PARIS FASHION WEEK…LE GRAND FINAL!

SPRING-SUMMER 2018

1507352866PARIS_FASHION_WEEK_LE_GRAND_FINAL_SPRING_SUMMER_2018.jpg

Con la Paris fashion week (26/09 al 03/10/17) si chiude il sipario sul mese della moda dedicato alle presentazione delle collezioni per la prossima primavera-estate 2018 e la Ville Lumiere, come vedremo, non ha fatto altro che ribadire i trend già anticipati dalla fashion week milanese, chi si aspettava guizzi provocatori è rimasto deluso.

cms_7387/foto_1.jpg

Forse l’unica collezione con accenti di vera stravaganza è stata quella di Balenciaga che ha portato in passerella le odiate/amate crocs con un platform di dieci centimetri con varie applicazioni che le decorano. La capsule collection: Crocs Foam per Balenciaga sarà disponibile dalla prossina primavera e acquistabile online negli shop del marchio o negli store di Balenciaga. Michelle Poole responsabile marketing del brand di scarpe è sicura che grazie al genio di Balenciaga le crocs saranno l’oggetto must have per la prossima estate, con il dovuto rispetto credo che abbia preso un grande abbaglio…almeno lo spero. Vi vieto assolutamente di acquistarle!

cms_7387/foto_2.jpg

Una delle sfilate più attese è stata sicuramente quella della storica maison francese Dior che grazie alla designer Maria Grazie Chiuri sta vivendo una seconda giovinezza. Se in tempi passati Dior identificava un target di donna dai quaranta in su e che mai e poi mai una figlia avrebbe rubato un capo o un accessorio griffato Dior dall’armadio della mamma, oggi è ben tutt’altra storia! Oggi grazie all’ingegno della stilista che esattamente un anno fa debuttava come designer per Dior è riuscita nell’intento di svecchiare la maison dando un taglio netto con il passato recente ( Raf Simons per intenderci) e oggi non c’è giovane donna, nel mondo, che non sognerebbe di indossare un capo Dior. Ed anche per la prossima primavera-estate Dior non rinuncia ai suoi capi must have come le t-shirt con messaggi, le gonne in tulle, il basco rinnovato dall’aggiunta della veletta, la logomania che ormai invade ogni capo della maison. La palette di colori va dagli onnipresenti nero, blu e bianco accesi da un rosso vibrante anche in total look. Grande protagonista è stato il denim in total look accompagnato da accessori neri o argento, molti gli accessori che sicuramente diventeranno must have di ogni fashion addicted che si rispetti, uno su tutti gli stivali a rete.

cms_7387/foto_3.jpg

Gli invitati alla sfilata sono stati accolti da una location che riproduceva una cava di ghiaccio rivestita da tantissimi specchi, un’atmosfera magica come le creazioni della maison.

cms_7387/foto_4.jpg

Altra location da favola è stata quella di Yves Saint Laurent che ha trasformato la fontana del Trocadero in una piazza di cemento dall’atmosfera lunare, quasi asettica riscaldata dalle sexy modelle che hanno sfilato su tacchi di dodici centimetri, ma l’accessorio must have che ha già conquistato tutte le influencer sono stati gli stivali in camoscio da portare scesi (anche quest’inverno gli stivali saranno un must soprattutto larghi e lasciati scesi sulla gamba).

cms_7387/foto_5.jpg

La donna Saint Laurent veste con shorts di pelle nera, bustier e gonne in tulle nero o fatte di piume di struzzo bianche. Il tutto illuminato da una Torre Eiffel che si è illuminata di luci glitterate all’inizio e alla fine della sfilata.

cms_7387/foto_6.jpg

Un’altra storica maison di moda che è in continuo mutamento è Valentino, mutamento che sta portando la maison verso i millennials con una collezione ready to wear. Una collezione più dinamica, duttile, capi che si possono indossare in ogni occasione, una collezione che cerca di allontanandosi dall’haute couture anche se di quel mondo lo stilista Pier Paolo Piccioli conserva i volumi, la fattura impeccabile e la qualità dei tessuti.

cms_7387/foto_7.jpg

La collezione si divide in due filosofie stilistiche: lo sporty chic con i bellissimi parka in stile militare, le jumpsuit, le giacche multitasche in camoscio verde militare e il neo romanticismo con i long dress floreali dall’aria botticelliana, l’uso di pizzi, delle paillettes e del total red marchio di fabbrica della maison. Anche Valentino Garavani seduto in prima fila ha dimostrato di apprezzare la svolta più smart che la sua “creatura” sta prendendo. L’accessorio che non è sfuggito alle fashion addicted è la borsa marsupio allacciata in vita anche su abiti elegantissimi e quest’inverno non lasciatevela sfuggire anche voi visto che già da ora è un must have in fatto di accessori. Ricordate sempre che dai dettagli ancora sconosciuti alle più che si riconosce una vera fashion addicted.

