacità purificanti sono notevoli.

Lingua della suocera: la pianta Epiphyllum – questo il suo vero nome - è tra le più efficaci nel depurare l’aria, essendo in grado di filtrare e rendere inoffensiva la formaldeide, presente persino nella carta igienica. Può essere sistemata anche in bagno, perché non necessita di molta luce.

Ficus Benjamin: pianta molto diffusa, può aiutarci a filtrare benzene e tricloroetilene. Il ficus è facilissimo da gestire, basta scegliere la giusta esposizione solare ed effettuare un’innaffiatura regolare.

cms_6622/3.jpgCrisantemo: pianta sottovalutata nell’ambiente domestico, ha fiori coloratissimi che oltre a rallegrare case e uffici, sanno filtrare il benzene presente in collanti, vernici, plastiche e detersivi. Ha bisogno della luce intensa del sole che la farà germogliare.

Gerbera: pianta da fiore, può essere esposta in camera da letto o nella stanza della lavatrice perché rimuove le tracce di trielina spesso presenti nei capi di abbigliamento. Esiste una credenza secondo la quale le piante non devono mai varcare la soglia della camera da letto. Falso. In realtà la quantità di anidride carbonica che una pianta rilascia durante le ore notturne è davvero minima e non particolarmente dannosa per l’essere umano, esposto per così poche ore al processo di fotosintesi. Tra l’altro non abbiamo mai sentito parlare di persone morte nei boschi durante la notte. Comunque, se volete dormire sonni tranquilli, esistono piante dalla fotosintesi inversa, che producono ossigeno di notte.

Azalea: simbolo della lotta contro il cancro, la sua battaglia la vince contro la formaldeide.

cms_6622/4.jpgEdera: riesce a purificare l’aria in modo incredibile. E’ in grado di ridurre la diffusione di particelle inquinanti trasmesse con le feci di animali domestici. Cresce bene anche all’ombra e non necessita di particolari cure.

Falangio: se non avete il pollice verde, il falangio è la pianta che fa per voi. Molto resistente, poco soggetta alle malattie e facile da allevare. Necessita solo di molta luce. Grazie al fitto fogliame è in grado di filtrare xilene e ossido di carbonio.

Photos: cresce bene anche all’ombra. Potete posizionarlo in garage e provvederà a purificare l’aria contaminata da gas di scarico dell’automobile.

cms_6622/5.jpgSpatifillo: pianta ornamentale strepitosa. Purifica l’aria rendendola inoffensiva ai composti organici volatili (VOC). Andrà innaffiata una volta a settimana.

Cactus: assorbe le onde elettromagnetiche, riducendo l’inquinamento da radiazioni di piccoli elettrodomestici, computer e cellulari. Necessita di sole e poca acqua.

La natura, ci dimostra di avere sempre soluzioni efficaci per la nostra salute e il nostro benessere. Viva le piante!

Una piccola curiosità: nella città di Amsterdam, da qualche anno stanno sperimentando una metodologia green per gli esterni che riesce a filtrare polveri sottili e smog, ma di questo parleremo nel prossimo articolo.

Esecuzione Verde

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App