OSATE, SIATE EROICI

OSATE_SIATE_EROICI.jpg

Quanto siamo bravi a punirci per i nostri sbagli! Ci sono tanti modi per farlo, e noi riusciamo sempre a trovare il migliore. Non sorge nemmeno il problema di impegnarsi, ci viene naturale! Pare che si tratti di una tendenza innata nell’uomo, un modo di agire contro se stessi a causa dello stress, dei fallimenti, delle questioni di vita familiare. Insomma, in una maniera o nell’altra, spesso ci colpevolizziamo per quello che succede, come se fossimo assassini del nostro destino. Certo, abbiamo la responsabilità di ciò che succede, ma nulla è perduto, neppure di fronte a un disastro. In fondo, è l’esperienza negativa il seme da cui nascono alberi con grandi foglie e fiori meravigliosi. Rendiamoci conto che dal male scaturisce il bene, dal dolore nasce l’amore. Non dico di fare della sofferenza il nostro motto quotidiano, semplicemente di accettarla con le sembianze di principio basilare dello spirito umano. E, poi, andare avanti ostinati, con la sfrontatezza di chi persevera nei propri princìpi.

cms_8819/2.jpg

Inutile piangersi addosso per il passato, tutti sbagliano. Basta pensare di non essere abbastanza, c’è molto da scoprire in questa vita, cominciando da se stessi. Se puntassimo i riflettori sulle capacità di ogni uomo, rimarremmo piacevolmente stupiti dalle potenzialità di ciascuno. Tanti talenti, molte possibilità. Le opportunità si moltiplicano di fronte a coloro che si danno da fare per raggiungere un obiettivo, quelli che preferiscono perseverare con olio di gomito dinanzi ai “no” imperativi. Ci vuole una pazienza quasi disarmante per affrontare i gradini di una scala che porta fino al cielo, per splendere su quella stella tanto agognata. Bisogna darsi da fare a partire da adesso, lasciando i rimpianti liberi, sbottonandosi la camicia dell’infelicità e cominciando a volare verso la meta. Per quanto cerchino di abbattervi, ne vale sempre la pena, anche quando l’errore è accecante. Non siamo robot programmati per la perfezione, apprendiamo essenzialmente attraverso l’esperienza, grande maestra!

cms_8819/3v.jpgRiprendete il controllo di voi, non cercate di avere il comando di ogni attimo e armatevi di pazienza. Occorre essere centrati sul proprio IO per farcela, resuscitare la parte migliore di voi, ricacciare l’armatura di forza e, infine, osare. Di solito, la scelta implica un momento di riflessione fondato sul passato: il momento del salto nel vuoto introduce un cambiamento, dunque spaventa enormemente.

cms_8819/4.jpg

Ricordate che qualsiasi cambiamento è positivo, perché innesca un risveglio coscienzioso dei sensi e comporta la decisione coraggiosa di prendere in mano il destino per diventare finalmente felici! Osate, siate eroici.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su