cms_7387/foto_8.jpg

Per la maison più amata di Francia: Chanel, la collezione primavera-estate è caratterizzata dal tessuto più iconico il tweed, riproposto da Karl Lagerfeld in chiave moderna applicato a giacche, abiti e trench. La palette di colori usata vira su toni pastello come il rosa e il verde acqua.

cms_7387/foto_9.jpg

Ma Chanel guarda anche al futuro e lo fa utilizzando per i suoi capi un tessuto avveniristico come il pvc applicato a capispalla antipioggia, ai cappelli, ma soprattutto agli stivali che non sono passati inosservati all’occhio più modaiolo.

cms_7387/foto_10.jpg

Se in molti pensavano che dopo aver visto un razzo decollare Karl Lagerfeld fosse a corto di idee ha dovuto ricredersi. Lo stilista ispirato dalle Gole del Verdon ha fatto ricostruire all’interno del Grand Palais delle vere cascate alte trenta metri. Le modelle hanno sfilato su una passerella che riproduceva le rive di un fiume per poi addentrarsi in una foresta selvaggia. Gli invitati hanno particolarmente apprezzato l’arcobaleno riflesso sulla grande vetrata del Palais a metà sfilata. La location più scenografica e stupefacente dell’intero mese della moda e non poteva essere che Karl Lagerfeld a idearla…chapeau!

cms_7387/foto_11.jpg

Chiude la settimana della moda francese la sfilata di Louis Vuitton che continua la sua politica di destrutturazione fortemente voluta dal designer Nicolas Ghesquiere che in molti davano in partenza dalla maison francese. La sua collezione è un mix di contemporaneità data dall’uso dei tessuti metallici e passato con le redingote riccamente decorate degne dei più grandi cortigiani che popolavano la corte del Re Sole. Lo stesso stilista ha dichiarato di aver studiato e preso ispirazione dalle redingote del settecento esposte al Metropolitan Museum di New York, Ghesquiere ha dichiarato: “l’intento è stato quello di portare in un contesto contemporaneo, in un guardaroba da città la storia”. Secondo me l’intento è riuscito a metà visto che difficilmente molti capi della collezione potranno essere indossati dalle donne comuni, molto belli invece gli accessori, vero volano della maison, come il bauletto in pelle tinta unita e non con la famosa stampa della maison e le sneakers da portare da mattina a sera e con qualsiasi outfit, dal più sporty al più glam. Il bagliore delle tonalità metalliche viene equilibrato dalla presenza del bianco e del nero.

Il mese del fashion dunque è giunto a termine e quello che emerge come macro tendenze che possiamo già da oggi adottare portandoci avanti negli acquisti, ma soprattutto per acquisire un tratto distintivo di stile sono essenzialmente questi:

cms_7387/foto_12.jpg

marsupio, che sia indossato a tracolla o come una cintura a chiudere un blazer o un cappotto è un must have e continuerà ad esserlo.

cms_7387/foto_13.jpg

Cappello da marinaio, quello con la visiera che secondo me ha già spodestato dal trono il basco che doveva essere il re indiscusso di quest’inverno.

cms_7387/foto_14.jpg

Argento, se vi sembra osare troppo acquistare una giacca di paillettes argento o un capospalla metallico sappiate che non sarà un acquisto che lascia il tempo che trova, ma avrà lunga vita nel vostro armadio almeno sino a primavera inoltrata. Gli accessori silver avranno vita ancor più lunga, per l’estate prossima sarà il colore must have.

cms_7387/foto_15.jpg

Il pvc, che vi piaccia o no sarà protagonista assoluto per la primavera prossima ( Chanel insegna) a dispetto dei bagni di sudore a cui saremo costrette, ma anche quest’inverno life in plastic, it’s fantastic! Parafrasando la canzone Barbie Girl degli Acqua…almeno la loro funzione antipioggia sarà alquanto gradita!

A queste macro tendenze vanno affiancate quelle di cui vi avevo già parlato in precedenza come: gli accessori bianchi, gli stivali calzino, le cinture extra long…e la fashion addicted è servita!

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App